giovedì , 29 Settembre 2022

Home / Tether si schiera con Ethereum POS | Il merge avrà pieno supporto

Tether SOstiene EThereum

Tether si schiera con Ethereum POS | Il merge avrà pieno supporto

Il merge di Ethereum si fa ogni giorno più vicino e continuano ad arrivare notizie che ne aiuteranno a definire presente e futuro. Pochi giorni fa si era espressa USDC, dicendo che non avrebbe supportato alcun tipo di fork PoW. Ora è il turno di Tether, il più importante degli stablecoin – o forse sarebbe il caso di parlare di gruppo di stablecoin.

Il gruppo guidato da Paolo Ardoino ha dichiarato pieno supporto per l’ecosistema in Proof of Stake e dunque il lancio dei suoi prodotti immediatamente post merge. Il tutto all’interno di un comunicato che si occupa anche della questione delle questioni, ovvero della volontà di un gruppo (non si è capito ancor quanto sparuto) di miner cinesi guidati da un personaggio piuttosto noto dell’ambiente di forkare e rimanere in PoW.

L’annuncio di Tether contribuisce ulteriormente a rassicurare gli investitori, che così potranno avere la certezza del supporto di uno dei progetti più importanti per $ETH. Chi vuole può prepararsi ad investire su Ethereum anche con Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito e senza limiti – intermediario che ci permette di investire al top su 476+ cripto asset, con tutti gli strumenti più utili per farlo.

Abbiamo infatti sia MetaTrader 4 sia TradingView, che possiamo anche abbinare al WebTrader interno che ci permette di investire con intelligenza artificiale ad analisi del nostro portafoglio. Con 20€ possiamo passare al conto reale di trading.

Tether dalla parte del passaggio a PoS: ecco come supporterà l’evento

Tether non le manda a dire, e questo farà piacere ai sostenitori del passaggio di Ethereum alla Proof of Stake. Passaggio che sta creando un po’ di confusione anche a causa dell’intromissione di uno sparuto gruppo di miner, guidati da Chandler Guo, che si sono detti pronti a sostenere un fork che faccia rimanere l’intero sistema in Proof of Work.

Minaccia che si è fatta più concreta con il recente impegno di Justin Sun in tal senso, impegno che ha contribuito a innervosire una situazione che, almeno a nostro avviso, di nervosismo non ha bisogno. In questo contesto arriva il comunicato di Tether, che dopo quello di USDC e di Chainlink aiuta a disegnare un quadro molto diverso da come lo avrebbero immaginato gli scissionisti.

Ethereum è vicino ad uno dei momenti più importanti della storia della blockchain, mentre si prepara a passare da POW a POS. Tether crede che al fine di evitare qualunque tipo di problema nella community, in particolare quando si utilizzano in DeFi e sulle piattaforme i nostri token, sia importante che la transizione verso POS non sia sfruttata per causare confusione e danni all’interno dell’ecosistema.

E questa è la prima parte del comunicato che segnala precisamente, ancora una volta a nostro avviso, quella che è la situazione che si sta formando all’intero dello spazio di Ethereum, o meglio, sarebbe il caso di dire al di fuori, dato che tra gli scissionisti di membri della community ce ne sono davvero pochi.

Per questa ragione Tether seguirà molto da vicino i progressi e i preparativi per questo evento e supporterà Ethereum POS seguendo la tabella di marcia ufficiale. Crediamo che una transizione senza intoppi sia essenziale per la salute di lungo periodo dell’ecosistema DeFi e delle piattaforme, incluse quelle che utilizzano i nostri token.

Una presa di posizione chiara, che dovrebbe una volta per tutte mettere la parola fine su una querelle che per molti, noi compresi, è durata anche troppo.

Tante le defezioni: il piano di Chandler Guo si fa sempre più difficile

Il piano di Guo, che pur dalla sua avrebbe una quantità di mining power importante, si fa dunque sempre più difficile, dato che i principali progetti dello spazio Ethereum non sembrano disposti a supportare un eventuale fork.

Il tutto mentre il tempo stringe e quando manca ormai poco più di un mese ad un passaggio che sarà epocale e che difficilmente vedrà emergere dei concorrenti già pronti, a meno che non abbiano in cantiere già molto che non ci hanno fatto vedere. Con buona pace di chi tifa disastro. Perché ok non amare Ethereum, il che è legittimo, ma tifare per lo sconquasso è qualcosa che fa, almeno secondo noi, davvero poco onore.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.
Criptovaluta.it è su Google News !
Resta aggiornato sulle ultime news elaborate dal centro studi di Criptovaluta.it per Google News - clicca su questo link e poi sulla stellina ⭐ in alto a destra.

Iscriviti alla newsletter

19 commenti

  1. Su tether nessuno dubitava 🙂
    Massì, chi semina vento raccoglie tempesta… basta che poi questi viscidotti se ne assumano la responsabilità, da bravi bambini. Personalmente farò in modo di boicottare in tutti i modi che posso Justin Sun e ‘sto chandler guo, tron, poloniex e tutti gli scammer che provano a far casino con il fork… quindi non interagiró mai con queste crypto e questi exchange.

    Parliamo di chi costruisce, non di chi distrugge: oggi va in merge Goerli, l’ultima delle testnet di ethereum … e se tutto va bene facciamo un bel salto verso il main event 😀

  2. Buongiorno a tutto il gruppo. Vorrei chiedere a Jacopo se anche lei pensa che quest’anno sarà Ethereum a trascinare il mercato e secondo lei fino dove potrà arrivare il valore di ETH? La ringrazio anticipatamente per una sua gentile risposta. Buona giornata. Un saluto al mitico Gianluca Grossi.

    • Ciao, ti prego dammi del tu! Io mi sono già preso la libertà di farlo, a dire il vero, se ti dà fastidio basta un cenno 🙂
      Innanzitutto chiariamo che io sono un semplice appassionato, ne sono decisamente poco… e non solo rispetto a mostri sacri come Gianluca, ma anche rispetto a normali conoscitori del mondo crypto!
      Detto questo, credo di non aver mai fatto mistero sul fatto che al momento stravedo per ethereum. Come sai c’è la grossa incognita del passaggio dalla PoW alla PoS (teoricamente il 19 settembre), che sebbene dal mio punto di vista si porti dietro un rischio molto basso ha pur sempre dei rischi.
      Comunque sì, sono dell’idea che nel prossimo mese e mezzo poche crypto staranno dietro a eth. Non bitcoin, che ha l’inerzia di un elefante e ahimè sente il peso degli anni, per quanto come dico sempre abbia meriti indiscussi. Non certo gli “ethereum killer”, Cardano e Solana, che viceversa potrebbero accusare molto il colpo di un ethereum che acquista dominance, e ormai non hanno più una retorica del “può fare x10 in un mese” dietro. C’è da dire però che Cardano ha una solida community e un solido team di sviluppatori dietro, Solana ha (aveva?) dietro solo investitori, VC, influencer e non so bene cos’altro (di recente si è scoperto che tutta la sua “defi” era un sistema di scatole cinesi programmato da DUE fratelli, altro che team da 100 persone), non di certo gente competente se guardiamo quante volte si è bloccata e ha avuto bisogno di essere riavviato. Lasciamo stare il wallet bacato Slope, che non sarà stato programmato da loro ma campeggiava sul sito ufficiale con tanto di descrizione “un modo SICURO per navigare nel nuovo web” -_-
      Ci sono molti altri progetti nel settore “simil ethereum” (chiamiamoli così va), assolutamente validi, ma ammetto la mia ignoranza: non mi sono ancora documentato a fondo, rischierei di prendere grossi granchi.
      Parlare di prezzo è sempre molto difficile… ma io me ne infischio e mi sbilancio, se il tempo non mi darà ragione ammetterò tranquillamente l’errore: 2mila e 500 verso metà settembre, fra i 4 e i 5mila entro fine anno. BOOM, già vedo molti che se la ridono (zitto Giorgio!) ma che ci vuoi fare, chi non si esprime non sbaglia mai 😀
      Ps non sono consigli finanziari, anzi!!!!

      • Si certo chi striscia non inciampa!
        Però io guardo i grafici, cerco supporti e resistenze che sono la base della logica per comprendere la loro lettura e dico cazzate o peggio cerco di fare il mago Zurli’,😁tu invece spari numeri AD MINCHIUM e hai ragione e devo stare anche zitto……😇
        Va beh cosa devo fare?

        • Dare dei numeri anche tu, mi sembra ovvio 🙂
          Sentiamo la tua analisi su eth!

          • Parto dall’inizio, io prima faccio le mie analisi tecniche, faccio le mie ipotesi e poi ascolto la voce degli esperti tra cui Gianluca ma anche di altri trader professionisti e vedo se ho fatto bene i compiti, solitamente coincidono, perché come tu ben sai i numeri non mentono mai, dicono sempre la verità.
            Io opero su binance e ftx ma le mie analisi le faccio su tradingview, non so se tu ce l’hai scaricato.
            Detto questo concorderai con me che ora, in questo momento, dopo l’uscita dei vari dati americani, o tutte le cripto, btc ed eth comprese spingono oppure vanno giù e magari con nuovi minimi, perché?
            Perché il mercato ragiona così ed è logico che lo faccia, si dice, ma come possiamo spingere e non riusciamo?
            Allora andiamo giù.
            Se non sei d’accordo su questo ti sbagli, fidati per una volta.
            Poi se hai un grafico di eth davanti a te, mettilo su tf settimanale, non puoi non accorgerti che sei su una resistenza che risale ad un anno fa, che era il minimo, tra i 1,8 e 2,1k, dove c’è una grossa area di vendita, se la sfonda poi fino ai 2,5 2,8 k può andare, se no caro mio andranno tutti short che a te piaccia oppure no, che tu creda oppure no.
            Vale lo stesso per btc questo.
            Poi su eth, ma perché devo comprarlo ora?
            Aspetto a fine settembre, inizio ottobre, lo pago 2,5k ok ma se poi va a 5 6 10k ci guadagno lo stesso no?
            Per btc per me è diverso io ce l’ho e devo gestirlo.

          • Tutto molto bello, ma non ho visto alcun numero. Io ho fatto due previsioni, metà settembre e fine anno. Non vorrai mica fare il serpente, vero? Forza con le tue previsioni 🙂

  3. Intanto se mi dici tutto molto bello significa che non prendi sul serio quello che ti dico e quindi uno mi fai incazzare e due tanto se non mi prendi sul serio che te ne frega dei miei numeri e tre quella sopra mi sembra già una buona e seria analisi🤬🤬😉

  4. Giorgio non ti incazzare, ma le scienze sono una cosa, il mercato un’altra. NON è una scienza. Le cosiddette “resistenze”, termine con cui gli analisti si riempiono la bocca, per me sono delle enormi vaccate. Cosa vuoi che ti dica, magari ho torto marcio, e va bene, ma così la vedo io. Le resistenze, se ho ben capito, sono quei valori che non si riescono a superare prima che cambi il trend e si cominci a scendere. Non si riescono a superare perché ci sono molti ordini di sell che non vengono riempiti, giusto? Ok. Le mie due principali critiche: 1) quando le condizioni ESTERNE cambiano questi ordini vengono cancellati istantaneamente e le resistenze scompaiono magicamente. Esempio scemo, domani la Fed dice “vogliamo esser validatori eth ne abbiamo comprato 3k”. Voglio vedere le “resistenze” dove finiscono 2) resistenze che durano per un ANNO? Cioè c’è gente che ha lasciato aperto per un anno un ordine di miliardi di dollari, tenendo quei soldi bloccati (non investiti)? Non mi convince per nulla. Poi certo, ci sono quegli
    abominii della finanza classica tipo opzioni derivati e m*rda simile a complicare i giochi, ma il succo cambia relativamente: resistenze e supporti per me valgono tanto quanto le discussioni sul sesso degli angeli.

    Aspetto i tuoi nuneri su eth… É un cazzo di gioco Giorgio, stiamo discutendo di aria fritta, spara due numeri e amici come prima, senza bisogno di tirar fuori i massimi sistemi ad ogni discussione

  5. Poi Jacopo lo so bene anch’io che il mercato non è una scienza altrimenti eravamo già milionari e stavamo discutendo io dal mio yacht e tu dal tuo o no?
    Butta la testa sui grafici, fai i compiti e poi parliamo ok?
    Sarà che io sono un po dislessico e mi trovo bene con i grafici e i numeri ma a me sembrano molto chiari.
    Non ti arrabbiare ma non è un gioco, non lo è affatto.

    • … e alla fine niente numeri.

      Però un fracco dei classici discorsi “c’è una resistenza li, un supporto là, una scorreggia lì sotto e un capperotto sopra la Ema-200”
      Io vi amo ragazzi, dico davvero, vi adoro. Non ce l’ho con te Giorgio, non prenderla sul personale.

      Giorni passati a tirare linee sui grafici, a identificare pattern con tanto di nomi (“bull flag, death cross, bullish pendant, head and shoulders, dead cat bounce, bear trap”, e potrei andare avanti per delle ore), a cercare la curva che fa la miglior interpolazione dei massimi (sarà esponenziale o polinomiale? Polinomiale? Si, ma di che grado?), a descrivere il passato…e poi, come per magia, per voi diventa tutto chiaro, “certo che quello era un massimo! Certo che era una bull trap! Certo che era una ripartenza fake!”
      E vi autoconvincete che funziona davvero, che quelle linee e quei pattern esistono, hanno un senso, spiegano il mercato, hanno valore predittivo!
      Quanto mi piacerebbe prendere i 1000 analisti più in voga, chiudere ciascuno in una stanza da solo per un mese facendogli vedere solo il grafico di una cripto per 12 ore al giorno e al termine di quel mese chiedere semplicemente loro “ok secondo te fra 7 giorni esatti varrà più o meno di oggi?” e poi confrontare i risultati 😀
      Sono assolutamente convinto che il 50% mi direbbe “di piu!” è il rimanente 50 “di meno!”
      Tanto per citare a sproposito la metafora di Platone della caverna, qui mi sa che si vedono delle ombre su un muro e le si scambia per la realtà…

      Io ho sparato numeri a caso fino a un certo punto: ho tenuto conto dell’utilità che eth ha oggi, che avrà domani, della forza dei suoi avversari, della retorica mainstream, del FUD, del suo massimo storico, di cosa mi aspetto dall’inflazione e dai mercati di rischio, del merge e del post-merge. Pur sapendo bene che basterebbe poco per invalidare tutto (la Sec che si mette di traverso e vince, per dirne una). Ho detto che è un gioco perché le previsioni sono proprio questo: un salto nel buio, un “tanto per parlare”.

      Chiedo scusa se voi prendete le mie parole per consigli finanziari, chiedo scusa se sminuisco il Sacro Mercato, chiedo scusa se prendo in giro le vostre linee sui grafici, ma reputo MOLTO pericoloso credere di essere più abili di quel che si è. State combattendo in un mercato fatto di squali, non di coglioncelli pronti a regalarvi i loro soldi.

      Detto questo, sto decisamente buttando via troppo del mio tempo libero su questo forum, e stavolta dico davvero. Quindi… comprate memecoin, usate CFD, convincetevi che guardare il passato di un grafico possa farvi prevedere anche solo l’un percento del suo futuro, fate tutte le leve che volete: non vi dirò più come la penso, del resto non interessa più né a voi né a me.

      Continuerò a leggere tutti gli articoli del sito ma le mie idee, sui contenuti e sui vostri commenti ai contenuti, me le terrò per me. Poi scrivere dal cellulare è di uno scomodo….

      Giorgio buone analisi e buono studio, ti auguro tutti i successi possibili… il mio ultimo consiglio è di informarti di più sulle cripto e di meno sui loro grafici, e soprattutto lasciar stare i CFD, sul lungo periodo (intendo anni) ci perderai. L’unico uso ptobabilmente ancora profittevole di CFD (anche e anzi soprattutto con leve) è entro 3 minuti dalla pubblicazione dei dati sull’inflazione americana e sulle mosse Fed sui tassi, a patto che siano dati netti e diversi dalle attese; il mondo crypto ha ancora una certa lag rispetto ai mercati classici (non durerà, ma per ora è così)

      Ciao 🙂

  6. Buongiorno a tutto il gruppo. Ciao Jacopo certo diamoci del tu. Volevo semplicemente sapere la tua sul prezzo che potrà raggiungere secondo te ETH sul breve perchè da ciò che scrivi mi sembri molto informato. Ti ringrazio per aver analizzato la situazione di Solana che reputavo un valido investimento ma appena sarò in gain me ne libererò. Non era mia intenzione creare dei battibecchi fra te e Giorgio che reputo anche lui un valido conoscitore del mondo cripto. Da quello che posso notare le cripto aumentano o diminuiscono il loro valore a seconda dell’attenzione popolare che vi gravita attorno e naturalmente a seconda dei capitali che girano in determinati momenti. Non capisco perchè Buterin non ha mai creato un algoritmo che limitasse la creazione di nuovi ETH a differenza di Bitcoin con i suoi 21 milioni disponibili che probabilmente sul lungo periodo ne farà crescere il valore ma questo non si può dire per Ethereum a meno che non diventi davvero il nuovo petrolio digitale ed è quello che mi auguro io e penso anche tutti voi. Sinceramente ho sempre investito in titoli azionari ma per le cripto mi sono sempre affidato al mio istinto e se vogliamo investire in qualcosa con l’idea di tenerla a lungo e al riparo di eventi disastrosi ora direi che non ci possiamo affidare ad Ethereum ma per il momento solo a Bitcoin. Buona giornata e un saluto al mitico Gianluca Grossi.

    • Dì la verita Klaus: hai sparato ‘sta vaccata per obbligarmi a fare l’ ultimo post, eh? 🙂
      Eth già ora ha una immissione limitata di token, certo senza un tetto limite, ma dal merge diverrà quasi sicuramente deflattivo: gli eth immessi sul mercato saranno meno di quelli bruciati nelle transazioni. Il merge è noto anche come “triplo halvening” perché è come se fossero tre halvening di bitcoin insieme. La differenza è che bitcoin non viene burnato mai, quindi 21 milioni saranno per sempre tali, mentre gli ether in circolo dopo il merge diminuiranno mese dopo mese.
      INFORMATEVI, vi prego.

      In realtà ho postato anche per dire un’altra cosa: oggi è stato comunicato che IL MERGE E’ ANTICIPATO, non il 19 settembre ma fra il 13 e il 16.
      ANDIAMOOOOOOOOOOOOOOO

      saluti per davvero ora 🙂

      • Ciao Jacopo. quello che conta di più negli investimenti finanziari secondo me è la giusta informazione e tu mi hai dato un’informazione importante che non conoscevo e cioè che ETH diventerà sicuramente deflattivo e per questo ti ringrazio e sicuramente terrò ancora il mio portafoglio storico di ETH per lungo tempo anche perchè l’ho acquistato quando valeva circa 150USD e dato che se ne troveranno di meno sul mercato penso che le previsioni di alcuni esperti siano veramente possibili. Grazie anche per la notizia dell’anticipazione del Merge. Buona giornata e buon business.

  7. Gianluca per favore, se leggi i commenti parleresti di ankr visto che ce l’ho in portafoglio e visto che oggi su binance ha fatto il più 60%?
    Però tecnicamente, perché di sicuro la fed non ha improvvisamente deciso di comprare ankr per mettere in stake tutti i dollari americani……. per favore….🙏

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *