Home / Bitcoin: arriverà a 115.000$! L’opinione di Pantera Capital

Bitcoin: arriverà a 115.000$! L’opinione di Pantera Capital

Bitcoin? Secondo il CEO e fondatore di Pantera Capital, Dan Morehead, potrebbe raggiungere quota 115.000$ già durante la prossima estate. Una previsione molto rialzista – e superiore a quella che curiamo con lo staff di Criptovaluta.it – che terrebbe conto della particolare situazione economica che il mondo sviluppato sta affrontando e dell’inflazione, che ha oggettivamente ripreso a correre tanto negli USA quanto in Europa.

L’indice dei prezzi al consumo non mostrerà la vera natura dell’inflazione che stiamo affrontando. Sarà difficile vedere inflazione su alcuni beni del paniere, mentre altri andranno alle stelle.

Queste sono le considerazioni di Dan Morehead, che in parte condividiamo e che potrebbero davvero spingere Bitcoin verso livelli mai visti prima, raddoppiando o quasi il suo valore di mercato attuale.

La previsione di Pantera Capital
Pantera Capital: Bitcoin arriverà a 115.000$

Chi dovesse ritenere le previsioni di Morehead come credibili, può iniziare ad investire già da oggi su Bitcoin, sfruttando quanto viene proposto da broker come eToro (qui per iscriversi al conto dimostrativo gratuito) – broker che è da pochissimo quotato al NASDAQ e che offre affidabilità e strumenti di primissima fascia. Il CopyTrader, per copiare i trader che hanno avuto i migliori risultati anche su Bitcoin è un’esclusiva di eToro, che possiamo anche abbinare agli altri strumenti di Social Trading.

Leggi qui la notizia: eToro si quota al NASDAQ!

Inflazione: cos’è e perché può favorire Bitcoin

Potremmo parlare per giorni di inflazione senza riuscire a mettere d’accordo tutti. Se dovessimo partire da un’analisi neoclassica o austriaca della vicenda, potremmo definire l’inflazione come aumento della valuta in circolazione. E questo è un fatto sotto gli occhi di tutti: sia FED, sia BCE hanno aumentato a dismisura le loro politiche di espansione monetaria, letteralmente invadendo il mercato con dollari e Euro freschi di stampa. Questo, almeno secondo una parte degli analisti, ha già avuto importanti ripercussioni su Bitcoin, con la valuta che anno su anno è cresciuta praticamente del 1000%.

Tuttavia gli effetti di questa continua e inarrestabile espansione monetaria potrebbe ancora produrre i suoi effetti. E una parte sempre più rilevante di questa liquidità raggiungerà, secondo Morehead ma anche secondo noi, proprio il mercato delle criptovalute. Pur se con le nostre previsioni Bitcoin rimaniamo decisamente più cauti rispetto al CEO di Pantera Capital, riteniamo che l’intuizione sia giusta e che l’inflazione potrebbe dare una mano importante proprio a BTC (e anche alle altre criptovalute principali del settore).

Oro, Bitcoin e immobili

Sarà questa, sempre secondo Morehead, la triade che aumenterà di prezzo esponenzialmente nei prossimi mesi. Si tratta di asset di numero finito, la cui offerta sul mercato non può essere aumentata a piacimento. Al contrario di quanto avviene con dollaroEuro o qualunque altro tipo valuta fiat, che come ha dimostrato la recente crisi.

Il numero massimo di Bitcoin rimarrà a 21.000.000 di token, anche al termine delle operazioni di mining. E questo lo renderà, almeno in comparazione con le valute gestite dalle banche centrali, sempre più scarso. Proprio come l’oro, che deve essere estratto (a costi enormi) per essere immesso sul mercato. Come gli immobili, che non possono esser costruiti in poche settimane. Morehead potrebbe avere ragione – e questa è una splendida notizia per chi ha già investito in Bitcoin.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *