Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 ore

Home / Cardano in Africa – e ADA vola a 1,50$

Cardano in Africa – e ADA vola a 1,50$

Cardano a 1,50$? Eravamo stati, proprio su queste pagine, tra i primi a puntarci, indicando come la progressione di ADA non fosse che all’inizio. I fatti e i mercati, ancora una volta, ci hanno dato ragione, con il momento generalmente molto positivo per tutto il comparto che non ha potuto che ripercuotersi anche su Cardano.

Africa ma non solo – ottime notizie su ADA

Ma ci sono anche altre notizie molto interessanti che riguardano Cardano e che sono dietro questa incredibile corsa delle ultime 24 ore. Ragioni che analizzeremo insieme, anche cercando di capire il potenziale futuro, anche di brevissimo termine, su ADA.

La criptovaluta protagonista di questo nostro approfondimento può essere trovata sui listini di eToro (qui per aprire un conto dgratuito), che ci permette sia di fare trading via CFD, sia invece di accedere in modo diretto all’acquisto. Con CopyTrader – per copiare gli investitori più bravi di noi – e anche CopyPortfolios, che invece ci permettono di investire in panieri di beni omogenei (ne sono presenti anche sulle criptovalute).

ADA Cardano è anche disponibile su Capital.com (con conto dimostrativo gratis), che ci permette di investire su oltre 230+ coppie di criptovalute – compresa ovviamente ADA contro USD – e con MetaTrader 4, TradingView e servizio Trading Central all’attivo.

Perchè ADA continua a crescere: cosa c’è dietro il boom?

Ci sono diverse questioni interessanti per Cardano ADA, criptovaluta che seguiamo da tempo e che, dopo una grande crescita nella prima parte del 2021, ha vissuto qualche settimana di relativa tranquillità, in parallelo con Bitcoin. Tutto questo nonostante le buone notizie – che si stanno tra le altre cose per finalizzare a breve – continuavano però a montare.

  • L’accordo con i paesi africani? Sottoscritto e… manca solo l’annuncio

Avevamo parlato già dell’accordo tra Cardano ed Etiopia, che avrebbe fatto da veicolo a nuovi accordi con altri paesi del continente africano. Secondo quanto ventilato dal leader del progetto Charles Hoskinson, i contratti si sarebbero conclusi e… mancherebbe soltanto l’annuncio pubblico.

  • Il progetto continua ad avere un grosso hype

Che è dovuto in parte – non ce ne vogliano gli appassionati di ADA – ad una community che è molto compatta dietro Hoskinson, che riteniamo essere un assoluto maestro nel mantenere molto alta la guardia e l’attenzione. Hype senza senso? Assolutamente no, ma la grande maestria di Hoskinson – e l’altrettanto grande capacità di gestire media e community – sono parte dell’interesse intorno ad ADA.

  • Il comparto è in fortissimo rialzo

Tutto il comparto delle criptovalute – e basterebbe gettare uno sguardo anche distratto ai grafici – è in fortissimo rialzo. Dietro questo boom ci sono degli importanti fattori macroeconomici, che affronteremo oggi in una serie di speciali dedicati al grande boom di Aprile delle criptovalute. C’è tanta liquidità che continua ad arrivare nel comparto delle cripto – e una parte di questo denaro sta finendo anche su progetti solidi come Cardano.

Conviene entrare adesso sul mercato?

La dottrina Criptovaluta.it dovrebbe essere ormai nota a tutti: non bisogna soltanto seguire il trend di brevissimo periodo, in un comparto che è fortemente rialzista soprattutto sul medio e lungo periodo. SI può sicuramente pensare di entrare adesso, ma senza pensare di totalizzare enormi guadagni nel giro di poche ore.

Anche Cardano merita un respiro decisamente più ampio, come segnaliamo nelle nostre previsioni su ADA, rialziste ad 1 mese, ma ancora di più per il prossimo anno. Il progetto sta crescendo, anche grazie alla prossima introduzione di NFT e di altre tecnologie che la porteranno al passo dei migliori del settore.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *