Home / Beeple e Madonna: grande successo per i NFT | Ecco a quanto…

Un grande successo per madonna

Beeple e Madonna: grande successo per i NFT | Ecco a quanto…


Successo per i NFT che Madonna ha lanciato in collaborazione con Beeple, una collezione di immagini basate sulla scansione in 3D della sua immagine. The Mother of Creation, questo il nome della raccolta, nasce con lo scopo di raccogliere fondi in favore di 3 organizzazioni no-profit: City of Joy Foundation, Voices of Children Foundation e Black Mama’s Bail Out.

L’iniziativa ha riscosso un certo successo e ha portato a un incasso totale di 309 Ethereum. La collezione si compone di tre opere: Mother of Nature, Mother of Evolution, e Mother of Technology. Una di queste in particolare ha una forte connotazione sessuale, nonostante l’ambientazione cruda della scena, ed ha attirato l’attenzione della neuropsicologa Shirley M. Mueller.

Segno che i grandi nomi del mondo pop continuano a riscuotere dei grandi successi. E segno di un settore che sta cercando di ottenere uno spazio rilevante nel mondo dell’intrattenimento. Possiamo investire nel comparto con Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il meglio in termini di SERVIZI e AI – intermediario che ci permette di investire su 476+ progetti cripto, tutti scelti tra i più solidi e tra quelli di maggiore prospettiva, anche nel mondo dei NFT.

Chi sceglie Capital.com può trovare anche MetaTrader 4 e TradingView, due delle migliori piattaforme al mondo per quanto riguarda l’analisi e il trading. E abbiamo anche un servizio di intelligenza artificiale per l’analisi del portafoglio. Con 20€ di investimento minimo possiamo passare al conto reale.

Madonna in NFT, grazie a Beeple

Il pezzo che ha fatto registrare la quotazione più alta, 170,5 Ethereum, è stato Mother of Nature. Secondo Shirley M. Mueller, neuropsicologa e appassionata collezionista d’arte, il motivo è da ricercare nella natura sessualmente esplicita dell’opera. Beeple ritrae Madonnna nuda, apparentemente senza vita, che dà origine a germogli che crescono fino a diventare un albero. Torneremo sulle considerazioni della scienziata più tardi, adesso ci concentriamo sull’iniziativa che porta la firma dei due artisti.

Madonna serie NFT successo
Madonna colpisce e affonda!

The Mother of Creation è una collezione di tre NFT realizzata da Beeple e Madonna, a scopi umanitari: gli incassi sono stati devoluti a City of Joy Foundation, Voices of Children Foundation e Black Mama’s Bail Out. Le tre no-profit offrono sostegno a donne vittime di violenza, a madri e figli colpiti dal conflitto ucraino, e a madri in carcere.

Quando abbiamo dato vita al progetto ero spinta dall’idea di indagare sulla creazione, e sfruttare l’occasione di presentare al mondo opere nate dalla collaborazione con Beeple per orrire un sostegno concreto alle madri e ai bambini più bisognosi.

Questa la sintesi delle parole con cui Madonna descrive la sua collaborazione con Beeple, uno tra gli artisti digitali più quotati in assoluto. A partire da una scansione in 3D della cantante, Mike Winklemann ha realizzato delle animazioni che ritraggono Madonna Louise Veronica Ciccone completamente nuda.

La cantante è raffigurata in Mother of Nature in un laboratorio, apparentemente senza vita. Mother of Technology raffigura Madonna in una rigogliosa foresta, mentre Mother of Evolution la mostra in una scena post apocalittica. Le ambientazioni surreali di Beeple hanno dato forma alla sensibilità di Madonna come donna, artista e come madre, che in questa collaborazione si concentra sul concetto stesso di creazione.

Interviene la scienza

La collezione è stata venduta su SuperRare, e ha fruttato 309 $ETH, che in quel momento corrispondevano a oltre 625.000 dollari. Il pezzo più quotato, Mother of Nature si trova in un wallet anonimo in cui erano presenti anche alcuni CryptoPunks e altri NFT di pregio.

Abbiamo citato in apertura la neuropsicologa Shirley M. Mueller, che di recente ha espresso il suo autorevole parere sull’operazione di Beeple e Madonna, e in particolare sul successo di Mother of Nature. Secondo la scienziata l’interesse per quest’ultima opera nasce dal fatto che per gli utenti l’albero che prende vita dalla cantante avrebbe una forte connotazione sessuale, quindi l’origine dell’albero rimanderebbe alla sfera del desiderio.

Shirley M. Mueller richiama un suo studio del 2006, nel quale dimostra che l’eccitazione sessuale influenzerebbe le decisioni degli uomini sessualmente carichi. La condizione fisica di un utente può influenzare pesantemente il suo stato psicologico.

A distanza da mesi dalla sua uscita, The Mother of Creation continua quindi a far parlare di sé, scomodando un’illustre portavoce della comunità scientifica che oltre ai titoli piò vantare anche una genuina passione per il collezionismo d’arte, settore che peraltro ha già ampiamente dimostrato di trovare più di un’applicazione concreta nelle tecnologie del comparto.

E Se lo studio della Mueller ci riporta di nuovo a considerare il rapporto tra sessualità e impulso d’acquisto su qualsiasi tipo di mercato, centralizzato o meno che sia, la collezione di Madonna nasce con tutt’altro scopo. L’artista non è nuova a iniziative di beneficienza, così come non è nuova al mondo dei Non Fungible Token, e conferma con The Mother of Creation il suo interesse per quanto di buono il comparto e le sue tecnologie possono offrire al mondo dell’arte.

Info su Paolo Sorgi

Appassionato di NFT, metaverse e cripto legate ai motori, Paolo segue per criptovaluta.it anche il settore del gaming e della musica legata alla blockchain.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *