Home / Crypto: Justin Sun di TRON vuole tutto! | 5 miliardi per “salvare” il settore

JUSTIN SUN VOLA

Crypto: Justin Sun di TRON vuole tutto! | 5 miliardi per “salvare” il settore

Rieccolo: uno dei personaggi più discussi (e forse meno amati) dell’ecosfera cripto, che torna a suon di dollari a ristabilire il suo spazio all’interno del settore. Parliamo ovviamente di Justin Sun, fondatore di Tron e soprattutto factotum anche dietro USDD, che afferma di essere pronto ad investire 5 miliardi per interrompere il contagio nel mondo cripto.

Una somma considerevole, che va ad aggiungersi ai noti impegni e alle note operazioni di FTX e, chissà, forse all’intervento anche di nuove società che potrebbero essere interessate a banchettare con i resti di chi non ha assolutamente retto questo ciclo ribassista.

Una buona notizia per Tron? Probabilmente sì: e possiamo trovarlo su eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il top degli strumenti – intermediario che ci offre anche accesso ad altre 75+ cripto inserite a listino, così come ad una piattaforma con trading automatico e strumenti di analisi avanzati.

Al suo interno infatti abbiamo il CopyTrader, che ci permette di investire copiando i migliori trader della piattaforma, così come abbiamo anche il WebTrader che ci permette invece di fare analisi ed operare in piena libertà sul mercato delle cripto. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Anche Justin Sun vuole diventare una banca centrale cripto

Nel senso di colui il quale è pronto ad intervenire, come fece Fed nel 2008/09, al fine di limitare la possibilità di contagio di fallimenti a catena. Cosa che in realtà si è già abbondantemente verificata, dato che si è passati da Terra Luna a Three Arrows Capital, e poi a Celsius che sta cercando di recuperare, a Voyager che è fallita innescando polemiche e a tanti altri operatori di dimensioni decisamente più ridotte, che verranno con ogni probabilità verificati nella loro consistenza nelle prossime settimane.

Siamo amici di tutti e siamo sempre pronti ad aiutare.

Rispondendo ad un tweet “scherzoso” che lo indicava come personaggio che tutti hanno dimenticato, nonostante una fase complicata per il mercato, e nonostante abbia di fatto capitale quasi illimitato. La cifra dei 5 miliardi è arrivata poi tramite un contatto con The Block, che riporta anche che diverse compagnie avrebbero in realtà già contattato Sun e Tron per ricevere aiuto.

Stiamo analizzando in modo attivo la situazione, per valutare cosa possiamo fare in questo spazio. Siamo pronti a spendere fino a 5 miliardi per aiutare i costruttori di questa industria a continuare a costruire.

Tutto questo mentre anche Binance ha dichiarato pubblicamente di aver ricevuto tra le 50 e le 100 richieste di aiuto. Effetto contagio dunque ancora lungi da terminare? Chissà! L’idea che ci siamo fatti è che in realtà c’è molto che si sta muovendo sottotraccia e lontano dai riflettori, con acquisizioni e interventi che con ogni probabilità andranno a ridefinire completamente lo spazio del mondo cripto per come lo conosciamo.

Justin Sun e banche d'affari
Lì, dove osano le aquile

Dentro anche le banche d’affari?

Particolare forse più succoso è quello che riguarda delle banche d’affari che sarebbero già in contatto con Justin Sun, il cui nome però rimane coperto dal più assoluto riserbo in virtù di accordi siglati in tal senso.

Banche che potrebbero compartecipare a questo sforzo massimo di 5 miliardi di dollari, andando ad acquisire non soltanto aziende che sono in sofferenza, ma anche business più che solidi che però si trovano ad avere adesso una quotazione molto minore rispetto al passato.

Non ci sembra il caso di tirare in ballo le riserve di cui può godere USDD. Utilizzarle per investimenti e capitale di rischio potrebbe non essere la ricetta giusta per garantire la solidità di un sistema stablecoin sul quale già in diversi nutrono diversi dubbi.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

8 commenti

  1. Ieri ho visto un ragazzotto che usava dei cartelloni scritti a mano per insultare criptovaluta.it, la propria mamma e un certo Giorgio.
    Signora mamma di Antonio è sicura di non aver perso suo figlio???🤣🤣
    QUESTO È QUELLO CHE ACCADE A CHI OSA METTERSI CONTRO I CRIPTOGUERRIERI 👹👹
    Buona domenica a tutti……..

  2. BUON COMPLEANNO GIANLUCA GROSSI…..MIIIIIIITICOOOOOOOO.
    Scusa ma dovevo dirlo……….🥳🥳🥳🥳🥳🥳🥳

  3. Ah, se ti stai chiedendo come faccio a saperlo la risposta è linkedin, mi è arrivata una notifica con scritto augura buon compleanno a Gianluca Grossi e così ho fatto😁😁….

  4. la mamma di Antonio

    In effetti ieri mattina Antonio era sconvolto… ci ho messo un po’ a capirne il motivo, ma poi ci sono riuscita. Dovete sapere che lui è sempre stato un grande fan di quel cantante, quello della canzone che fa “baby, baby, babyyyyyy”…. Ieri all’improvviso arriva in cucina e mi dice “Mamma Justin Bibier vuol comprare 5 miliardi di crypto, ma è impazzito?!?! Devo fare qualcosa, adesso scrivo a Caleb, lui è l’unico che può salvarlo”. Poi è andato nella sua cameretta, é stato lì per 3 ore e alla fine è uscito con un foglietto che ha legato alla zampa di Piggi (il suo piccione viaggiatore), dopodiché lo ha liberato dicendogli “… e lungo la strada non fare soste, mi raccomando, altrimenti ti pago anch’io in btc con lightning network che ha fee bassissime ma a scapito di un livello di centralizzazione leggermente maggiore”. Piggi gli ha fatto un cenno con il capo e poi è partito, dirigendosi però verso il campo di girasoli di Concettina, la nostra vicina.

    A me sinceramente non pare una così bella notizia che i grossi progetti si comprino i piccoli, e parlo anche di Ftx e Binance, ma forse è un momento in cui è meglio tapparsi il naso: se questo è l’unico modo per mettere uno stop all’emoraggia forse è preferibile ad altri fallimenti a catena. La questione però in futuro tornerà a dover essere affrontata!

    NO ANTONIO CHE FAI NON PUOI SALIRE A CAVALLO DEL MAIALE PER ANDARE IN CITTA’ NON CE LA FA A PORTARTI SMETTILAAAAaaaAaaAAaAa

    • Ma caleb lo sai che in fondo è solo un Michael Saylor che ci ha creduto un pelo di meno su btc ? Ma sotto sotto anche caleb ha il wallet fitto di satoshini belli belli dal color arancio.

      • la mamma di antonio

        Caleb è un furbetto. Di recente ha postato su twitter qualcosa tipo “una stima del *prezzo onesto* di acquisto di bitcoin è $22000, come dice Glassnode, ora vale di meno quindi è una fregatura”. A parte che non so bene cosa intenda con “honest price”, ma è chiaro che pur essendo un matematico (o spacciandosi per tale, non so) utilizza la matematica solo per sostenere le sue tesi. Basta aprire un cavolo di grafico di BTC e si vede subito che fino a tutto il 2020 btc è sempre stato sotto ai 20k… lo vada a dire a chi ha comprato nel 2020 o prima che btc è una fregatura 🙂 e se il ragionamento è questo allora il 99% dei titoli in un bear market è una fregatura 😀 ma questo mica lo dice….

        NO ANTONIO METTI GIU’ QUEL SALAME SCHERZAVO CALEB E’ IL PIU’ FIGO CHE CI SIA, E’ UN GRANDE MATEMATICO E ADESSO ANDIAMO SUBITO A COMPRARC IL SUO ULTIMO LIBRO, “2+2 FA ZERO SE SI TRATTA DI DUE MERDOSI BITCOIN PIU’ ALTRI 2 MERDOSISSIMI BITCOIN” TI PREGOOOOooOoOOooooooooo

  5. Ragazzi questa storia fa morire dal ridere, sapete che io sono un po vecchietto e non me ne intendo, e volevo chiedere se è mai successo che un troll venisse trollato a sua volta🤣🤣🤣🤣🤣
    Voi state bene?
    Perché io ho una lombalgia da tre settimane che non mi molla, stavo pensando che magari sono le maledizioni di Antonio 🤣🤣🤣🤣🤣

    • la mamma di Antonio

      A parte le vene varicose e l’artrite alle mani tutto a posto…

      NO FERMO ANTONIO NON METTERE IL PESCE ROSSO NELLA LAVATRICE POVERINO POI NON ESCE BIANCOOOOOooOOOooOLL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *