Home / Bitcoin: 5,5 miliardi di opzioni in scadenza! Caos sui mercati…

Bitcoin: 5,5 miliardi di opzioni in scadenza! Caos sui mercati…

Una settimana cruciale per Bitcoin, con una grande quantità di opzioni in scadenza negli USA, che potrebbero creare un grande sconquasso sul mercato. Ci sono infatti circa 100.000 BTC in derivati in scadenza, che ammontano a circa 5,5 miliardi di dollari ai prezzi attuali, che scadranno il prossimo venerdì. Un grande volume di contratti che sta creando non poca agitazione sui mercati, con il prezzo che continua a mantenersi relativamente volatile, anche se all’interno di un canale ben definito.

Record di opzioni in scadenza – per molti analisti rialzi in arrivo

Secondo i principali analisti, i contratti in scadenza – che costituiscono un record all’interno dell’intero comparto, anche storicamente – dovrebbero spingere verso un ulteriore trend rialzista, dopo che BTC ha raggiunto il suo massimo storico soltanto pochi giorni fa. Chi volesse fare trading seguendo queste analisi ha oggi a disposizione due diverse opzioni. eToro (puoi iscriverti gratuitamente qui) permette di investire sia in accesso diretto sia tramite CFD, con la possibilità anche di copiare i migliori trader con il CopyTrading.

In alternativa abbiamo anche l’ottimo Capital.com (qui per aprire un conto dimostrativo gratuito), broker con una piattaforma web di grande spessore, ricca di strumenti di analisi e con la possibilità di utilizzare anche l’intelligenza artificiale per analizzare il nostro portafoglio.

In arrivo una grande volatilità?

Il primo aspetto problematico di tanti contratti in scadenza è sicuramente costituito dalla volatilità che potrebbero innescare. Questo in un mercato degli investimenti in Bitcoin che rispetto all’estate scorsa ha letteralmente raddoppiato sia i volumi scambiati tramite derivati, sia la quantità di quote di ETF acquistate anche dai piccoli risparmiatori. Movimenti che potrebbero aumentare la volatilità di breve e medio periodo, nonostante il contraltare costituito sia dalle aziende come Tesla, sia dagli investitori istituzionali, ormai sempre più attivi sul mercato delle criptovalute.

Non possiamo però basarci soltanto su dati di questo tipo per capire come potrebbe muoversi Bitcoin e se potrebbe o meno essere questo il momento giusto per entrare sul mercato. Faremo riferimento anche alle opinioni degli specialisti che circolano sulle analisi delle principali banche, sia di quelle che arrivano dal settore dell’economia tradizionale, tenendo conto anche di quanto dicono gli imprenditori che operano direttamente o indirettamente su Bitcoin.

Cosa c’è sul tavolo per Bitcoin?

Quali sono le questioni più importanti e definitorie per i prossimi mesi su Bitcoin? La criptovaluta con la più alta capitalizzazione al mondo è davanti a molti banchi di prova, che potrebbero deviare la traiettoria, al rialzo o al ribasso, che il consenso degli analisti si aspetta.

  • Tesla: non solo investimenti

Tesla è entrata sul mercato di Bitcoin in modo prepotente, con un acquisto di 1,5 miliardi di dollari che ha contribuito ad un rialzo permanente del valore di BTC sul mercato. Tuttavia, secondo gli analisti che seguono più da vicino il gruppo di Elon Musk, la vera questione definitoria sarà un’altra. Il gruppo inizierà davvero ad accettare Bitcoin per le sue auto e per la sua rete di servizi di ricarica? Se sì, la domanda per BTC potrebbe salire in modo importante. Soprattutto in virtù del ruolo di apripista che il gruppo rivestirebbe anche tra le altre aziende del NASDAQ.

  • Apple: che fine ha fatto?

Soltanto qualche settimana fa si parlava di un’integrazione – a breve termine e quasi certa – delle principali criptovalute all’interno del sistema Apple Pay. Non se ne è saputo più nulla e non ci sono aggiornamenti. La casa di Cupertino ci ha abituato negli anni a lavorare nell’ombra e ad arrivare sui giornali con prodotti finiti. Dopo il grande all in di VISA e di Mastercard, Apple potrebbe non avere più spazio per tirarsi indietro. Ma per il momento tutto tace. Un’accettazione di Bitcoin & co. all’interno del sistema Apple Pay sarebbe la consacrazione definitiva per la più grande criptovaluta di sempre.

  • Tanti ETF in approvazione

VanEck, ma non solo. Ci sono diversi ETF in approvazione negli Stati Uniti, che potrebbero aumentare la richiesta anche presso il grande pubblico per BTC come asset di investimento. È vero che ce ne sono già diversi e che le barriere di ingresso sono ormai inesistenti. Ma il coinvolgimento di gruppi come il già citato VanEck, Morgan Stanley, JP Morgan e le altre grandi banche USA potrebbe davvero cambiare le carte in tavola.

Previsioni pazze, ma non troppo

Noi abbiamo le nostre previsioni sul futuro di Bitcoin, che teniamo costantemente aggiornate e che continuano a puntare a 100.000$ come valore di medio periodo più credibile. Tuttavia c’è chi ci sorpassa e ha un outlook su questa criptovaluta ancora più ottimista. È Bobby Lee, che è intervenuto direttamente sugli schermi di CNBC, uno dei canali finanziari più importanti del mondo, a sorpassarci.

Si punta, dice, a 300.000$, basando le sue analisi sull’esperienza accumulata come fondatore e amministratore delegato dell’exchange BTCC. L’esperto ha anche avvisato su una possibile bolla, invitando i risparmiatori più prudenti a mantenere la calma e a non investire se non capaci di sopportare grandi fluttuazioni di prezzo. Ci sono poi altre previsioni che riteniamo degne di essere riportate:

  • JP Morgan punta a quota 146.000$

È una previsione di inizio anno, con un obiettivo che è fissato come di lungo termine da parte di una delle più grandi banche d’affari del mondo. Sono passati circa 3 mesi da questa previsione e effettivamente Bitcoin ha guadagnato molto, muovendosi in quella direzione.

  • Guggenheim punta a 600.000$

Anche questa una previsione sul lungo periodo e che ormai ha qualche settimana. È di inizio febbraio e sembra essere la più assurda di quelle che abbiamo letto negli ultimi mesi. Tuttavia la voce è una di quelle autorevoli e deve essere riportata, anche soltanto allo scopo di lasciar intendere il vero sentimento dominante sul mercato.

Le previsioni potrebbero sembrare pazze e senza senso, soprattutto al termine di una settimana difficile per Bitcoin. Tuttavia, tra opzioni in scadenza e BTC ritirati da clienti dei principali exchange, sembrerebbe che il bullish trend sia soltanto all’inizio. Difficile scommetterci adesso, di fronte a ribassi anche importanti nell’ultima giornata. Ma Bitcoin, se qualcuno avesse ancora dei dubbi, è più che vivo e continua a lottare con chi vi investe ogni giorno.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

2 commenti

  1. Per non parlare della previsione di Kraken che lo vede oltre 1MLN, ma non so se la prenderete in considerazione.

    • Ciao Davide, guarda ti dico la mia: quella previsione potrebbe sembrare fantascienza, chiaro, ma secondo me molto meno di quello che si pensa.

      A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *