Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Dogecoin: nuovo Tweet di Musk e DOGE sale!

Dogecoin: nuovo Tweet di Musk e DOGE sale!

Ancora Elon Musk e ancora Dogecoin, in quello che ormai sembrerebbe essere un disegno per portare DOGE all’interno del mondo di Tesla a scapito di Bitcoin. Secondo un Tweet del tycoon, la società starebbe lavorando con non meglio precisati sviluppatori di Dogecoin per trovare una quadra.

Che tipo di quadra? Un miglioramento dell’efficienza delle transazioni, riallacciandosi a quello che è stato il tema forte delle ultime 24: inquinamento, Bitcoin, criptovalute e Tesla.

Doge Tesla - miglioramento transazioni per pagamenti
Musk ci riprova: Tesla lavora con Dogecoin per migliorare le transazioni

Tutto questo mentre i più duri e puri tra gli appassionati di criptovalute sono ormai pronti a dimenticare i bei tempi che furono, quando l’idillio tra Musk e gli hodler di Bitcoin era ai massimi livelli. Nel frattempo Doge, forte della notizia, torna a fare capolino sopra 0,50$.

Chi vuole investire in questa criptovaluta, che a quanto pare potrebbe essere la prossima scelta di Elon Musk per la sua azienda, può trovarla da eToro (qui per un conto di prova gratuito illimitato), piattaforma cripto che la offre sia al rialzo sia al ribasso. E chi vorrà, potrà anche copiare i migliori trader della piattaforma oppure spiarne i portafogli con il Social & CopyTrading. O in alternativa investire sui CopyPortfolios, che offrono panieri di beni sulle criptovalute.

Dogecoin sarà accettato da Tesla?

Non è chiaro se questa sarà l’ennesima boutade di Elon Musk o se ci sarà questa volta della sostanza. Così come non sappiamo se dopo aver accettato Dogecoin Tesla tornerà sui suoi passi.

Tutto quello che al momento si sa è contenuto in uno degli ennesimi tweet di Elon Musk.

Stiamo lavorando con gli sviluppatori Doge per migliorare l’efficienza del sistema di transazioni. Potenzialmente promettente.

Tanto è bastato tanto per scatenare ancora una volta la corsa ad accaparrarsi Doge, che nel momento in cui vi scriviamo sta crescendo in doppia cifra e continua a veleggiare sopra quota 0,50$ per singolo token.

Non è chiaro chi siano gli sviluppatori coinvolti e non è chiaro che tipo di migliorie Musk stia cercando di implementare nel protocollo di Doge, che tra le altre cose funziona con lo stesso meccanismo che abbiamo già visto in Bitcoin, ovvero in PoW. In altre parole, se le scelte dovessero di tipo ecologico, difficile che Doge possa essere considerata come la prima alternativa presente sul mercato.

Anche Coinbase pronta al listing

Alla notizia di Elon Musk se ne aggiunge una che arriva da Coinbase, altrettanto importante. Il popolare exchange infatti aggiungerà al suo listino DOGE nelle prossime settimane, rumor che è stato poi confermato dall’azienda stessa.

Anche questo potrebbe dare un’importantissima spinta al token, come sempre avviene in occasione del listing di token all’interno dei principali exchange. L’appuntamento è a 2 mesi, con il token che dovrà nel frattempo cercare di consolidare il suo valore.

Cosa significherà per il prezzo di DOGE?

Ci sono già stati rialzi sul mercato – e se Musk dovesse dare seguito a questo suo impegno, con ogni probabilità il prezzo continuerà a salire. Si potrà raggiungere quota 1$? Difficile a dirsi, anche se rimane il fatto che, nonostante il flop del SNL, Musk continua ad esercitare un ascendente fortissimo sui mercati.

Con Twitter e gli altri social media che però non l’hanno presa benissimo. Ci sono oltre 45.000 commenti sotto il tweet di Musk, molti dei quali non edificanti. Il dietrofront su Bitcoin di poco più di 24 ore fa è ancora una ferita aperta per la community che gravita intorno al mondo delle criptovalute.

Un argomento sul quale Musk è tornato poco prima di annunciare il suo impegno a migliorare Dogecoin. “Per essere chiari”, scrive Musk, “io credo fortemente nelle cripto, ma non si può spingere per un consumo di fonti fossili, in particolare il carbone”. Una questione che ha contribuito a riaccendere la polemica, che, con ogni probabilità, finirà per protrarsi per qualche giorno.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

2 commenti

  1. Post interessante, anche se la traduzione del tweet di Elon è errata. Nell’articolo è citata la frase al contrario. La traduzione corretta è “credo fortemente nelle cripto, ma questo non può portare ad un aumento massiccio dell’uso di combustibili fossili, in particolare del carbone” mentre voi avete scritto “credo fortemente nelle cripto, ma si può spingere per un consumo di fonti fossili, in particolare il carbone” ed il significato è decisamente diverso. Urge una modifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *