Home / Solana: ennesimo stop e riavvio! | Analisi e punto della situazione su $SOL

Solana stop reboot

Solana: ennesimo stop e riavvio! | Analisi e punto della situazione su $SOL

Solana lo fa ancora. Parliamo della tendenza del network ad arrestarsi nella produzione di blocchi e a necessitare di essere riavviato, cosa che è tornata ad accadere proprio ieri, in un 2022 che non sembrerebbe essersi ancora lasciato indietro questo tipo di problematiche.

Uno stop che in una fase non brillante per il mercato in generale delle criptovalute ha spinto Solana sotto i 40$, su livelli di prezzo che non si vedevano da tempo e che stanno facendo temere il peggio a chi è entrato qualche settimana fa e magari vicino ai massimi storici.

Per altri invece si tratterebbe della possibilità di entrare su questo specifico mercato, quello di $SOL, a prezzi decisamente più contenuti rispetto a quelli di qualche settimana fa. Possiamo trovare $SOL su eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il top degli STRUMENTI FINTECH – intermediario che offre nel complesso 72+ cripto a listino, tra tutte quelle che offrono migliori prospettive per il futuro.

All’interno di questo intermediario troviamo anche strumenti quali il CopyTrader, che ci permette di copiare i migliori trader oppure di spiare come stanno operando sul mercato. Abbiamo anche gli Smart Portfolios per iniziare a fare trading e investimenti in cripto con panieri in stile ETF, tutto però senza commissioni aggiuntive. Bastano 50$ per passare ad un conto reale.

Solana riavviata di nuovo: anche gli investitori cominciano a mormorare

Sì, è tecnicamente ancora in beta, ma ha già un valore di mercato molto importante e TVL che segnalano all’interno dei vari progetti investimenti altrettanto importanti. E quindi il tema della beta non dovrebbe, almeno a nostro avviso, essere più utilizzato per giustificare i problemi tecnici, derivanti da attacchi o meno, che il network periodicamente presenta. Ma andiamo con ordine.

Altro problema per Solana – e qualcuno giustamente comincia a chiederne conto

Nella giornata di ieri ci siamo trovati per l’ennesima volta davanti ad un alt nella produzione di blocchi, cosa che ha costretto i nodi a contattarsi direttamente e a decidere per un riavvio. Notizia che combinata con una fase di mercato non entusiasmante tanto per Bitcoin quanto per gli altcoin, ha contribuito ad un ulteriore calo di Solana, che nel momento in cui scriviamo ha sfondato in basso quota 40$. Siamo ormai a meno del 20% del valore complessivo toccato all’ATH, cosa che è ovviamente fonte di preoccupazione per diversi investitori. Preoccupazione che dovremo però analizzare tenendo conto di diversi fattori.

Attacco o no, questo non può più essere importante

Certo, non possiamo dare ultimatum a nessuno, ma dobbiamo riconoscere il fatto che la scusa degli attacchi esogeni non può più reggere. Un network cripto, che operi servizi DeFi o altro tipo di infrastrutture sulle quali le persone investono denaro, non può in alcun modo sfruttare questo tipo di scuse.

Le reti devono essere resilienti, così come lo è Bitcoin, anche nei confronti degli attacchi che magari arrivano dall’esterno e che sono coordinati. Finché non verrà superato con convinzione questo problema, dovremo necessariamente continuare a tampinare Solana e a tenere conto, prima degli investimenti, di questa realtà.

Ne abbiamo in portafoglio, ma le cose devono cambiare, prima o poi

Non è un mistero: Solana fa parte del nostro portafoglio ed è qualcosa che continuiamo a fare, senza liquidare almeno per ora le posizioni. Il prezzo al quale viene scambiato $SOL in queste ore è molto interessante, ma è assolutamente necessario cambiare marcia e mettere una volta per tutte la parola fine su questo tipo di situazioni.

Rimarremo alla porta, esercitando pressioni per quanto possiamo e sperando in una pronta soluzione a queste problematiche. Ovvero ad un’uscita da questo stato di beta che sembrerebbe, ma non dovrebbe, giustificare di tutto. Un altro riavvio sarebbe duro da spiegare a chi ha investito nel progetto, spinto anche dalla presenza di investitori importanti.

Chiudendo ci auguriamo che l’arrivo di altri importanti progetti siano motore di una rivoluzione in termini di atteggiamento e di effettivo anticipo delle problematiche che puntualmente si presentano.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *