Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Bitcoin a 135.000$ | L’incredibile profezia che si avvera

Bitcoin a 135.000$ | L’incredibile profezia che si avvera

Analisi o profezia? Uno degli analisti più famosi su Twitter, Plan B, rispolvera una previsione fatta il 20 giugno scorso, che ha previsto per il momento esattamente il percorso di prezzo di Bitcoin.

Una previsione che, se dovesse avverarsi, farebbe la fortuna dei tanti che hanno già investito su Bitcoin o che sono pronti ad entrare adesso sul mercato. Sì, perché il traguardo fissato per fine anno è lo stesso dei nostri analisti.

La profezia su Bitcoin a 135k - analisi di criptovaluta.it

C’è un enorme spazio di ingresso per gli investitori – con $BTC che è disponibile sulla piattaforma eToro – con demo gratuita e capitale virtuale a costo zero (servizi inclusi)– che ha a listino Bitcoin direttamente oppure tramite CopyPortfolios, all’interno dei quali troviamo anche altre criptovalute, in rapporto di capitalizzazione.

Possiamo inoltre operare con il CopyTrader, servizio che permette di investire copiando in un 1 click i migliori – oppure di spiare le loro mosse che anticipano il mercato. Bastano 50 dollari per aprire un conto reale.

La previsione per ora tiene: e entro fine anno…

Potrebbe verificarsi quello che abbiamo già indicato nelle nostre previsioni Bitcoin, ovvero la possibilità che il re delle criptovalute superi quota 6 cifre, un livello di prezzo che, alle attuali condizioni di mercato, è il consenso ufficiale di tutti gli analisti che hanno un atteggiamento bullish.

Una cifra sulla quale giocherà un ruolo fondamentale ottobre, per un percorso che da Plan B era stato già fissato a giugno, poco dopo il penultimo crack della Cina e la ritirata di Elon Musk – che al tempo ha smesso di accettare pagamenti in Bitcoin tramite Tesla.

Bitcoin è sotto i 34.000$, spinto dal FUD di Elon Musk sui consumi energetici e dall’attacco della Cina ai miner. Ci sono anche questioni fondamentali per la sua debolezza a giugno e possibilmente a luglio. Il mio scenario peggiore per il 2021 è di 47.000 ad agosto, 43.000 a settembre, 63.000 ad ottobre, 98.000 a novembre e 135.000 a dicembre.

Una situazione che vorrebbe dire, per i tanti che stanno entrando adesso sul mercato di Bitcoin un guadagno di oltre il 300% rispetto ai prezzi di oggi entro la fine dell’anno. Una previsione estremamente positiva, sulla quale però si dovrà attendere la battaglia campale che attende BTC ad ottobre.

Possiamo fidarci di questa previsione?

Tute le previsioni su Bitcoin – ma anche sugli altri asset finanziari vanno sempre prese con un pizzico di scetticismo, non perché non siano state svolte secondo i canoni, ma perché la situazione globale finanziaria non è sicuramente delle più rosee e perché la paura continua a dominare i mercati.

Una paura che potrebbe alterare il piano di Plan B, che tuttavia è stato perfettamente rispettato fino ad oggi, con l’ingresso in ottobre per Bitcoin che rispecchia il suo modello. Sta di fatto che secondo la maggioranza degli analisti il prezzo attuale di Bitcoin è di forte sconto rispetto alle previsioni future della maggioranza degli analisti, anche sul breve periodo.

E che secondo queste previsioni pare che si stiano muovendo anche tanti investitori istituzionali. Previsioni che a qualcuno vanno addirittura strette, tra chi parla di valore a 6 milioni di dollari per il 2061 e chi invece punta sul breve a 200.000$. Noi per il momento rimaniamo sul nostro livello indicato nelle previsioni – che è di 100.000$ sul breve.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

6 commenti

  1. Spero si avveri ma per far ciò, da domani a fine dicembre, BTC dovrebbe decollare tipo il Saturno 5 sulla rampa di lancio: mi sembra improbabile!

  2. per quanto il titolo sia fuorviante (la profezia avvertasi è quella dei 43k, mica dei 135k :D) credo fare i 135k entro fine anno sia assolutamente possibile. è entrata in gioco pure visa… quella non la ferma manco il padreterno, e se parte con un’operazione simile sa benissimo cosa stnano per fare gli Usa (aprire definitivamente).
    Vedremo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *