Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / +BREAKING+ Venmo integra le criptovalute per 80 milioni di clienti

+BREAKING+ Venmo integra le criptovalute per 80 milioni di clienti

Continua la scalata del mondo delle criptovalute ai sistemi di pagamenti. Dopo PayPal, che ha introdotto da qualche tempo le criptovalute nei suoi wallet è il turno adesso di Venmo, popolarissima App negli Stati Uniti, con oltre 70 milioni di clienti.

È annuncio di pochi minuti fa che il gruppo permetterà a tutti i suoi utenti di comprare e vendere criptovalute e di detenerle in portafoglio. Un altro messaggio importante, verso chi continua a dubitare delle capacità delle crypto di penetrare il settore dell’economia dei pagamenti. Dopo aver “affondato” PayPal, ora è tempo di un altro incredibile servizio.

Venmo integra BTC, LTC, ETH e BCH
Dopo PayPal è il turno di Venmo

Saranno presenti, come vedremo tra pochissimo, diverse criptovalute, sulle quali possiamo investire anche in soluzione non unica tramite eToro (qui per un conto di prova gratuito), che offre tramite i suoi CopyPortfolios la possibilità di acquistare quote che rappresentano tutte le cripto introdotte in Venmo.

Una soluzione, per il momento, identica a quella di PayPal

D’altronde stiamo parlando di un’App e di una società che sono completamente controllate da PayPal sin dal 2013, anno in cui la doppia P acquisì la società che controllava, ai tempi, Venmo. I due servizi ormai procedono di pari passo e dopo l’introduzione delle criptovalute su PayPal è arrivato il turno di Venmo, che opererà sempre tramite integrazione con Paxos.

Per il momento saranno supportate quattro diverse criptovalute. Ci sarà ovviamente Bitcoin, seguito da Ethereum e anche da Bitcoin Cash e da Litecoin. Alla possibilità di detenere queste criptovalute, si accompagneranno anche dei percorsi formativi tramite video, per spiegare il funzionamento di queste tecnologie e permettere agli utenti di saperne di più sul mondo della blockchain e delle criptovalute.

Le criptovalute su Venmo sono una nuova modalità, per la nostra community, per iniziare ad esplorare il mondo delle crypto, in un ambiente del quale si fidano e sul quale fanno affidamento tutti i giorni per la loro vita finanziaria.

Sono queste le dichiarazioni di Darrel Esch, vicepresidente della compagnia, che poi ha aggiunto:

Non importa il livello di competenza sulle criptovalute. Venmo aiuterà la nostra community a conoscere ed esplorare le crypto direttamente all’interno della App. Il nostro obiettivo è quello di offrire ai nostri clienti una piattaforma facile da usare, che semplifica il processo di acquisto e di vendita delle criptovalute e che aiuta a demistificare alcuni aspetti del loro funzionamento”.

Oltre il 30% dei clienti di Venmo operano già sulle cripto

Una mossa che sembrerebbe dovuta, dato che come affermato da Venmo circa il 30% della userbase del servizio investe già in criptovalute a qualche titolo, direttamente o tramite titoli di intermediazione. La mossa di Venmo potrebbe avere delle ripercussioni importanti sull’intero settore, aprendo le porte delle criptovalute ad una userbase composta di oltre 80 milioni di utenti attivi.

Gli utenti potranno acquistare cripto a partire dal minimo di 1$, tramite un pulsante dedicato all’interno della App, utilizzando o il bilancio che hanno già tramite la App, oppure il conto in banca o la carta collegata al servizio. E per noi europei? Come è noto il servizio non è attivo in Europa e soltanto i residenti negli USA, con conto bancario americano, possono dotarsene.

Poco male. Come spieghiamo ampiamente sulle pagine di Criptovaluta.it, ci sono diverse strade per comprare criptovalute e per investirci, anche in modi tecnicamente più consoni rispetto a quanto viene offerto da Venmo stessa. Anche se siamo davanti ad una versione mutilata dei wallet e degli investimenti in cripto, questa è comunque un’ottima notizia per tutto il comparto.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *