martedì , 27 Settembre 2022

Home / Celsius venderà i suoi Bitcoin | Ma soltanto quelli che arrivano da…

Celsius Bitcoin mining

Celsius venderà i suoi Bitcoin | Ma soltanto quelli che arrivano da…

Ancora Celsius. Il gruppo che è tra quelli che si trovano in difficoltà sia per il crack dell’intero settore, sia per una gestione allegra dei fondi dei clienti, avrebbe ricevuto un importante ok da parte delle corti americane.

Si tratterebbe infatti dell’approvazione per la vendita dei Bitcoin che il gruppo ricava tramite mining, una mossa importante per il gruppo che secondo le proiezioni finanziarie degli analisti e della stessa corte che sta seguendo il procedimento, finirebbe altrimenti senza liquidità entro ottobre prossimo.

Un buon segno per i creditori? Dipende. La situazione in realtà sembrerebbe essere quasi compromessa e con spazi decisamente ridotti per un eventuale recupero. E questa mossa profuma più di necessità che di opportunità. Sta di fatto che per tutti gli investitori e risparmiatori tanto in Bitcoin quanto invece in altre criptovalute questa sarà una lezione importante, anche per imparare a comportarsi nel modo corretto in futuro.

Cerchiamo di vederci chiaro, tenendo conto che sul gruppo e sul suo CEO pendono delle accuse infamanti, che se confermate potrebbero significare ulteriori procedimenti giudiziari e ulteriori problemi per un gruppo che sta in piedi soltanto grazie alla procedura ex Chapter 11.

Celsius potrà vendere i Bitcoin che ricava dal mining

In pochi forse sanno che Celsius si occupa collateralmente anche di mining Bitcoin e che ovviamente tramite queste operazioni ricava appunto dei coin. Coin che hanno un valore di mercato e che potrebbero andare a rimpinguare una cassa che ormai langue e che andrebbe a svuotarsi completamente durante il prossimo ottobre.

Celsius Bitcoin Analisi
Ok dal tribunale, ma molto restrittivo

La decisione del giudice di permettere alla società (che ex Chapter 11 non è più padrona del suo destino) di vendere tali Bitcoin deve essere pertanto interpretata alla luce di ciò: non si tratta di un tentativo di tornare in profitto, ma semplicemente di una necessità per ottenere liquidità per far fronte a questa complicatissima situazione. Una situazione all’interno della quale i giudici hanno il compito, stabilito dalla legge, di preservare al massimo le sostanze del gruppo al fine di soddisfare i molti creditori che si sono già iscritti alla procedura.

Soltanto i proventi del mining

Si tratta tra le altre cose di una decisione con un ambito di applicazione decisamente ristretto: la società potrà infatti semplicemente continuare a fare mining e a vendere i Bitcoin ricavati, senza che possano essere emessi titoli, anche con sottostante Bitcoin, e senza che possa liberamente disporre degli asset cripto di cui è già in possesso.

C’era stata infatti anche una richiesta in questo senso, che però è stata negata dal giudice in quanto ritenuta pregiudizievole per la possibilità che vengano ristorati adeguatamente i creditori. Capita anche questo quando si portano i libri in tribunale con miliardi di debiti nei confronti di società grandi e piccole e anche di tanti privati.

Una situazione che dunque rimane complessa e per la quale, per fortuna verrebbe da aggiungere, il CEO di Celsius può decidere poco. Se fossero confermate le pesanti accuse mosse dal Financial Times e delle quali abbiamo parlato questa mattina, si tratterebbe davvero del minimo per recuperare un po’ di credibilità in termini di procedure fallimentari e di gestione dei tribunali di società in dissesto.

Potranno avere un impatto negativo questi Bitcoin venduti sul prezzo dell’asset? Si tratta di vendite, per i volumi ai quali ci ha abituato Bitcoin, assolutamente minimi. E dunque chi sta organizzando i propri investimenti può bellamente ignorare questa notizia, che è piuttosto neutrale in termini di effetti sul prezzo.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.
Criptovaluta.it è su Google News !
Resta aggiornato sulle ultime news elaborate dal centro studi di Criptovaluta.it per Google News - clicca su questo link e poi sulla stellina ⭐ in alto a destra.

Iscriviti alla newsletter

3 commenti

  1. Caro Gianluca, io penso che in questo momento chi si sta costruendo un portafoglio lo deve fare con la cura e la precisione di un orologiaio, non so se hai mai visto smontare un orologio, ma lo strumento è composto da tanti pezzi, ingranaggi, molle, a volte rubini( fungono da cuscinetti a sfera, molto resistenti e con poco attrito), lancette, vetrino, quadrante e via dicendo.
    Quando è montato tutto deve funzionare alla perfezione.
    Bisogna avere molta pazienza perché i tempi saranno lunghi secondo me prima di poter raccogliere i frutti, bisogna calcolare gli ingressi perché ci sarà bisogno di mediare di sicuro, bisogna avere chiara una strategia di uscita e di ribilanciamento.
    Ma per me è assolutamente tempo di costruire, con un rischio calcolatissimo, se va ci possiamo aspettare da qui a 3 anni una crescita impensabile, se non va, dobbiamo perdere quello che possiamo permettere di perdere.

  2. Si certo con precisione.
    Precisione di cosa?
    Perché esiste qualcuno che è capace di prevedere il futuro?
    Mi sa caro Giorgio che scrivi tanto per passar tempo.
    Hai scritto una pagina intera e non hai detto niente.

    • Che vuoi che ti dica….purtroppo non sono per tutti, difficile comprendermi lo so.
      Comunque se avessi fatto previsioni del futuro avrei scritto che nei prossimi 3 anni mi aspetto un aumento del prezzo di btc di 10 volte, di conseguenza di 30 o 50 volte quelle delle cripto, ma avrei anche scritto, anzi forse l’ho fatto, che le cose possono anche andar male e devo mentalmente prepararmi a ritirare il mio investimento iniziale in perdita.
      Bilanciare, ribilanciare, money management, ingressi, uscite, mind set.
      Precisione= capire cosa vuole il mercato, cosa vogliono gli speculatori, i sognatori che investono 10$ per ottenerne un milione.
      Costruire un portafoglio cripto.
      Sono troppo complicato lo so, lascia stare…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *