Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Enjin Coin vola | Zampino di Facebook e aste Polkadot

Enjin Coin vola | Zampino di Facebook e aste Polkadot

Mancava ormai da qualche tempo anche dal nostro sito – dove comunque la seguiamo da sempre, da quando $ENJ non era ancora una criptovaluta così popolare. Oggi si riguadagna le primissime pagine grazie ad un’ottima performance sul mercato, insieme a novità importanti per quanto riguarda il suo sviluppo.

Enjin si gode, come è già successo a Decentraland, un successo innescato anche dalle notizie che arrivano da Facebook – che ha portato in alto quasi tutti i protocolli che sono legati al mondo di NFT e Multiverse. Ma ci ha anche messo del suo, dato che potrebbe appunto partecipare alle prossime aste di Polkadot.

Enjin Coin vola sul mercato - l'analisi di Criptovaluta.it

Notizia questa decisamente rialzista, che potrebbe contribuire ad una spinta sul prezzo di Enjin. Possiamo investirci con eToro – vai qui per ottenere un conto virtuale gratuito e con tutte le funzionalità top disponibili – intermediario che è unico per l’offerta di servizi fintech.

Possiamo infatti utilizzarlo anche per per il trading automatico con il CopyTrader – sistema di copia in un click dei migliori investitori. In alternativa abbiamo i CopyPortfolios – che includono diverse criptovalute in singoli titoli. Si può passare ad un conto reale con soli 50$.

Il 4 novembre rivelati i piani per partecipare alle aste su Parachain di Polkadot

Le aste su parachain di Polkadot sono uno degli eventi più importanti per il comparto delle criptovalute, con un attesa che sta facendo già crescere sensibilmente il prezzo di $DOT, perché renderà questo protocollo centrale nell’interoperatività del mondo cripto – con diversi tra gli altri protocolli che vogliono essere tra i primi a cavalcare quest’onda.

Secondo un hint che è stato diffuso da Enjin sul suo account Twitter ufficiale, il prossimo 4 novembre il protocollo rivelerà i piani per Efinity verso le aste di Polkadot, in un evento che si terrà alle 18:00 ora italiana.

Non è ancora chiaro se, quando e come il protocollo parteciperà – ma è quanto circola ormai sempre più insistentemente da qualche tempo a questa parte.

Facebook stuzzica tutto il mercato delle criptovalute con NFT e gaming

L’annuncio di Facebook di ieri, con il cambio del nome della società e la creazione – in tempi ancora non chiari – di un multiverso che supporterà anche i NFT ha contribuito a portare in alto tutti i protocolli che si occupano di gaming e che incorporano anche i token non fungibili. È stato il caso questa mattina di Decentraland – che è stato il network più interessato da questa crescita, ed è stato anche il caso di Enjin, che dalle nostre parti, in Europa, si conosce ancora molto poco come protocollo – ma che in realtà ha da offrire molto proprio in questo tipo di ambiti.

Enjin Coin è nato proprio per supportare gaming item su blockchain, permetterne anche la creazione di marketplace e con il ricorso alla tecnologia dei token non fungibili. Tecnologie che, con l’ingresso di Facebook, raggiungeranno idealmente anche un pubblico tradizionalmente lontano dal mondo delle criptovalute.

Per Enjin Coin ottime prospettive – che non dipendono solo da Facebook

Le prospettive su Enjin Coin rimangono, almeno a nostro avviso, molto positive per il medio e lungo periodo, con i target price $ENJ che puntano su livelli di prezzo molto più alti di quelli attuali.

Questo senza tenere conto del movimento sullo stesso comparto di realtà come Gamestop – che proprio pochi giorni fa ha avviato le procedure per l’assunzione di specialisti nel mondo NFT, per un’altra piattaforma dedicata al gaming e alla blockchain. Un trend sempre più forte, nel quale $ENJ potrà far pesare la sua maggiore esperienza, dato che è nato con un certo anticipo rispetto alla concorrenza.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *