Home / RCA con Bitcoin? Arriva Mara | Si prepara all’exchange pan-africano

Mara in Africa per Bitcoin

RCA con Bitcoin? Arriva Mara | Si prepara all’exchange pan-africano

Mentre i giornali generalisti raccontano del centesimo funerale di Bitcoin, in realtà nel mondo reale c’è chi continua a costruire sulle solide basi di $BTC. È il caso di Mara, start up che lancerà presto un exchange per tutta l’Africa, favorendo così l’accesso di milioni di africani ad un mercato spesso osteggiato dai loro governi.

Spesso, abbiamo detto, perché in realtà non siamo davanti ad un blocco monolitico, e a raccontarcelo è proprio la recente esperienza della Repubblica Centrafricana, il cui passaggio a Bitcoin sarà aiutato proprio da Mara stessa. Start up che, come vedremo, raccoglie diversi big player e se vogliamo anche qualche cattivo del mondo cripto.

Mara per Bitcoin in Africa
Impegno importante di Mara in Africa

Un’ottima notizia per Bitcoin, che ci permetterà di guardare al futuro del continente africano con un certo ottimismo. Possiamo investire su Bitcoin con Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con CAPITALE DI PROVA ILLIMITATO – intermediario che ci offre il top in termini di strumenti per l’accesso al mercato e che ha inserito a listino la bellezza di 476+ cripto asset.

Non è questo l’unico vantaggio per chi deciderà di utilizzarlo. Abbiamo infatti strumenti quali MetaTrader 4 e TradingView, strumenti che ci permettono di investire al top con analisi tecnica di livello pro. Possiamo investire anche con il WebTrader interno, che ci propone comunque ottimi strumenti e l’intelligenza artificiale per fare analisi del portafoglio. Con 20€ possiamo passare ad un conto reale.

Mara vuole conquistare l’Africa cripto: ecco il programma

Mara è una start up che ha già ricevuto finanziamenti importanti da Alameda e da Coinbase Ventures, il secondo gruppo di investimenti ovviamente legato all’omonimo exchange di criptovalute Coinbase. Il progetto è di quelli parecchio ambiziosi, dato che punta a creare appunto un exchange di criptovalute per tutta l’Africa, andando ad operare in un continente dove il rapporto con questi asset, da parte dei governi, non è sempre di massima apertura.

Il tutto con un programma di appoggio, anche in termini di consulenze, per la Repubblica Centrafricana che ha recentemente inserito Bitcoin nel novero delle valute aventi corso legale nel Paese. Una mossa a sorpresa da parte di un paese poverissimo, che però potrà fare da faro anche per gli altri paesi limitrofi, in una strada di parziale liberazione dal Franco CFA e dalla gestione di Parigi delle questioni monetarie dell’Africa sub-sahariana.

Il programma prevederà anche un allargamento dell’accesso ad internet e della telefonia mobile, che sono infrastrutture essenziali per offrire accesso al mondo delle cripto e, nel caso specifico, di Bitcoin.

Mentre i mercati ballano, nel mondo reale è Bitcoin mania

Certo, i mercati non stanno offrendo il loro meglio. E tanti che sono entrati recentemente si sono sicuramente scottati. Il tutto all’interno di una situazione macro che non lascia dormire sonni tranquilli, della quale abbiamo parlato in modo approfondito.

Nonostante ciò, il mondo reale, quello dove si progetta, si realizza e si lavora continua a spingere in alto il mondo delle criptovalute e in particolare di Bitcoin, sempre più presente, sempre più usato, sempre più apprezzato e sempre più desiderato. Passerà la nottata, e le basi che si gettano in momenti di crisi torneranno utili quando il sole si riaffaccerà sui mercati.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *