Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Nexo al +20% | Boom per il protocollo di prestiti e carte cripto

Nexo al +20% | Boom per il protocollo di prestiti e carte cripto

Nonostante l’offensiva del governo USA sui protocolli che offrono prestiti con collaterale in criptovaluta, ci sono diversi protocolli che stanno ottenendo degli ottimi gain di mercato.

A guidare il comparto oggi è Nexo – protocollo piuttosto lineare per ottenere prestiti in fiat o stablecoin – che hanno come collaterale (e quindi come contropartita del prestito) proprio le principali criptovalute. Con $NEXO che è la criptovaluta di governance del protocollo e che sta guadagnando, nel momento in cui scriviamo, oltre il 20%.

boom per Nexo - l'analisi di Criptovaluta.it
Nexo sfrutta le cripto in bull run e vola

Possiamo trovare questa criptovaluta in scambio sul DEX di Binance (vai qui per ottenere un conto gratuito), intermediario che offre accesso a tantissime criptovalute emergenti, anche quando a bassa capitalizzazione come in questo caso.

Abbiamo a disposizione un dex interno tramite il quale scambiare da e per criptovaluta con gli stablecoin, con un livello di commissioni tra i più bassi al mondo. Le criptovalute acquistate possono essere messe a rendimento tramite il programma Earn, che offre ricompense tra le più alte sul mercato.

Che cos’è NEXO e perché sta crescendo in modo così importante

$NEXO è la criptovaluta dell’omonimo network, un protocollo che – in stile Celsius e come tanti altri del mondo della finanza decentralizzata – offre la possibilità di ottenere prestiti in fiat o in stablecoin utilizzando le principali criptovalute come collaterale.

All’interno di questo protocollo potremo pertanto bloccare i nostri Bitcoin – ma anche Ethereum e tanti altri altcoin tra i primi 30 per capitalizzazione di mercato e ottenere prestiti istantanei e senza intermediazione. Un sistema che è al cuore della finanza decentralizzata e che nonostante un attacco frontale da parte del regolatore USA, oggi è in costante crescita – con una parte del prezzo dei token di questi protocolli che è direttamente correlato con quanto in realtà sta vivendo l’intero mondo delle cripto.

E con tutti i token i coin meglio capitalizzati sul mercato che stanno ottenendo dei gain molto importanti da inizio settimana era ovvio aspettarsi una crescita di questo tipo da parte di un ecosistema che è un po’ il termometro dell’intero comparto.

Nexo è molto interessante anche perché permette di ottenere ottime ricompense per le cripto che vengono depositate – così come si possono ottenere ritorni molto superiori a quelli offerti dalle banche per il blocco di EuroDollari USA o anche Sterline. Tutto tramite una comoda App che è effettivamente alla portata di tutti e che opera oggi in più di 200 paesi.

Su cosa stiamo investendo esattamente quando compriamo $NEXO?

Stiamo investendo – come è solito nei protocolli che abbinano un’impresa commerciale ad un token – sul futuro dell’azienda. All’aumentare dei volumi di utilizzo e del reach commerciale il token di Nexo non potrà che aumentare di valore, dato anche un approccio molto restrittivo della sua Tokenomics.

Il formato è molto interessante – dato che è un vero ponte anche con il mondo del piccolo banking. Viene infatti offerta anche una carta Mastercard con un ambizioso programma di Cashback che oggi vale fino al 2% su tutti gli acquisti.

Per chi cerca un’alternativa alle criptovalute più blasonate – $NEXO potrebbe essere una di quelle da seguire e magari sulla quale allocare una parte ridotta, ma significativa, del nostro capitale. Il mondo della blockchain non esiste più soltanto nei servizi avanzati – oggi è solido anche per chi vuole utilizzare normalissimi servizi di credito, prestito e spesa digitale – NEXO è tra le bandiere di questa rivoluzione.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *