Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Mark Cuban non ha dubbi: “Dogecoin arriva a 1$” !

Mark Cuban non ha dubbi: “Dogecoin arriva a 1$” !

Mark Cuban è uno dei nomi più forti del mondo di Dogecoin. Con i suoi Dallas Mavericks accetta ormai da tempo pagamenti in meme coin ed è sempre stato un sostenitore, piuttosto estroverso, di DOGE.

Non tutti però si aspettavano un intervento, durante l’Ethereal Summit, di supporto aperto alla criptovaluta. Con un messaggio chiaro: “Dogecoin arriverà ad 1$ e diventerà una sorta di stablecoin“.

Mark Cuban Doge 1$
Cuban Colpisce ancora: DOGE davvero a 1$?

Un messaggio che ha già mandato in visibilio gli appassionati della criptovaluta del cane, che continua ad avere un ottimo momento sui mercati, nonostante una breve correzione odierna, con il token che rimane sopra quota 0,60$.

Chi vuole investire su Dogecoin lo può trovare – da poco – anche su eToro (qui per un conto virtuale gratuito), piattaforma crypto con i migliori 19 progetti tutti a listino – e con gli esclusivi CopyTrader (per copiare i migliori trader e spiarne le mosse) e CopyPortfolios – per avere investimenti in paniere di criptovalute.

Mark Cuban punta pesante su Doge: 1$ il traguardo

Possiamo rinfacciare tante cose a Mark Cuban, ma non di non essere estremamente diretto. E anche oggi il capo dei Dallas Mavericks, che accettano da tempo Doge a pagamento del merchandising, non si è smentito.

Credo che potrebbe raggiungere il valore di 1$ e diventare una sorta di stablecoin. […] Per un po’ andrà su e giù a 0.60, 0.70 e 0.80$, ma penso che potrebbe ancorarsi a 1$. È una mia previsione – soltanto una previsione.

Anche se nella chiusura della sua prima dichiarazione l’eccentrico imprenditore ha messo le mani avanti, il messaggio è estremamente chiaro: Dogecoin avrà un futuro roseo e potrebbe diventare importante tanto quanto Bitcoin o Ethereum.

Su cosa basa le previsioni Cuban? Sul fatto che Dogecoin è più facile da usare per i pagamenti e dunque più adatto a rivestire il ruolo di valuta. Anche grazie al fatto che in realtà Dogecoin non ha un cap fisso, ma aggiunge alle sue riserve una quantità fissa di token ogni anno, fissata a 5,2 miliardi di unità.

DOGE sta diventando un token utile anche in termini di valuta. Sapete, potete andare nel negozio dei Mavs [I Dallas Mavericks, NDR] e spenderli. E noi vendiamo molto di più in Dogecoin che in Ethereum o Bitcoin.

Quanti DOGE ha in portafoglio Cuban?

In realtà, per sua stessa ammissione, relativamente pochi. “Poche decine di migliaia di dollari”, che sono stati accumulati tramite le spese dei tifosi dei Mavs. In aggiunta a quelli acquistati insieme al figlio, in una lezione crypto che è ormai storia del mondo della blockchain.

Le persone credono che io possieda milioni di dollari in Dogecoin. Questo non è vero.

Una brutta notizia? Niente affatto. Anche se questa notizia smentisce chi riteneva che Cuban fosse dietro gli ultimi pump della criptovaluta.

Possiamo davvero credere al traguardo di 1$ per DOGE?

Per il momento è difficile a dirsi. Mancano diversi miliardi di dollari affinché si possa raggiungere questo livello di prezzo. Sul breve periodo sembrerebbe una mossa impossibile, anche se Dogecoin ci ha insegnato a diffidare delle analisi troppo tecniche e ragionate.

Il momento altamente volatile continuerà per un po’, cosa che rende il mercato, almeno per ora, adatto soltanto a chi ama rischiare. Possibilità di correzioni? Anche questo è possibile. Ma chi guarda al medio e lungo periodo – e si fida di Mark Cuban – potrebbe anche permettersi di correre il rischio.

Mark Cuban – come è noto – non è l’unico magnate che ha una passione particolare per Dogecoin. Soltanto oggi vi abbiamo raccontato del mistero del wallet attribuito a Elon Musk – personaggio anch’esso sui generis e grande fan del token del cane!

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *