Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Dogecoin: l’analisi di mercato tra Musk e Hoskinson di Cardano

Dogecoin: l’analisi di mercato tra Musk e Hoskinson di Cardano

Se lo aspettavano in pochissimi, forse quasi nessuno. Nonostante un periodo di correzioni e di grande difficoltà per il settore degli altcoin, Dogecoin mantiene comunque un buon livello di prezzo, scendendo sotto i 0,30$ nel weekend, ma senza l’ecatombe che in molti si aspettavano. 

Un segno di forza per la criptovaluta? Oppure l’inizio di una lenta discesa, con la quale appassionati ed investitori dovranno fare i conti? È il momento di fare il punto su DOGE, tenendo conto sia delle evoluzioni fondamentali delle ultime settimane, sia invece di quanto avviene sotto il profilo tecnico. 

Doge è ancora la criptovaluta più discussa ai piani alti. Novità in arrivo?

Dogecoin è tutto fuorché morto – e chi ha shortato attenendosi un ritorno ai prezzi pre-boom è stato smentito. Il tutto durante un mese esatto di mercati molto ribassisti, con Bitcoin che continua a soffrire (e che potrebbe essere oggetto di altre operazioni ribassiste). 

Potrebbe essere un buon momento per iniziare ad investire su Doge. Possiamo farlo sulla piattaforma eToro (qui per un conto demo gratuito), che permette di operare su Doge con strumenti avanzati e con l’aggiunta di CopyTrading per copiare i migliori trader e per spiare apertamente i loro portafogli – e dei CopyPortfolios, per avere panieri di criptovalute ben distribuiti. 

Dogecoin: tra Musk, Hoskinson e… altri interessi

Dogecoin continua ad essere il gingillo dei potenti del mondo delle criptovalute, nonostante Elon Musk ormai non si faccia sentire da tempo. Un’intromissione costante – e secondo molti una manipolazione di prezzo, che ha spinto molti progetti a nascere proprio in contrapposizione a questa nuova tendenza. 

È per contrastare lo strapotere di Musk su DOGE che sono nati progetti come Shiba Token, che nel giro di poche settimane ha accumulato un valore di mercato estremamente importante e raggiunto la quotazione su grandi intermediari come Coinbase, che lo ha inserito a listino da pochissimo. Incredibile, a conti fatti, vedere una criptovaluta nata da poco nelle prime 40 per market cap ormai in pianta stabile.

  • Ora anche il boss di Cardano…

Dogecoin sembra fare davvero gola a molti. Non si capisce se perché hanno accumulato capitali in Doge o se perché vorrebbero lo spotlight che una criptovaluta a così alta capitalizzazione garantisce. È stato recentemente anche il caso di Charles Hoskinson, che ha invitato sviluppatori a aggiungere reale utilità a Doge, riprendendo un po’ il messaggio di Musk di qualche settimana fa

Lo scopo? Rendere Doge più di una criptovaluta meme, contribuendo così a creare una base di prezzo forte e ad evitare che si torni ai livelli pre-boom. Una buona idea? Staremo a vedere, anche se ormai le attenzioni sul progetto sono così tante che pensiamo che sia impossibile che qualcosa non si muova ance sul breve periodo. 

Anche se sono nati molti progetti simili, Doge mantiene la centralità

O meglio, simili nello sfruttare il potenziale dei meme. Non solo SHIB, del quale abbiamo comunque abbondantemente parlato all’interno di Criptovaluta.it, ma anche progetti quali Catge, Baby Doge Coin e una miriade di altri. 

Nonostante questi progetti abbiano conquistato vette di prezzo – e di market cap – che in pochissimi ci saremmo immaginati – sono ancora molto lontani dal potersi considerare al pari di Doge, almeno per marketcap.  E sono anche lontani dal poter attirare l’attenzione di personaggi che possono effettivamente muovere il mercato, come Charles Hoskinson e Elon Musk

Cosa aspettarsi per il futuro di breve di Dogecoin?

In larga parte dipenderà dal movimento del comparto, che per il momento sembra essere piuttosto complesso e imprevedibile. Nuove notizie dalla Cina – in realtà altamente aspettate – hanno contribuito a rendere l’avvio di settimana ancora in rosso. 

Dogecoin ha però dimostrato a più riprese di essere ormai una criptovaluta di grande spessore – e che pertanto sarà pronta a tornare a correre non appena il vento di tempesta cesserà di spirare, agitato ad arte dai soliti noti, sul comparto delle criptovalute.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *