Home / HIVE è in bull run | Approfondimento della blockchain Web3

HIVE BULL RUN

HIVE è in bull run | Approfondimento della blockchain Web3

La scelta per chi soffre durante la correzione delle principali criptovalute di oggi è in realtà vasta. Poco fa abbiamo parlato di Golem e ora è il turno di parlare di Hive, che si gode lo straordinario stato di forma di tutto il comparto legato, direttamente o indirettamente, al gaming su blockchain.

Il protocollo, nato per essere la blockchain del Web3 ha più che raddoppiato il suo prezzo nell’ultima settimana e anche oggi cresce in doppia cifra – segno questo di una straordinaria forza, che in qualche modo sorpassa anche quella del comparto come media.

Ottima prestazione di HIVE – impariamo a conoscerla

Secondo le nostre analisi non è troppo tardi per investire in HIVE – cosa che vedremo più avanti nel corso della nostra guida e cosa che possiamo fare con Binance – vai qui per un conto gratuito – intermediario che offre accesso a centinaia di criptovalute, anche tra quelle emergenti – e anche ad un exchange interno a basso costo.

In aggiunta abbiamo i programmi di Liquid Swap e Earn per guadagnare dalle criptovalute che lasceremmo sul nostro wallet digitale. Una combinazione ideale per chi vuole fare holding di lungo periodo.

Che cos’è HIVE e perché cresce così tanto

Hive è un protocollo in blockchain nato per offrire un framework alle Dapps e agli applicativi Web3. Un progetto ambizioso in una nicchia già particolarmente affollata – che tuttavia è almeno fino ad ora premiato dal mercato, anche e soprattutto per l’onda lunga dei grandi investimenti nel settore del gaming e dei metaverse.

Sono infatti diversi i protocolli di questo tipo che hanno scelto HIVE come blockchain di riferimento – come ad esempio il popolarissimo Splinterlands. Segno di una blockchain che ha già importanti applicazioni pratiche e che ha già volumi importanti in termini di transazioni.

In realtà i giochi sono molti di più, così come sono diverse le App che già girano – sul sito ufficiale ne sono state selezionate già più di 100, per una blockchain alla quale può mancare tutto tranne la vivacità.

Ci sono poi anche progetti come NFT Showroom, un marketplace per NFT, che gira appunto sulla rete di Hive e che proprio nella giornata di ieri ha annunciato di aver sorpassato il milione di dollari consegnato agli artisti. Un numero importante per progetti sperimentali come questo – e per una rete ancora poco conosciuta come Hive.

Seguire Hive: ha senso? Perché farlo?

Hive è sicuramente un protocollo interessante – per motivi tecnologici e anche per l’hype che si sta generando intorno ai protocolli Web3 e che ospitano anche dei videogiochi su blockchain.

A prescindere dalla FOMO del momento, riteniamo che Hive sia uno dei protocolli da tenere sotto i radar – e riteniamo al tempo stesso che il prezzo che è stato raggiunto adesso sul medio e lungo periodo potrebbe rivelarsi come estremamente basso.

Un ulteriore motivo per tenere nella watchlist questo protocollo – del quale siamo certi torneremo a parlare a breve, accompagnandolo ad una disamina dei progetti al suo interno che spingeranno maggiormente sull’acceleratore. Splinterlands potrebbe essere uno di questi, ma no l’unico.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

2 commenti

  1. Finalmente qualcuno che si accorge di questo fantastico progetto.

    Complimenti all’autore per questo. Il problema di questa blockchain è solo uno: è completamente decentralizzata e non ci sono aziende sponsor che investano sul marketing o reti di network marketing che la promuovano come avviene per le shitcoin truffaldine che sono schemi Ponzi.

    Spero proprio che su criptovaluta.it si continui a parlare di questa blockchain perché va davvero scoperta. Non solo per il guadagno monetario che potrà offrire ma proprio per i servizi e le utilità che offre già (e che per questo motivo permetteranno anche la crescita di valore della moneta, che non è fine a sé stessa).

    Sarebbero tante le cose da dire, ma oltre al fatto che, come già ho scritto, la blockchain è fortissimamente decentralizzata (è nata come reagire fork di Steem proprio per reagire alla centralizzazione di Justin Sun, che si è ritrovato a pagare milioni per tavoli, sedie e qualche pc) direi che le cose fondamentali sono che è ANCHE una piattaforma di blogging e social network incensurabile (e sappiamo bene quanto sia oggi importante poter disporre di un sistema di comunicazione resistente alla censura) e anche potenzialmente completamente anonimo.

    Quindi Hive oltre ad essere un algoritmo POS è anche POB (Proof of brain): scrivendo nel proprio blog si guadagno hive, come anche votando e commentando i post altrui. Quindi si possono ottenere Hive anche solo aprendo un account e senza fare investimenti iniziali. Personalmente con questo metodo ho già guadagnato qualche migliaio di dollari in un paio d’anni. Stimolante vero?

    Infine come informazione, aggiungo che su Hive è presente anche una comunità italiana, piccola ma agguerrita e generosa, chiamata Olio di Balena, che vi aiuterà, nel caso vogliate iscrivervi e cominciare a scrivere sul vostro blog, a capirne i meccanismi e di conseguenza a guadagnare.

    Di Splinterlands, invece, il gioco citato nell’articolo, non si può che esser euforici, ma meglio lasciarne parlare l’autore di questo articolo in altri futuri come ha promesso di fare. 😉

    • Ciao , grazie mille per i complimenti. La nostra mission è quella di fare crypto informazione coerente con lo stato dei fatti. Sembra scontato, ma nella moderna editoria non lo è affatto.

      Con buona pace di chi, per vizio di leggerezza, analizza crypto col paraocchi e, per qualche clic ( bait ) in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *