Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / $PHB Phoenix Global al +6.000% | Tutta la verità sul boom del momento

Phoenix GLobal boom

$PHB Phoenix Global al +6.000% | Tutta la verità sul boom del momento

Chi ha verificato nelle ultime ore Coinmarketcap avrà sicuramente incontrato, tra le prime 100 criptovalute per marketcap una new entry. Parliamo di $PHB di Phoenix GLobal, sconosciuta ai più, che secondo il popolare sito di quotazioni starebbe guadagnando addirittura il 6.000%.

Tutto questo però è il frutto di un grande equivoco, che riguarda un rebranding del token, una migrazione da PHX a PHB con il nuovo token che ne rappresenterà 100 del vecchio. I prezzi mostrati in queste ore da Coinmarketcap, nonostante si tratti di un sito legato a Binance – sono pertanto da riconsiderarsi alla luce di questo passaggio.

Phoenix GLobal errore coinmarketcap
Il progetto del momento? Forse no, perché le quotazioni ufficiali sono vittima di un banale errore

Sarà comunque una buona occasione per parlare di questo progetto e dei motivi per il quale ha voluto ribrandizzarsi. Lo possiamo trovare su Binance – vai qui per aprire un conto gratuito – intermediario che è stato il primo a supportare la migrazione e che si conferma come uno dei più attenti ai progetti a bassa capitalizzazione.

Con il programma Earn possiamo bloccare inoltre le nostre criptovalute e guadagnare somme anche importanti giorno per giorno. Il dex interno offre basse commissioni e accesso a centinaia di token.

Che cos’è Phoenix Global e come ha fatto a crescere di oltre il 6.000%

Come abbiamo già anticipato durante la nostra introduzione, si è trattato in realtà di un glitch, ovvero di un errore di Coinmarketcap durante il passaggio del token dalla sua ormai estinta versione alla nuova. Ma andiamo con ordine.

Alle 05:00 ora italiana di oggi il vecchio $PHX si è rinominato in $PHB, secondo un progetto che era stato annunciato già qualche tempo fa da Phoenix Global. Il passaggio ha anche previsto una riduzione dei token in circolazione di 1/100, ovvero ogni nuovo $PHB rappresenta tecnicamente 100 $PHX. E questo è stato il motore del caos che in queste ore sta coinvolgendo Coinmarketcap. Perché il sito tiene ancora conto del vecchio prezzo a 24 ore e della vecchia capitalizzazione in relazione al circolante.

Quindi no, sebbene Phoenix Global sia un progetto potenzialmente interessante, non è entrato di fatto nelle prime 100 criptovalute del mondo e non ha avuto un guadagno del 6.000%. Tutt’altro, il token almeno su Binance sta perdendo valore sulle 24 ore.

  • Che cos’è Phoenix Global e come funziona

Phoenix Global è un protocollo che ha migrato nella giornata di oggi dalla rete NEO e che ha avuto una storia decisamente movimentata negli anni, fatta di acquisizioni di altri progetti e fusioni. Il protocollo punta ad offrire infrastrutture blockchain per il mondo dell’economia reale, con un oracolo proprietario in stile Chainlink, sidechain parallele per le imprese, come abbiamo già visto in parte su Avalanche e un doppio meccanismo di consenso.

Il progetto è sicuramente interessante, anche se di nicchia, includendo anche smart contract multilivello e un motore interno per lo spostamento dei dati tramite macchina virtuale. Tecnologicamente avanzato, è però molto lontano dal marketcap che viene adesso indicato su Coinmarketcap. In realtà i token che sono attualmente in circolazione non sono 3,5 miliardi, ma 35 milioni – cosa che rende il market cap attuale vicino a 30 milioni di dollari. Decisamente insufficienti per entrare a far parte della classifica dei primi 100 progetti.

Staremo alla finestra per vedere se questo passaggio potrà essere foriero di buone novità per il protocollo – ma chi vuole investire adesso dovrà tenere necessariamente conto di quanto è avvenuto oggi e non farsi abbindolare da una crescita che in realtà non c’è.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

5 commenti

  1. Aspettavo proprio un vostro commento… lo avevo notato stamattina! Siete grandi.. grazie!

  2. Si ma sono impossibili da trovare prima che esplodono…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *