Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Wax vola tra le prime 100 | +50% in 24 ore per il token dei NFT

WAX VOLA - analisi di Criptovaluta.it

Wax vola tra le prime 100 | +50% in 24 ore per il token dei NFT

Di WAX abbiamo già avuto modo di parlare nel nostro speciale dedicato ai NFT. È anche il cavallo di battaglia di qualche nostro lettore, cosa che dimostra che intorno alla community di Criptovaluta.it si sta creando un ambiente sano, che conosce il mercato e che è pronto a condividere le sue analisi.

$WAXP è la criptovaluta che cresce di più tra le prime 100 per capitalizzazione – e in occasione di questo boom non possiamo che dedicargli un altro approfondimento, cercando di capire fino a dove potrà estendersi questa bull run.

WAXP di Wax fa il record della giornata - di Criptovaluta.it

WAX deve questa ondata di acquisti ad ottimi dati che arrivano dalla sua blockchain – e anche da una forza commerciale che ben pochi protocolli, anche nel settore dei NFT, sono in grado di mostrare. Chi volesse farne incetta può trovare la criptovaluta Crypto.com – vai qui per ottenere il conto gratis con 25$ di bonus esclusivo, intermediario che si conferma ancora una volta il migliore quando c’è da investire sulle criptovalute emergenti.

Offre anche servizi per la rendita passiva, come il Supercharger e lo staking 1 click, insieme alle Mission per guadagnare $CRO gratuitamente.

Boom di Wax, che comunica di essere diventata la blockchain con i più alti volumi al mondo

Il boom di WAX era in qualche modo prevedibile. Quando ne abbiamo parlato con toni entusiastici nel nostro primo approfondimento sul mondo dei non fungible tokens, l’avevamo inserita tra le migliori proprio perché, già ai tempi, utilizzata da grandi gruppi come Capcom e Atari per lo sviluppo dei propri progetti su blockchain e per i collezionabili in forma di token.

Il cammino è stato tanto intenso quanto rapido: la blockchain di riferimento del protocollo è diventata la scorsa settimana quella con il più alto numero di transazioni, segnale del fatto che il protocollo è già utilizzatissimo e dunque anche in grado di generare profitti per i gestori della piattaforma.

  • Che tipo di token è $WAXP

È il token della blockchain nata nel 2017 per essere una piattaforma e-commerce rapida e facile da utilizzare, tanto per i venditori quanto per gli acquirenti. Si basa su un meccanismo di DPoS, ovvero delegated proof of stake e esegue le transazioni senza commissioni.

Al servizio sono associati anche un wallet proprio e un OAUTH per supportare le operazioni di compravendita, il tutto su una blockchain che non ha commissioni per le transazioni e che ha un block time di soli 500 ms. Ci sono poi diversi incentivi per spingere i detentori di questo token alla partecipazione – rendendo la community viva e la gestione del protocollo estremamente distribuita.

Molte le grandi aziende che operano sulla blockchain

Le grandi aziende che operano su questo protocollo, oltre le già citate Capcom e Atari. Utilizzano i servizi di WAX anche ToppsBratzWeezerDeadmauSAW.

Sono inoltre moltissimi i progetti di play to earn che hanno deciso di avere come proprio marketplace proprio questo protocollo, aumentando così a dismisura il numero di utenti della piattaforma ed esercitando delle pressioni molto positive sul prezzo, che finiranno per ripercuotersi sul mercato anche sul medio e lungo periodo.

Con un’attenzione particolare anche al mondo delle emissioni – perché WAX è una blockchain carbon free, così come certificato da ClimateCare e consuma una frazione di energia per una transazione rispetto ai concorrenti più diretti. Con oltre 6 milioni di utenti, la piattaforma non potrà che aumentare la propria fortuna. E la caccia al token $WAXP potrebbe prolungarsi ancora a lungo.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

2 commenti

  1. 😀
    Grande Gianluca! Wow, Wax oggi è la 89esima cripto… tanta tanta roba 🙂

    Vi allego un po’ di info aggiuntive (vado dalle più banali alle più “smanettone”, scegliete voi quando smettere di leggere)

    1) gli account sono gratuiti, il wallet più utilizzato (nonchè quello ufficiale) non ha bisogno di essere scaricato ma si usa dal web (si chiama wax cloud wallet, è super-intuitivo, potete abilitare l’autenticazione a 2 fattori di google, cosa che consiglio vivamente). Non avrete bisogno di conoscere/usare le vostre private key: se ne occupa lui. Se invece volete averle, saltate al punto 4 🙂
    2) le transazioni sono 100% gratuite, ma ovviamente non sono infinite. Ogni 24 ore le transazioni si azzerano, quindi potete farne di nuove. Se voleste farne di più basta mettere in stake un po’ di wax (si fa sempre comodamente dal wax cloud wallet) et voilà. Il wax messo in stake ovviamente non è perso, potete riprendervelo quando volete (ci sono però 3 giorni di tempo da aspettare)
    3) essendo una blockchain VERA, a differenza di schifezze private che purtroppo girano (non faccio nomi) tutti i dati e le transazioni sono pubbliche. L’explorer più usato lo trovate su wax. bloks. io (togliete gli spazi)
    4) se volete un’alternativa al wallet ufficiale che vi dia pieno controllo (quindi dovrete salvarvi le key) il wallet più usato è Anchor. Dovete scaricarlo, ma come già detto pieno controllo di tutto. Consigliato a chi se ne intende un minimo!
    5) c’è un’interessantissimo “tokenomic model” associato: il 2% delle transazioni fatte dai mercati (atomichub, nfthive, neftyblocks giusto per citare i tre più grossi) viene ridistribuito tra gli utenti che hanno fatto stake su uniswap. E’ abbastanza complicato, a dire il vero, quindi non entro nei dettagli

    Potrei andare avanti per 2 ore, ma per ora vi grazio 🙂

    Se qualcuno avesse domande scriva pure qui o sul discord ufficiale di Wax (nella sezione tokenomic rispondo sempre a tutti, e -senza falsa modestia- sono uno dei più esperti avendolo seguito dalla nascita… ne sanno qualcosa i miei 123234 fogli excel fatti per calcolare ROI, APY e tutto quello che può venire in mente)

    No, purtroppo non lavoro per Wax, aiuto solo gratuitamente il progetto perchè me ne sono innamorato 2 anni fa 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *