Home / Bitcoin e crypto: inizia la seconda volata! | Ecco i brutti dati macro USA, che aiutano…

BITCOIN CRYPTO ONDA

Bitcoin e crypto: inizia la seconda volata! | Ecco i brutti dati macro USA, che aiutano…

Apertura delle borse USA, dopo la giornata di pausa dovuta alla ricorrenza del Martin Luther King Day, piuttosto scoppiettante. Almeno per le cripto, perché dal lato dei dati macro la situazione sta degradando piuttosto rapidamente, inficiando quella narrativa del soft landing tanto cara a Federal Reserve. Una situazione forse di difficile lettura per chi non sta seguendo mercati, narrativa di Federal Reserve nonché aspettative sui tassi.

Per questo motivo proporremo la nostra chiave di lettura, tesa anche a cercare di anticipare i diversi scenari che potrebbero svilupparsi nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, per un mercato cripto che potrebbe ricevere un regalo importante proprio dalla realtà con la quale economia e banche centrali dovranno fare necessariamente i conti.

Chi vuole prepararsi e operare all’interno del mondo crypto e Bitcoin può farlo con Capital.com,vai qui per ottenere un conto virtuale con TRADING AUTOMATICO gratuito – piattaforma capace di offrire il crypto auto trading in ambiente sicuro e completamente regolamentato, a zero commissioni.

Dati pessimi dalla macroeconomia: brindano Bitcoin e crypto

Bitcoin e cripto volano sulla scorta di dati pessimi che arrivano dall’economia USA, che pur in molti ritenevano essere in un migliore stato di salute rispetto a quella europea.

Sono arrivati i dati sull’indice manifatturiero Empire State Manifacturing di New York. Un indice che rappresenta uno spaccato della situazione del settore manifatturiero negli USA, con indagini dirette su 200 imprese dello stato di New York. Per quanto non sia un dato 100% rappresentativo di quanto sta avvenendo nell’economia USA, è comunque uno dei campanelli di allarme che dovrebbero portare Federal Reserve a tirare il freno a mano almeno per quanto riguarda i rialzi dei tassi di interesse.

  • Il soft landing è un miraggio?

Parliamo di quell’atterraggio morbido del quale Federal Reserve parla da tempo come conclusione del suo percorso di manovre restrittive in termini monetari. Atterraggio morbido che altro non è che che metafora di una recessione evitata. Recessione che però, dati questi dati, sembrerebbe sempre più difficile da evitare.

  • Federal Reserve pronta a cambiare rotta?

Probabilmente non con il prossimo incontro del FOMC, che si terrà il primo febbraio e che dovrebbe alzare i tassi ancora una volta, seppur secondo le previsioni di soli 25 punti base.

La questione però potrebbe finire per cambiare la traiettoria di Federal Reserve nei prossimi mesi: prossimi mesi per i quali la banca centrale più potente del mondo avrebbe fatto intendere altri possibili rialzi (per un totale di 75 punti base), ma che a questo punto sembrerebbero essere, almeno per l’economia in apnea, decisamente fuori luogo.

Perché le cripto brindano?

Perché anche a chi specula su Bitcoin e cripto il capitale gratis piace. E perché maggiore liquidità sui mercati finisce per spingere in alto anche il prezzo dei crypto-asset.

Difficile fare previsioni a questo punto, ma è invece facile comprendere il motivo di questi movimenti di breve periodo. Movimenti di breve periodo che confermano una certa reattività da parte dei mercati che è quanto in realtà in molti aspettavano.

Dati USA molto preoccupanti
I pessimi dati che arrivano dagli USA fanno tremare Federal Reserve

Presto per parlare di inversione di trend

Mentre ancora impazza la discussione sul bottom, ovvero sul minimo di prezzo che Bitcoin dovrebbe raggiungere durante questo ciclo, rimane difficile parlare di inversione di trend. Non perché da queste parti non ci si creda, ma piuttosto perché crediamo che potrebbero esserci ancora settimane difficili per i mercati.

Settimane difficili che però potrebbero segnare anche il definitivo affrancamento del settore, a partire da Bitcoin, dagli andamenti dei titoli di rischio. E questa sì che sarebbe una grande, grandissima rivoluzione.

Definiti già i protocolli che rimarranno sulla piazza?

Ogni bear market finisce per spazzare vie tanti progetti di belle speranze, che non riescono a resistere ai danni patrimoniali che tali fasi di mercato comportano.

Certo è che tanti stanno prendendo posizione nel mercato in modo piuttosto interessante. A partire da Avalanche che ha stretto accordi con Amazon passando per i tanti accordi che sta stringendo anche Polygon Matic.

E a fare da capofila ci sarà, ancora una volta, quel Bitcoin che in molti, in troppi hanno dichiarato per morto anzitempo. Per chi terrà duro durante questo periodo, ci sarà probabilmente da divertirsi già tra qualche settimana. Il tutto in attesa di altri dati che arriveranno tra poche ore.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments