Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Continua il Boom di Filecoin: +30% giorno su giorno

Continua il Boom di Filecoin: +30% giorno su giorno

Nessuno potrà dire che non lo avevamo detto. Siamo stati i primi in Italia a seguire le magnifiche evoluzioni di Filecoin, la blockchain che permette di avere storage condiviso e di far incontrare domanda e offerta per servizi cloud decentralizzati.

Filecoin boom - nono posto capitalizzazione
L’incredibile corsa di Filecoin – adesso tra le prime 10 per capitalizzazione

I mercati, ancora una volta, ci hanno dato ragione. È da un po’ che Filecoin cresce a ritmi serrati, anche se fino ad oggi non avevamo mai visto una crescita di questo tipo, anche da parte di uno dei token più interessanti del panorama cripto. Possiamo anche investirci trattandolo da asset finanziario puro. Capital.com (qui per aprire un conto demo gratuito), lo offre a listino insieme a decine di altre criptovalute di qualità, anche emergenti.

Le ultime novità su Filecoin e perché cresce

In realtà si sono susseguite diverse news su Filecoin negli ultimi giorni, che hanno contribuito all’incredibile boost di valore che la criptovaluta ha fatto registrare. The9 Limited, società quotata al Nasdaq, ha infatti dichiarato di aver iniziato le operazioni di mining per il servizio, aggiungendo un accordo per oltre 2 milioni di dollari per hosting proprio su Filecoin. Per un accordo complessivo, tenendo conto anche delle macchine coinvolte, di 12 milioni di dollari. Cifre che sicuramente non stupiranno chi segue blockchain più popolari come Bitcoin, ma che segnalano comunque l’interesse che si sta generando questo network.

Nel complesso The9 oggi può operare con un nodo indipendente e circa 80 Pebibytes, una volta che l’acquisto sarà perfezionato. Un contratto di grande importanza per il progetto, che continua a chiudere collaborazioni di primissima fascia e ad assumere un ruolo centrale all’interno del mondo delle criptovalute di nuova generazione.

Ma dietro l’aspetto tecnologico, c’è anche un interesse enorme da parte dei cosiddetti investitori istituzionali. È notizia di pochi giorni fa l’avvio, da parte della solita Greyscale di un trust fund che investe proprio in FIL (la criptovaluta del network), con un’acquisto iniziale di 45.550 token. E questo ha dato il via, come spesso avviene sui mercati, ad un ciclo di acquisti che ha comportato il rialzo di cui tutti oggi siamo testimoni.

Può essere davvero questo il futuro dell’hosting?

La crescita di Filecoin, che ha maturato un +30% nelle ultime 24 ore e un +100% durante la scorsa settimana è dovuta anche ad un cambio di paradigma, importantissimo per un settore che oggi è tra i più importanti dell’intero web e dei servizi internet.

Si può iniziare ragionevolmente a pensare ad un nuovo modo di concepire lo storage, utilizzando blockchain che ne garantiscono la decentralizzazione e l’efficienza. Un sistema molto diverso rispetto al single point of failure che i servizi di cloud classici, come AWS o Azure offrono oggi. Con maggiore resilienza e, possibilmente, costi ancora più contenuti.

Dove si fermerà Filecoin?

La criptovaluta sembra essere ancora in pieno hype e la chiusura di importanti contratti ne amplifica la portata. Nonostante con queste crescite le correzioni potrebbero essere all’ordine del giorno, il sentiment su Filecoin di medio e lungo periodo sembra essere ancora rialzista.

Chi vuole fare il suo ingresso sul mercato potrebbe, soprattutto in prospettiva di lungo periodo, fare la cosa giusta. Gli strumenti giusti li abbiamo segnalati, per il resto, non resta che seguire gli aggiornamenti e le analisi di Criptovaluta.it.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *