Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Ripple potrebbe battere SEC | Ipotesi ritiro dal processo?

Ripple contro SEC - svolta

Ripple potrebbe battere SEC | Ipotesi ritiro dal processo?

Un processo che con ogni probabilità, nel giro di pochi mesi, sarà ricordato come uno dei più assurdi della storia della finanza. SEC ormai nell’angolo, posizione che in realtà ha assunto dopo pochi dibattimenti, con poche possibilità di invertire il trend.

Piove sul bagnato, con documenti interni che, sebbene richiesti dal giudice che presiede la causa, SEC starebbe negando – secondo i sostenitori di Ripple perché potrebbero rivelare quello che ormai è il segreto di Pulcinella.

SEC potrebbe ritirarsi nel processo che la vede protagonista contro Ripple

Tutto questo all’interno di una causa il cui prolungamento sta avendo degli effetti importanti sul prezzo di XRP, statico ormai da tempo e che accusa ogni colpo del mercato. Un livello oggi di poco superiore agli 0,80$, che potrebbe dimostrarsi come interessante punto di ingresso. Ripple è disponibile su eToro – vai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con funzionalità di trading automatico – che possiamo utilizzare anche per copiare i migliori investitori della piattaforma.

Abbiamo anche la possibilità di utilizzare i CopyPortofolios per iniziare ad investire in titoli singoli che incorporano tutte le migliori criptovalute. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Cosa nasconde SEC? Ormai la questione è agli sgoccioli

Siete stati in molti, anche sul nostro account Twitter ufficiale e tramite i commenti del sito a chiederci un aggiornamento sulla situazione di Ripple, che non si trova in una forma smagliante ormai da qualche settimana – e che recentemente ha perso quota 1$ per non riuscire più a recuperarla. Una situazione che riteniamo in parte anche conseguenza di quanto sta avvenendo in tribunale.

SEC cerca dalle prime fasi del processo di nascondere i documenti interni che riporterebbero le discussioni su Ripple come titolo finanziario. Una questione che secondo SEC sarebbe di carattere procedurale ma sulla quale i giudici vogliono vederci chiaro.

Se SEC dovesse ancora una volta rifiutarsi di produrre tale documentazione, rimarrebbe poco da discutere riguardo la causa e gli scenari sarebbero fondamentalmente due. Il giudice potrebbe dare non luogo a procedere, impedendo così a SEC anche di intentare la medesima causa in futuro.

La seconda possibilità è che SEC si ritiri dal dibattimento, il processo venga annullato e finisca lì – con la possibilità per SEC però di tornare a intentare la medesima causa, anche sulle stesse basi.

Cosa può vole dire per Ripple la fine della causa?

La prima delle due opzioni che abbiamo elencato sarebbe quella preferibile per Ripple – dato che il gruppo sarebbe certo di essere al riparo da future e altrettanto assurde pretese di SEC in futuro. Anche se SEC però dovesse ritirarsi, ci sarebbe sicuramente una spinta rialzista per Ripple, che potrebbe portarla rapidamente a ridosso dei target price indicati dai nostri specialisti.

Tutto questo all’interno di un momento molto interessante per Ripple, che continua ad allargare il suo scopo e ad ottenere nuove collaborazioni, alcune delle quali condite anche da importanti acquisizioni.

La chiusura eventuale della causa con SEC farebbe da importante spinta finanziaria per il protocollo, senza dimenticarci del fatto che potrebbe proseguire anche il discorso della quotazione in borsa. L’outlook, tanto per la causa quanto per il futuro di Ripple, è per noi positivo, anche alla luce di quanto avverrà a breve in tutto il mondo con l’integrazione di stablecoin delle banche centrali. Un processo nel quale Ripple giocherà il suo ruolo.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

One comment

  1. sec come consob dicono di proteggere gli investitori , ma cosa fa consob per proteggere gli investitori dagli acquisti dei BTP e cosa ha fatto dopo e prima il crac di Banca di Etruria?
    Non è possibile che 6000 persone nel mondo continuino a dettare legge su milioni di persone. E’ giusto che si sia una presa di coscienza ed un opposizione massiccia contro i poteri forti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *