Home / Cripto e Bitcoin in Corea | Il nuovo presidente prepara la rivoluzione

Corea sud rivoluzione cripto

Cripto e Bitcoin in Corea | Il nuovo presidente prepara la rivoluzione

Panico tra i detrattori del mondo cripto, in particolare a livello politico e istituzionale. La Corea del Sud ha infatti eletto un nuovo presidente, al secolo Yoon Suk-yeol, che come è noto negli ambienti legati al mondo cripto ha impostato la sua campagna elettorale anche con una forte apertura al comparto.

Una buona notizia, con i soliti caveat che riguardano il mondo della politica e dei politici, per tutto il settore, a partire da Bitcoin per scendere poi sugli altcoin e sui nuovi protocolli dedicati a gaming e metaverse.

Cripto - rivoluzione in Corea - ecco cosa succede
Corea del Sud – rivoluzione per le cripto

Un ottimo contesto nel quale investire con la piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il TOP degli strumenti – intermediario che propone nel complesso 57+ cripto a listino e tanti servizi per investirvi al top anche in termini di strumenti fintech.

Gli Smart Portfolios infatti offrono panieri cripto già diversificati, con all’interno tutti i migliori protocolli e token del settore. In aggiunta possiamo anche strizzare l’occhio al mondo del trading automatico, con il CopyTrader che ci offre la copia dei migliori in un solo click e anche di spiare le loro modalità operative sul mercato. Con 50$ possiamo passare poi ad un conto reale.

Yoon Suk-yeol sarà il nuovo Nayib Bukele?

Difficile che questa sia la portata della cosa, in quanto la Corea del Sud ha un’economia ben diversa da quella di El Salvador, cosa che potrebbe precludere a prescindere dei voli, pindarici o meno, su Bitcoin e sulle altre criptovalute.

Ci sarà però molto da fare nel settore delle ICO ad esempio, con Seul che punterebbe a diventare uno degli hub internazionali di questo tipo di operazioni, offrendo un contesto chiaro all’interno del quale operare, senza che si verifichi ad esempio quanto visto negli USA tra Ripple e SEC.

Anche soltanto questo nuovo approccio per le ICO sarebbe un importante passo avanti per il settore, che oggi vede molte aziende locali di una certa rilevanza doversi spostare a Singapore in quanto le ICO sono al momento proibite nel paese.

Altre questioni che presto saranno sul tavolo riguarderanno ad esempio la tassazione, con la possibilità di investire quanto deciso dalla precedente amministrazione, altro boost importante per il settore e anche per gli exchange che potranno così trovare una solida base anche legislativa per le loro operazioni.

La Corea del Sud uno dei paesi da guardare per la prossima rivoluzione

Paese giovane, ricco e anche tecnologico: un mix perfetto per il mondo cripto che viene confermato anche dagli impressionanti numeri che arrivano proprio da Seul. Sono più di 15 milioni gli abitanti del paese che hanno un account presso uno degli exchange che operano nel paese, e sono più di 5 milioni quelli che fanno attivamente trading.

Una fetta di mercato che era sembrata golosa anche per il fisco locale, che aveva appunto deciso di trattare le cripto come se fossero azioni. Anche questo potrebbe essere destinato a cambiare sotto la presidenza di Yoon, che potrebbe rapidamente diventare una di quelle maggiormente crypto-friendly su scala mondiale.

Una buona notizia per tutto il comparto, che comincia a trovare sponde politiche praticamente ovunque, dagli States fino al Lontano Oriente. Una situazione sulla quale in molti potranno anche decidere di investire sul lungo periodo con i servizi offerti da Coinbasevai qui per un conto gratuito – intermediario che ci offre decine di criptovalute tra le quali scegliere e che propone nel complesso un ambiente sicuro e di facile accesso agli investimenti.

Certo, rimane l’incognita Europa: scampato momentaneamente il pericolo di ban ci sarà da lavorare in modo consistente anche in termni di lobbying per far ottenere al comparto il giusto riconoscimento, nonché un certo grado di libertà dalle mire di controllo da parte delle autorità pubbliche.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *