Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / +BREAKING+: Cardano supporterà a breve gli smart contract

+BREAKING+: Cardano supporterà a breve gli smart contract

Buone nuove dal Cardano 360, la Convention virtuale appuntamento per tutti gli appassionati di ADA. Alonzo, l’hard fork che consentirà il pieno supporto degli smart contract, sarà operativo dal prossimo luglio 2021, così come annunciato in diretta da Charles Hoskinson, leader e factotum del progetto. Il tutto all’interno di una timeline molto interessante, che renderà Cardano ADA ancora più appetibile per gli investitori.

La notizia che tutti gli appassionati di ADA aspettavano

Una timeline molto fitta di appuntamenti, con i primi nodi Alonzo che saranno operativi da aprile in fase di test su network privato, per poi passare in fase di beta testing pubblica a partire dal prossimo maggio. Chi volesse puntare su queste novità annunciate dal progetto Cardano, può investire su ADA tramite Capital.com (qui per aprire il conto dimostrativo gratis), cercando di anticipare un trend positivo che premierebbe le novità introdotte.

Smart Contract ADA

La prima delle novità importanti sarà la piena integrazione, successivamente all’hard fork, degli smart contract all’interno della blockchain di Cardano. Un progetto atteso da tempo e per il quale oggi abbiamo finalmente una data di integrazione.

Gli smart contract permetteranno a Cardano, quando implementati sulla mainnet, di competere effettivamente contro Ethereum, in una nicchia, quella della finanza decentralizzata (DeFi), che oggi è la più interessante sia per gli investitori che per gli utenti effettivi del network. Tutto questo dopo il code freeze, che avverrà soltanto in caso di risultato positivo dei betatest, che avverranno, come abbiamo già segnalato, prima in via privata, poi invece su una testnet ad accesso pubblico.

Un passo avanti enorme per Cardano, che nonostante abbia ormai puntato da tempo a sottrarre clienti alla blockchain Ethereum, non era dotato, almeno fino ad oggi, di strumenti efficaci per incamerare progetti che si basano fortemente sull’utilizzo di smart contract.

Cardano: per il futuro una delle blockchain più forti?

C’è qualcosa che non manca a Cardano, ed è l’hype, ovvero l’entusiasmo intorno al progetto. Nonostante questa blockchain (e il relativo token) siano indietro in quanto a sviluppo tecnologico rispetto a progetti di nuovo conio, rimane assolutamente incredibile l’entusiasmo che continua a montare intorno al progetto.

Entusiasmo che continua a montare anche grazie al sapiente utilizzo di eventi come il Cardano 360. Hoskinson, personaggio a tratti polarizzante e che non risparmia attacchi alle altre blockchain, è maestro delle tempistiche e della creazione di hype. E lo ha dimostrato ancora una volta oggi, annunciando quello che un po’ tutti sapevamo, ovvero che Cardano, finalmente, inizierà a supportare gli smart contract. Una notizia non notizia, ma diffusa da vero maestro dei media.

L’annuncio è stato salutato con entusiasmo anche dai mercati. Cardano ha recuperato in parte le perdite delle scorse 24 ore, in un mercato che continua ad essere falcidiato dalle correzioni, soprattutto da parte dei primi della classe.

Le nostre previsioni su Cardano ADA rimangono fortemente rialziste e confermate da questo interessantissimo upgrade. Successivamente al quale Cardano ADA potrà davvero iniziare a giocare con i grandi.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *