Home / Mark Cuban e Elon Musk vogliono Dogecoin | I $DOGE per combattere lo spam Twitter

Musk Cuban Twitter Spam

Mark Cuban e Elon Musk vogliono Dogecoin | I $DOGE per combattere lo spam Twitter

Elon Musk ha comprato Twitter – questa è notizia ormai di qualche giorno fa – e con ogni probabilità a qualche livello del social network includerà Dogecoin. Questa è la convinzione maturata da tutti o quasi gli appassionati e gli analisti, che ora grazie a Mark Cuban è tornata in auge poche ore fa.

Il tycoon avrebbe infatti suggerito un sistema decentralizzato per la segnalazione dello spam, con appunto $DOGE al centro e che offrirebbe degli incentivi ai revisori umani, ovvero agli utenti del social network, per segnalare la presenza di spam.

Musk Cuban Doge - twitter spam
Dogecoin sponsorizzato da Musk e Cuban

Una buona notizia per $DOGE, se la cosa dovesse andare in porto. E potremo investirci con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con tutte le migliori funzionalità – intermediario che ci permette di investire all’interno del mondo del criptovalute con strumenti professionali di trading.

Possiamo operare con il WebTrader che include tutte le infrastrutture top per l’analisi e per l’operatività. E per chi dovesse invece preferire il mondo del trading automatico abbiamo comunque a disposizione quanto viene offerto dal CopyTrader, sistema unico al mondo di copia dei migliori investitori. Con 50$ possiamo poi passare ad un conto reale.

Mark Cuban vuole $DOGE per combattere lo spam su Twitter

Quello dello spam su Twitter – e lo possiamo confermare anche noi con il nostro account ufficiale – è un problema che ormai ha raggiunto delle proporzioni molto difficili da ignorare. Qualunque tipo di discussione sulle criptovalute e su Bitcoin viene letteralmente inondata di spam, da parte di truffatori oppure anche di progetti a caccia di mera visibilità.

Un problema che sarebbe una delle priorità di Elon Musk, che a breve sarà ufficialmente il nuovo proprietario del social network. Un problema che potrebbe vedere nelle cripto una possibile soluzione.

Michael Saylor aveva parlato della possibilità di autenticare gli umani tramite un piccolo versamento di satoshi, soluzione intelligente perché permetterebbe agli umani di dividersi dai bot pur mantenendo la loro privacy. Mark Cuban che è invece molto più vicino a Dogecoin ha proposto appunto un pagamento in $DOGE, che renderebbe così molto meno scalabili le botnet. Soluzione che lo stesso Musk, sempre su Twitter.

Non una cattiva idea.

Un’apertura che vedremo se avrà seguito, ma che ad ogni modo riaccende l’attenzione intorno a Dogecoin, il re dei meme cripto, che se così dovesse essere troverà una nuova utilità per i detentori, possibilmente svolgendo anche un’opera rialzista sul mercato.

Cuban e Musk pro Dogecoin: ma perché?

Perché sono due imprenditori che hanno sempre preferito questo coin rispetto a quanto è stato offerto da Bitcoin. Una scelta per molti poco legittima, ma comunque libera e con qualche interesse imprenditoriale, con ogni probabilità.

Vedremo se questa dottrina finirà per prevalere. Ci sono buone probabilità che sia così, perché ad acquisto perfezionato di fatto Elon Musk non dovrà più rendere conto a nessuno delle scelte che coinvolgeranno Twitter.

L’alternativa sarà Bitcoin, come è stato caldeggiato da Michael Saylor. Ma almeno a questo punto della discussione sembrerebbe essere un’ipotesi decisamente residuale.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *