Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Bitcoin: Grande lotta a 46.000$ | Ecco dove può arrivare BTC…

Bitcoin: Grande lotta a 46.000$ | Ecco dove può arrivare BTC…

Il re è tornato? Oppure è troppo presto per dirlo? Bitcoin torna in quota 46.000$ e se la gioca su una soglia fondamentale superata la quale stabilmente per molti sarà il ritorno ad un ciclo di bull run.

Tutto questo dopo una giornata estremamente convulsa ieri, dovuta anche alla notizia, poi ritirata, della collaborazione tra Walmart e Litecoin, con montagne russe che hanno portato a liquidazioni estremamente importanti sia sul lato dei long che su quello degli short.

Bitcoin lotta sui 46.000$ - l'analisi di Criptovaluta.it
Una soglia psicologica importante – dove si gioca il futuro di breve della bull run

Ce la farà Bitcoin a rimanere sopra i 46.000$? Le notizie che arrivano dal suo ecosistema sono molto interessanti – e le analizzeremo una per una anche per capire come potrebbe muoversi nelle prossime ore.

Come sfruttare questa notizia – I Segnali:

💻DOVE INVESTIRE⏳INTRADAY🎮PROVA GRATIS💡TP Breve / Medio📈LONG TERM
1- eToro [CFD e Reale]BUY🟢DEMO GRATUITA!100.000$ / 150.000$Acquisto🟢
2- Capital.com [CFD]BUY🟢DEMO GRATUITA!100.000$ / 150.000$Acquisto🟢
Outlook, target price e segnali su Bitcoin sul mercato di oggi.

Arriva la core 22 – l’ultimo grande aggiornamento del software che fa girare Bitcoin

La notizia più importante delle ultime ore è l’arrivo della versione 22 del protocollo che permette a Bitcoin di funzionare. Una major release che arriva a 6 mesi di distanza, in perfetta timeline, dalla precedente. Un update al Core che ha visto coinvolti oltre 100 sviluppatori e che ha integrato circa 800 pull request. Si tratta inoltre della prima release core che supporterà Taproot e con altri piccoli miglioramenti del funzionamento generale del protocollo.

Qualcosa che non è in grado forse di muovere il mercato sul breve, ma che è comunque segnale di consistenza per il protocollo, che continua ad essere sviluppato con il suo proprio modello e ad introdurre novità, sebbene per i detrattori a ritmo lento rispetto ad altri tipi di protocolli. Ma non è questo il punto per Bitcoin, un protocollo che ha sempre preferito la stabilità alla novità fine a se stessa – approccio che condividiamo, in particolare per la criptovaluta che da sola vale oltre 850 miliardi di dollari.

Anche i problemi di Chivo saranno presto un lontano ricordo del passato

Chivo è partita bene, ben oltre le aspettative. Ma un wallet che deve gestire milioni di residenti ad El Salvador, che hanno tutti o quasi cercato di portarsi a casa i 30$ in Bitcoin omaggio, qualche problema tecnico era più che prevedibile. Sul tema arriva un aggiornamento direttamente da Nayib Bukele, presidente di El Salvador e primo sostenitore della Ley Bitcoin.

Gli errori tecnici di Chivo Wallet sono stati corretti per il 95%, nei prossimi giorni arriveremo al 100%. I 200 ATM a El Salvador funzionano perfettamente, così come i 50 che si trovano negli USA. Negli Stati Uniti ci sono ATM in tutte le aree che ce lo consentono legalmente [segue lista]. L’opzione di ricarica con carta di credito o debito sarà attiva da domani. Sarà possibile ricaricare il Chivo Wallet con qualunque carta, in qualunque parte del mondo, senza pagare commissioni. Il nuovo minimo è di 0.01$ per transazione e stiamo lavorando con realtà commerciali importanti per offrire benefici aggiuntivi (come sconti o prodotti speciali) a chi usa Chivo Wallet.

Ottime notizie dopo che i detrattori avevano approfittato dei prevedibili problemi tecnici in un passaggio epocale di questo tipo per gettare fango su quello che sarà il primo passo dell’adozione di Bitcoin all’interno delle economie reali e come valuta avente corso legale. Tutto rientrato, perché come avevamo già anticipato su Criptovaluta.it, non si è trattato di un gesto velleitario da parte di El Salvador, ma di un passo ben programmato e con tutto il supporto tecnico necessario, nonostante l’opposizione del Fondo Monetario Internazionale.

Per Bitcoin battaglia intorno ai 46.000

La battaglia che è già iniziata nelle ultime ore è intorno al livello soglia dei 46.000%, già superato diverse volte in mattinata, ma con una battaglia molto aspra tra tori e orsi, senza che nessuno dei due schieramenti, almeno per il momento, sembri pronto a sopraffare l’altro. Orsi che erano in ritirata, dopo una cavalcata interessante per circa il 3% del prezzo, ma che ora sembrano aver ripreso coraggio per tenere una delle resistenze intermedie più importanti.

Nel caso in cui dovesse essere superata con stabilità, la seconda delle resistenze importanti è fissata a 46.800$ superata la quale BTC punterebbe diretto verso quota 48.000$, cercando di recuperare i livelli della scorsa settimana. La questione Litecoin di ieri è stata poi paradossalmente un buon segnale per Bitcoin, che nonostante l’enorme caos che ne è conseguito, ha comunque mantenuto prima e recuperato poi dei buoni livelli di prezzi. Tutto questo in un mercato di settembre che, lentamente, sia avvia al ritorno della normalità anche per quanto riguarda i volumi.

Liquidazioni Bitcoin - tabella
Ieri un buon numero di liquidazioni – anche se lontani dal frambusto del 4 settembre

Tutto questo mentre le liquidazioni nelle ultime 24 ore hanno raggiunto dei livelli importanti, per circa 400 milioni di dollari e principalmente tra i long, come riporta chiaramente la nostra infografica ricavata dai dati diffusi da ByBt, segnale del fatto che di posizioni short da flushare con la run innescata da Litecoin e dalla fake news che ha fatto il giro del web ce n’erano in realtà molto poche.

Cosa aspettarsi da Bitcoin per le prossime giornate di scambi?

La situazione sembra essere piuttosto incerta e riteniamo che il canale chiave parta comunque, anche per i prossimi giorni, dai 45.000$, livello da mantenere a tutti i costi verso il finire della settimana per confermare la consistenza della sua bull run di medio periodo.

È opinione degli analisti però l’inevitabilità della stessa, con BTC che dovrebbe vivere una seconda primavera tra settembre e ottobre, puntando dritto verso i target price che abbiamo indicato nelle nostre previsioni Bitcoin. Anche se il quadro di breve può sembrare incerto, il sole dovrebbe tornare su BTC e sull’intero comparto cripto.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *