Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Ripple: clamoroso accordo con grande Banca | Possibile Bull Run di XRP

Ripple: clamoroso accordo con grande Banca | Possibile Bull Run di XRP

Uno dei più grandi gruppi bancari del mondo – e leader incontrastato in Medio Oriente e in Africa ha appena annunciato l’accordo con Ripple e in particolare per il network di pagamenti basato su RippleNet.

Parliamo di QNB, che partirà con un progetto pilota che sarà attivo in tutti e 31 i paesi dove opera il gruppo bancario. Si tratta di uno degli accordi più importanti della storia di Ripple e di uno di quelli che potrebbero lasciare un segno importante anche sul prezzo della relativa criptovaluta $XRP.

QNB e Ripple chiudono l'accordo - sarà partner di Ripple Net
Ripple sfonda in Qatar (e in tutto il Medio Oriente) con la partnership con QNB

Una notizia per dare fuoco alle polveri e iniziare ad investire su Ripple. Possiamo trovarla nel listino di eToro (vai qui per ottenere un conto demo gratuito con tutte le funzionalità disponibili), intermediario preferito di chi entra oggi sul mercato, grazie al trading automatico offerto dal CopyTrading – con il quale poter copiare i migliori oppure spiarli.

Abbiamo a disposizione anche una piattaforma di trading semplice da usare ma ricca di strumentazione per l’analisi tecnica, insieme ai CopyPortfolios, portafogli smart con tutte le principali criptovalute al loro interno. Bastano 50$ per passare ad un conto reale.

Chi è QNB e cosa c’è nell’accordo con Ripple

Quando parliamo di QNB stiamo parlando della Qatar National Bank, gruppo che è tra i più forti al mondo, nonché il primo in Africa e in Medio Oriente. È presente anche in Turchia tramite il gruppo FinansBank ed è dunque rilevante per tutte le economie maggiormente sviluppate dell’area. Il gruppo ha appena annunciato che avvierà un progetto pilota per l’utilizzo di Ripple, o meglio della sua Ripple Net, entrando così a far parte di un circuito già utilizzato da oltre 300 banche in tutto il mondo.

La notizia è particolarmente rilevante anche per i paesi in cui opera QNB, paesi dove il tasso di immigrazione e emigrazione è piuttosto alto – dove dunque le rimesse giocano un ruolo fondamentale. Un altro durissimo colpo, pertanto, per il vecchio modo di trasferire denaro. I Money Exchange hanno già subito una sconfitta a El Salvador, dove l’utilizzo di Bitcoin e di Chivo abbatterà costi per 400 milioni di dollari.

E l’avanzata di Ripple promette forse ancora di più, almeno in termini di spinta verso l’uscita dal mercato dei diversi agenti che oggi applicano commissioni altissime a chi vuole mandare denaro da e per il suo paese.

L’obiettivo di QNB è di offrire ai propri clienti il top dell’innovazione e la partnership con Ripple è un altro passo per rendere le rimesse innovative e semplici per il clienti. In parole povere, questa nuova feature offrirà ai nostri clienti di avere un servizio efficiente e istantaneo per i pagamenti internazionali.

Questo il commento di Heba Al Tamimi, General Manager del gruppo, al quale sono poi seguite le parole di Navin Gupta, che si occupa dell’area asiatica per Ripple Labs.

Siamo felici di essere Partner Strategico di QNB, offrendo innovazioni nel sistema bancario e servizi Fintech per migliorare l’esperienza di chi fa trasferimenti internazionali. Con QNB potremo portare RippleNet in altri mercati.

Cosa vuol dire per il network di Ripple?

Questa notizia è di assoluto rilievo, perché connetterà anche le altre 300 banche che fanno già parte del network con i servizi di QNB, aumentando di molto le potenzialità del network.

Per quanto riguarda le quotazioni di Ripple, questa notizia potrebbe esprimere i suoi effetti principalmente sul medio e lungo periodo. Spingendo Ripple ai target price fissati dalle nostre previsioni. Tutto questo nonostante una causa contro SEC che sarebbe potuta essere di grande ostacolo allo sviluppo anche commerciale del gruppo.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *