Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / NEM: Accordo con il governo Colombiano! Il prezzo sale

NEM: Accordo con il governo Colombiano! Il prezzo sale

NEM è uno dei progetti che, nonostante sia raramente nello spotlight delle criptovalute più discusse, seguiamo da più tempo. Il recente boom di mercato però ci ha dato ragione, con il token relativo XEM che ha confermato la sua appetibilità in termini di investimento.

Una situazione idilliaca per chi ha holdato il token, nonostante le performance non entusiasmanti sul mercato – per giunta all’interno di un trend ribassista che continua a dominare il comparto.

Nem chiude accordo con colombia - tutti i dettagli - da Criptovaluta.it
Arriva l’accordo tra NEM e Colombia – e XEM vola!

Arriva però un importantissimo accordo con il governo della Colombia, che ha contribuito a riaccendere l’entusiasmo intorno a questo progetto e che non poteva che riflettersi anche sul prezzo del token, con una crescita sulle 24 ore che ha superato il 15%.

Chi vuole investire su questo token può farlo sulla cripto-piattaforma Capital.com (qui per ottenere il conto dimostrativo gratuito e illimitato, che propone il token insieme a 235+ coppie cripto, offrendo al contempo l’esclusiva intelligenza artificiale per l’analisi dell’investimento, aggiungendo al parterre di piattaforme anche MetaTrader 4 e TradingView. E per il conto reale si parte da soli 20 euro di investimento minimo.

Cosa sta succedendo a NEM/XEM e perché tutti stanno comprando?

NEM è una criptovaluta non più nuovissima, che fa capo ad un progetto che è ormai sul mercato da diversi anni. Dopo alti e bassi, è riuscita a confermarsi come progetto di spessore, rimanendo stabilmente all’interno delle prime criptovalute al mondo per capitalizzazione, sempre o quasi entro i top 70. Tuttavia non è la storia della criptovaluta che sta spingendo la crescita. C’è stato infatti l’accordo per un progetto pilota con il Governo Colombiano, che utilizzerà le infrastrutture di NEM per portare la blockchain nello spazio pubblico, così come è stato annunciato poco più di 24 ore fa su Twitter.

Il governo della Colombia, tramite il Ministero delle Telecomunicazioni lancerà oggi il primo spazio di sperimentazione della blockchain, dove @peersyst sarà alleato strategico per l’implementazione di diversi progetti, utilizzando la nostra tecnologia Symbol.

Symbol è infatti la tecnologia che il gruppo ha messo a punto per favorire lo scambio di valori e di dati sulla blockchain, con un alto tasso di scalabilità e di controllo delle operazioni da parte degli utenti. Un progetto che è nato per essere duttile e per supportare società dell’informazione, logistica e anche diversi progetti pubblici, come appunto nel caso dell’accordo con il governo della Colombia. Qualcosa che riteniamo essere di fondamentale importanza per l’adozione futura non solo del protocollo, ma anche della criptovaluta che lo anima, cioè XEM.

Per chi volesse saperne di più, è disponibile anche il video di lancio del progetto – che è arrivato dopo 4 anni di sforzi da parte del team di sviluppo (e non senza qualche mugugno di chi lo riteneva ormai arenato).

Ci sarà da vedere quanto il protocollo riuscirà ad integrarsi anche all’interno del settore privato, dove la domanda di infrastrutture blockchain è altissima, ma con una competizione che è altrettanto alta.

Cosa aspettarsi dal futuro di NEM?

In realtà siamo molto lontani dai target price che abbiamo fissato sulle nostre previsioni NEM e sarà pertanto necessario molto di più al progetto per risalire la china. Complice anche un attacco durissimo da parte degli speculatori nel corso degli ultimi mesi.

NEM tuttavia, anche in virtù di questo accordo, ha dimostrato di essere progetto solidissimo e pronto a giocarsela anche con i migliori del settore. Rimarremo alla finestra a documentarne qualunque possibile evoluzione futura, certi che NEM sarà ancora qui a far parlare di sé.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *