Home / Elon Musk compra Twitter e Dogecoin vola! | Quale sarà il futuro di DOGE ora?

Doge Twitter Musk

Elon Musk compra Twitter e Dogecoin vola! | Quale sarà il futuro di DOGE ora?

Alla fine è avvenuto. L’offerta di Elon Musk per Twitter, particolarmente vantaggiosa per gli azionisti del popolare social network, è stata accettata.

E questo ha avuto dei riflessi immediati anche per il mercato cripto, in particolare per Dogecoin. Questo in virtù dello speciale legame tra Elon Musk stesso e il meme coin per eccellenza, dato che in molti si aspettano che il magnate naturalizzato statunitense approfitti dell’acquisto per integrare, all’interno della piattaforma, proprio $DOGE.

Doge, Musk e Twitter - come
Twitter spinge Doge, o meglio, ci pensa Elon Musk

$DOGE che torna dunque prepotentemente alla ribalta e che possiamo comprare subito in maniera facile con la piattaforma sicura e più usata eTorovai qui per richiedere la prova GRATIS ILLIMITATA di tutti i suoi servizi crypto AUTO TRADING – intermediario che è da sempre uno di quelli con i quali approcciarsi al mondo di Dogecoin con strumenti e contesti di trading professionali.

Possiamo anche sceglierlo per fare trading automatico: all’interno di eToro è disponibile infatti il CopyTrader, sistema che ci permette di investire copiando i migliori della piattaforma. Abbiamo poi gli Smart Portfolios per chi volesse investire in modo diversificato e in stile ETF. Con 50$ possiamo passare al conto reale.

Elon Musk compra Twitter e spinge in alto anche $DOGE

La notizia è di quelle che hanno fatto il giro del web e delle testate nel giro di pochi secondi. Elon Musk, che soltanto poche settimane fa aveva acquistato quasi il 10% delle azioni del gruppo, è finito per acquistare tutto il social network dell’uccellino.

Tutto questo al termine di una battaglia relativamente breve, con il board, ovvero il Consiglio di Amministrazione, che in principio si era opposto e poi ha dovuto cedere alla conveniente offerta di Musk.

Cosa c’entra con il mondo cripto? Semplice: Elon Musk oltre ad avere Bitcoin in cassa personalmente e tramite Tesla, è uno dei personaggi più rappresentativi dell’ecosistema che ruota intorno a Dogecoin. Una sorta di padrino, come ebbe a definirsi, che potrebbe portare, come ventilato, il coin all’interno di Twitter, magari per il pagamento di questi servizi.

Il fatto che l’acquisto sia andato in porto non ha potuto che spingere in alto il prezzo di Dogecoin, in realtà all’interno di una 24 ore molto positiva per il mondo delle criptovalute e di Bitcoin, con il mercato che sembra essere finalmente tornato in verde.

Cosa cambierà da Twitter?

Probabilmente molto. Non appena l’acquisto sarà tecnicamente perfezionato sarebbe intenzione di Elon Musk portare il gruppo fuori da Wall Street e renderlo dunque una private company. A detta del CEO di Tesla si tratterebbe dell’unico modo per implementare quelle modifiche al funzionamento di Twitter che potrebbero farlo finalmente prosperare.

Opinione che sembrerebbe essere condivisa anche da Jack Dorsey, fondatore di Twitter che ha abbandonato il social network poco tempo fa per dedicarsi pienamente a Bitcoin. Non tutti sembrerebbero però essere contenti dell’arrivo di Musk, in particolare tra i dipendenti del social network, che ora si troveranno a fare i conti con una proprietà decisamente più orientata verso una moderazione soft dei contenuti.

Cosa cambia per Dogecoin?

Dipenderà da quali saranno le effettive mosse di Elon Musk in questo senso. Integrerà davvero Dogecoin all’interno del social network? Sarà davvero la valuta che utilizzeremo per verificarci? Difficile a dirsi per il momento.

Sta di fatto che è bastato solo l’arrivo di Musk per scatenare gli acquisti, con Doge, nel momento in cui scriviamo, che è tornato sopra i 16 centesimi di dollaro. Ancora molto lontano dai suoi massimi storici, ma finalmente in inversione di tendenza.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *