Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Causa Ripple contro SEC | Il giudice protegge la Agency

Causa Ripple contro SEC | Il giudice protegge la Agency

Una piccola vittoria per SEC, nella causa legale che sarà definitoria per il mondo delle criptovalute, ovvero quella contro Ripple. Il giudice Netburn ha infatti negato a Ripple accesso allo storico delle transazioni di dipendenti SEC.

Dati che avrebbero dimostrato, secondo gli avvocati di Ripple, che chi è direttamente coinvolto nel processo decisionale della più importante authority finanziaria del mondo ha in realtà degli interessi diretti e finanziari a definire Ripple un titolo finanziario.

La buona notizia è che $XRP non ha risentito di questa evoluzione del processo e che ha tenuto sopra i 0,94$, prima di tornare a crescere in scia delle altre criptovalute. Troviamo $XRP su eToro (qui per un conto dimostrativo gratuito ed illimitato), piattaforma che offre servizi fintech unici e utili per massimizzare il ritorno sull’investimento.

CopyTrader per copiare i migliori – o per sbirciare nei loro movimenti – insieme a CopyPortfolios per chi preferisce operare su panieri cripto misti, che includono tutti i migliori protocolli.

Ripple vuole vederci chiaro, il giudice si oppone

Nonostante la causa tra SEC e Ripple sia ormai sgonfia – e poco in grado di agitare i mercati – c’è ancora spazio per gli ultimi fuochi d’artificio. Agli avvocati di Ripple Labs non sembra basti una vittoria ai punti – e continuano ad attaccare lungo qualunque canale possibile.

Ultima richiesta, in ordine temporale, è stata quella di accedere allo storico delle transazioni dei dipendenti di SEC. Il punto da provare è che qualcuno, dentro SEC, ha avuto dei vantaggi nel dichiarare XRP titolo finanziario, con conseguente ban da diversi exchange sul suolo USA, crollo del valore del token e vantaggio per altri progetti concorrenti.

Una richiesta che però è stata negata dal giudice che presiede la causa, Sarah Netburn, che ha affermato che le posizioni individuali dei dipendenti SEC non possono aggiungere, a questo punto della causa, nulla affinché si arrivi alla verità. Una posizione che, rispettosamente, non ci sentiamo di condividere, ma che probabilmente al tempo stesso non riuscirà ad investire le sorti di un processo che vede Ripple in netto vantaggio.

Cosa che è stata confermata anche dai mercati – che non hanno risposto in modo eccessivamente negativo alla notizia – e che stanno permettendo a $XRP di tornare verso quota 1$, dopo aver resistito in modo quasi eroico intorno agli 0,94$, livello che da molti analisti era considerato come il supporto fondamentale sul quale si sarebbero giocati i destini di breve periodo.

Con la causa che vale… poco, ecco cosa dice l’analisi tecnica

In una situazione dove chiaramente la causa può esprimere ancora pochissimo in termini di impatto sul mercato, ricorrere all’analisi tecnica può essere utile per chi sta cercando di entrare su Ripple in queste ore.

MEDIA MOBILE102050100200
SEMPLICEVENDI 🔴COMPRA 🟢COMPRA 🟢COMPRA 🟢COMPRA 🟢
ESPONENZIALEVENDI 🔴COMPRA 🟢COMPRA 🟢COMPRA 🟢COMPRA 🟢
Medie mobili su $XRP a 1settimana

L’orizzonte che applichiamo è settimanale – e le medie mobili – fatta eccezione per quella con coefficiente 10, sono tutte in positivo. Segno di una buona forza relativa di XRP, che andrà però confermata anche dagli indicatori tecnici.

INDICATORESEGNALE
RSINEUTRO
CCICOMPRA 🟢
ADXVENDI 🔴
MOMENTUMCOMPRA 🟢
MACDCOMPRA 🟢
ROCCOMPRA 🟢
STOCHNEUTRO
Indicatori su $XRP a 1 settimana

Ottimo il quadro anche qui, con il solo ADX che è in negativo, MACD invece che segnala un trend positivo e nel complesso una posizione rialzista chiara. Un quadro che fa il paio con le nostre previsioni Ripple – che indicano target price decisamente più alti dei prezzi attuali di mercato. Chi vuole entrare su Ripple potrebbe dunque avere ancora una finestra a disposizione.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *