Home / Terra Luna: arriva un MEGA BURN | 372 milioni di dollari bruciati!

Burn terra luna

Terra Luna: arriva un MEGA BURN | 372 milioni di dollari bruciati!

Altre ottime notizie per chi ha investito in Terra Luna e per chi è materialmente interessato all’evoluzione dell’ecosistema, in questa circostanza squisitamente sotto il piano finanziario.

La Luna Foundation Guard ha infatti annunciato il burn di 4 milioni di token $LUNA, per un controvalore di 372 milioni di dollari di UST, con gli stablecoin generati che saranno utilizzati per aumentare le riserve della fondazione, a scopo di collaterale.

Terra Luna Foundation burna 372 milioni di $LUNA
Un altro grande burn spinto dalla Foundation

Un’ottima notizia per Terra Luna, che non ha ancora avuto delle importanti ripercussioni di mercato, ma che potrà averle sul medio e lungo periodo. Possiamo investirci con la piattaforma sicura Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratis con INTELLIGENZA ARTIFICIALE e altri ottimi strumenti per fare trading di breve periodo o anche per investire sul lungo periodo.

Possiamo sfruttare infatti anche MetaTrader 4 con i suoi Expert Advisor per il trading automatico, nonché le potenzialità di analisi offerte da TradingView, da integrare con il WebTrader del gruppo, accessibile via browser. Ci bastano 20€ per passare al conto reale di trading.

Un altro importante burn per $LUNA

Una notizia davvero interessante quella che arriva dall’ecosistema di Terra Luna. La fondazione che si occupa di sviluppo e di gestione finanziaria dell’intero protocollo ha infatti annunciato un nuovo burn, che sarebbe in corso e che ha tolto dalla circolazione un controvalore in token di quasi 400 milioni di dollari.

LFG Council ha votato a favore del burn di altri 4 milioni di token Luna, al fine di generare all’incirca 372 milioni di UST, che saranno utilizzati per acquisire collaterale. Quando il burn sarà completato, le riserve di LFG in toke e coin non Luna avranno un valore totale di 2,2 miliardi di dollari, con 8 miliardi che saranno riservati per la crescita futura.

Un annuncio che non ha avuto però, come vedremo più avanti, ripercussioni importanti sul mercato, con il token che come il resto del mercato (sebbene in leggera crescita) sta affrontando un momento di stallo, in attesa del grande appuntamento mensile di domani con il FOMC della Federal Reserve.

Continua così l’acquisizione di asset collaterali a tutela del valore di $LUNA da parte della fondazione, che oggi siede su un capitale complessivamente molto interessante, segno inequivocabile di un protocollo che è cresciuto in modo importante negli ultimi mesi. Protocollo che siamo stati tra i primi in Europa a segnalare e ad approfondire, quando il valore del singolo $LUNA era di diverse volte più basso rispetto al valore attuale.

I mercati non hanno ancora risposto: c’è probabilmente spazio per un ingresso

I mercati non hanno ancora risposto in modo interessante a questo mercato. La situazione sul lato dell’analisi tecnica non è delle più incoraggianti e questo ha contribuito ad assopire l’interesse che era stato innescato da questa notizia.

Poco male però: la notizia potrebbe avere delle ripercussioni importanti quando la questione della price action sarà diventata più allettante anche per i trader tecnici. Per il resto non possiamo che confermare i target price rialzisti su Terra Luna, su tutti i macro-periodi. Il gruppo che gestisce il protocollo ha dato oggi un’ulteriore dimostrazione di forza – cosa che ci indica che la strada intrapresa dai nostri analisti si rivelerà per dimostrarsi quella giusta.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *