Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / AAVE vota la v3 | Vincono i “sì” – Bull Run a breve?

AAVE V3 - ANALISI

AAVE vota la v3 | Vincono i “sì” – Bull Run a breve?

Appuntamento per l’11 novembre prossimo, quando sarà certo il passaggio della votazione che porterà $AAVE verso la v3, che include interessanti novità anche in termini di interoperabilità con le diverse chain supportate. 

Il voto si è aperto da poco, ma è già chiarissima la direzione intrapresa, lasciando pochissimi dubbi sulla possibilità che la governance di AAVE rifiuti questo interessante e prezioso aggiornamento. 

AAVE V3 - analisi di Criptovaluta.it
AAVE si prepara ad introdurre Portal – la nostra analisi

Il prezzo potrebbe risentirne in positivo per tutta la settimana – e anche sul medio e lungo periodo. Una buona occasione e un buon momento per esporsi verso AAVE, che possiamo trovare sulla piattaforma eToro – vai qui per ottenere il conto virtuale con tutte le funzionalità top incluse (comprese le funzioni per il trading automatico). Unico al mondo ad avere un sistema 1 click di copia dei migliori investitori con il CopyTrader

Possiamo anche optare per strumenti come i CopyPortfolios – che offrono panieri scelti dagli esperti di asset cripto – per un titolo singolo senza commissioni aggiuntive. Con 50$ possiamo investire con un conto reale. 

AAVE v3: a che punto è la votazione e perché sarà the next big thing

AAVE è un protocollo di straordinaria utilità e forza – che da qualche tempo si è attivato tecnologicamente e commercialmente anche per offrire la sua infrastruttura al mondo delle grandi imprese e degli investitori istituzionali. 

Un percorso, talvolta attraversato in sordina, che ha contribuito a rendere questo protocollo uno dei più importanti e di prospettiva del mondo della finanza decentralizzata. Non è un mistero per i lettori di Criptovaluta.it il grande interesse con il quale ne seguiamo le evoluzioni. Ultima, ma non meno importante, quella della versione 3, le cui votazioni sono state attivate da poco. 

Seguendo il modello di governance proprio del protocollo, gli holder e staker del token $AAVE si stanno già esprimendo sul passaggio, con una media voto per il sì che si aggira intorno al 99,9%. Non sembrerebbe, per il momento, che ci sia la possibilità di invertire la rotta, con il voto che si chiuderà il prossimo 11 novembre

La grande rivoluzione si chiamerà Portal

E sarà un’aggiunta al protocollo che permetterà a chi utilizza AAVE di burnare su una chain gli aToken per poi ricreare l’asset collegato su altre chain. Per un protocollo che opera su tutte le principali blockchain – anche in layer 2 – si tratta di una novità enorme, che aggiungerà possibilità straordinarie di movimento libero per chi la utilizza. 

Sarà così possibile ottimizzare il nostro impiego della liquidità su diverse blockchain. Sarà anche possibile ottenere in prestito cripto-asset con un fattore collaterale più alto, ovvero con accesso a maggiore liquidità ferma restando la quantità di collaterale richiesta. Più mobilità e più efficienza, per un protocollo che è già il punto di riferimento dell’intero comparot. 

Un passaggio che continueremo a seguire giorno per giorno – perché potrebbe essere la più importante rivoluzione del 2021 e del 2022 del mondo della finanza decentralizzata. Mondo che nonostante le new entry dovrà presto tornare a parlare non solo di AAVE, ma anche di Compound e di altri protocolli questi giorni meno al centro del palcoscenico, come anche Uniswap

Per quanto riguarda l’investimento – questo potrebbe essere un catalyst importante per un aumento di prezzo del token $AAVE sul breve, medio e lungo periodo. Il prezzo ha corretto in modo importante nelle ultime 24 ore, dopo una breve bull run. Che sia l’occasione giusta per aumentare la nostra esposizione?

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *