Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / IOST vola: + 30%! | La quotazione in Giappone la chiave del boom…

IOST vola: + 30%! | La quotazione in Giappone la chiave del boom…

IOST non è una novità per i lettori di Criptovaluta.it, dato che ne avevamo già parlato in uno speciale ad aprile, in occasione di uno dei suoi primi boom e del suo ingresso nella classifica delle prime 100 criptovalute.

Nelle ultime 24 ore sono in molti che sono tornati a parlarne, complice un altro incredibile boom che apre sia alla speculazione, sia invece a chi è alla ricerca di buoni asset cripto sui quali fare investimenti di lungo periodo.

IOST quotato su OkCoin - ecco perché vola
IOST tra le migliori della giornata grazie alle notizie che arrivano dal Giappone

IOST è tra le criptovalute disponibili sulla piattaforma Capital.com (qui per ottenere un conto virtuale gratis e senza limiti), sempre molto attento alle novità di mercato (anche quando introvabili altrove). Unico al mondo per il suo algoritmo in intelligenza artificiale per l’analisi dei portafogli di investimento, nonché dotato di piattaforme avanzate per chi vuole investire come i professionisti.

Possiamo trovare anche MetaTrader 4 e TradingView tra le opzioni disponibili, piattaforme di prima fascia e utilizzate anche da chi vive di trading. Bastano 20 euro per aprire un conto reale.

Cosa sta succedendo a IOST e perché continua a crescere?

L’innesco più importante delle ultime ore per il prezzo di IOST è stata la quotazione presso OkCoin in Giappone, paese che come è noto applica delle condizioni molto rigide ai token che vogliono quotarsi presso i principali exchange. IOST era stato già approvato dalla FSA – l’omologa di CONSOB nel paese del Sol Levante – per poi essere inserito in uno degli exchange più importanti di quella economia.

Un segnale molto forte – che ha scatenato gli acquisti – nonostante sarà possibile depositare i propri token IOST sull’exchange soltanto a partire dal 10 settembre prossimo, con il 15 settembre che sarà invece la data di inizio delle contrattazioni. Una notizia che non ha potuto che scatenare la corsa agli acquisti, come sempre accade quando sono coinvolte le quotazioni presso exchange di grande rilevanza.

Un protocollo molto particolare, con un metodo di validazione unico

IOST è già molto forte in tutta l’Asia, offrendo un protocollo che è tra i più utilizzati in quella parte di mondo quando si tratta di sviluppare App Decentralizzate che hanno bisogno di costi molto bassi e di alta capacità di portare a termine le transazioni in tempo utile.

La Proof of Believability è la caratteristica più unica e interessante del protocollo di IOST – un meccanismo nato per ridurre la centralizzazione tipica dei sistemi PoS, tramite i Servi, che rappresentano il grado di coinvolgimento di utenti e nodi all’interno della community. Un sistema molto complesso, ma che effettivamente è in grado di garantire in maniera più consistente la decentralizzazione del protocollo di validazione, ovvero di superare quello che è il problema principale di tanti protocolli che invece si basano su PoS classico.

IOST è spesso oggetto di pump

Chi volesse entrare adesso sul mercato di IOST deve tenere conto però di uno degli aspetti più importanti di questo progetto: la tendenza ad essere oggetto di ondate d’acquisto importanti, che poi finiscono anche per innescare delle correzioni.

Una situazione che ciclicamente si ripropone, rendendo questo token difficile da gestire in termini di investimenti di breve e brevissimo periodo. Pertanto il nostro consiglio è quello di valutare il progetto guardando al medio e lungo periodo. – tenendo conto non solo delle sue caratteristiche tecniche, ma anche di questo suo comportamento. Con i broker che lo offrono possiamo anche investire al ribasso – ma si tratterà comunque, almeno sul breve, di una cavalcata molto difficile (ma potenzialmente redditizia).

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *