Home / Bitcoin e Ripple gratis in Giappone | La particolare iniziativa di una banca…

JPN RIPPLE BITCOIN

Bitcoin e Ripple gratis in Giappone | La particolare iniziativa di una banca…

Continua l’incredibile successo di Ripple in Giappone, paese che è stato sempre come una seconda casa per la criptovaluta che fa capo a Ripple Labs. Ora è Shinsei Bank a cercare una collaborazione seppur indiretta, offrendo ai propri clienti dei premi in $XRP per attirare nuovi sottoscrittori dei propri servizi.

Una mossa che sebbene ci interessi poco direttamente (dobbiamo essere residenti in Giappone per partecipare) è un ottimo segnale dello stato di salute di Ripple dall’altra parte del mondo. Una parte di mondo che è stata sempre più morbida per Ripple, quantomeno rispetto agli Stati Uniti.

Possiamo investire su Ripple anche con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il top degli strumenti di trading già INCLUSI – intermediario che è il migliore per chi vuole affrontare il mondo cripto da un punto di azione squisitamente finanziario. Offre 75+ cripto asset sui quali investire oltre che a tanti altri titoli che arrivano da altri mercati.

Possiamo utilizzare questo intermediario anche per fare trading automatico grazie al CopyTrader, sistema che ci permette di investire al meglio all’interno del mercato copiando i più bravi. E con gli Smart Portfolios possiamo investire in quote su panieri cripto già ben diversificati. Con 50$ possiamo investire con un conto reale.

Shinsei Bank offre premi in $XRP: ecco come

Un gruppo di enorme rilevanza in Giappone, in particolare nel mondo del banking retail, ovvero quello che si preoccupa di aprire conti e offrire operazioni al pubblico generale. Shinsei Bank infatti offrirà tutta una serie di premi ai nuovi clienti, mettendo a disposizione fino a 8.000 Yen tanto per i nuovi quando per chi è già cliente della banca, rigorosamente in Ripple.

Giappone Bitcoin Ripple Italia
Differenze siderali tra Giappone e Italia

Secondo quanto è stato raccontato dalla banca con uno specifico comunicato stampa, il gruppo offrirà in alternativa anche Bitcoin, per una scelta che sarà completamente libera per gli utenti. Per ottenere questa ricompensa, che verrà offerta in collaborazione con SBI, si dovrà aprire un nuovo conto e fare un tot di transazioni entro la fine del concorso.

Tutto questo a marcare ad esempio l’enorme differenza del settore bancario giapponese con quello italiano, con il nostro Paese che è uno dei peggiori per quanto riguarda l’approccio verso le criptovalute, con diversi clienti degli istituti nostrani che si sono addirittura visti chiudere il conto per aver operato da e verso gli exchange.

Con lo zampino di SBI

A collaborare con l’istituto bancario è SBI, una vecchia conoscenza per chi segue il mondo di Ripple, essendo partner diretto di Ripple Labs che ha già proposto sul mercato giapponese diversi servizi basati proprio su Ripple.

SBI che tempo fa si era detta anche pronta a seguire le operazioni per l’eventuale quotazione in borsa di Ripple, questione che dovrebbe ripresentarsi con una certa veemenza una volta che saranno chiusi i procedimenti legali che vedono $XRP contrapposto a SEC.

Nel frattempo, approfittando anche di un mercato dagli andamenti non entusiasmanti, si continua a costruire. E ad aumentare la visibilità di uno dei progetti più longevi del comparto altcoin. Progetto che trova da sempre o quasi ottima accoglienza proprio in Giappone e nel Lontano Oriente.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.
Criptovaluta.it è su Google News !
Resta aggiornato sulle ultime news elaborate dal centro studi di Criptovaluta.it per Google News - clicca su questo link e poi sulla stellina ⭐ in alto a destra.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *