Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Boom Ethereum Classic, sulle ali di Magento. La nostra analisi

Boom Ethereum Classic, sulle ali di Magento. La nostra analisi

Ethereum Classic torna a correre come non faceva da tempo. Il progetto che rappresenterebbe, almeno sulla carta, la versione originale di ETH, ha fatto registrare un’altra giornata di grandissimi guadagni, anche superiore alla media di un mercato fortemente in verde.

A muovere gli investitori, con ogni probabilità, l’annuncio dell’hard fork Magento, che conferma un certo livello di attività su questa criptovaluta anche da parte degli sviluppatori. Magneto sta diventando infatti realtà – e potrebbe lanciare ETC come vera alternativa ad Ethereum, in particolare dopo che questo passerà al sistema di validazione PoS.

Ethereum Classic vola - l'analisi di Criptovaluta.it
Ethereum Classic batte tutti sul mercato: ma quanto può durare?

Analizzeremo insieme l’attuale situazione di ETC, cercando di valutare anche quale potrà essere l’impatto di questo hard fork e delle condizioni generali del mercato delle criptovalute, mai così entusiasmanti da qualche settimana a questa parte.

Chi vuole approfittare di questo momento per investire in Ethereum Classic potrà trovarlo su eToro (qui per il conto demo gratis), piattaforma che offre le 26 migliori criptovalute a mercato, con servizi esclusivi come il CopyTrading (per copiare i migliori o spiare nei loro portafogli) e i CopyPortfolios per investire su panieri di cripto ben bilanciati.

Gli sviluppatori di Ethereum Classic annunciano Magento

La notizia che ha tenuto banco negli ultimi giorni è stato l’annuncio, da parte degli sviluppatori di Ethereum Classic, dell’hard fork con il nome in codice Magento, la cui fase di test è partita sulle prime due testnet rispettivamente il 2 e il 9 giugno scorsi, con il terzo test sull’ultima testnet che non è stato però ancora annunciato.

Ad essere inseriti nel protocollo saranno gli stessi EIP che abbiamo visto introdurre sul suo protocollo “gemello” Ethereum, con l’aggiornamento Berlin. Una buona cosa per il network? Probabilmente sì, almeno stando a come hanno reagito i mercati, che hanno incoronato ETC come re della giornata, con guadagni di molto superiori alla doppia cifra. Guadagni che lo hanno riportato intorno a quota 60$, ancora piuttosto distante dai massimi storici toccati a maggio, ma comunque con un ottimo recupero rispetto ai prezzi toccati alla fine della discesa.

Un ottimo segnale per Ethereum Classic

A prescindere dalle questioni tecniche, che andranno valutate una volta che gli aggiornamenti saranno implementati sulla mainnet, il segnale è di quelli forti. Perché in molti hanno accusato in passato Ethereum Classic di non avere ormai alcun tipo di spinta propulsiva in termini di sviluppo.

Un progetto che era considerato, dai suoi detrattori, come ormai morto e che invece ha risposto con i fatti – e con un nucleo di aggiornamenti molto importanti, a queste accuse. E che si candida a diventare un’importante alternativa proprio al suo fratello maggiore per capitalizzazione.

La vera prova del nove sarà…

Quando l’altro Ethereum passerà finalmente alla sua versione 2.0 e diventerà dunque un sistema radicalmente diverso da ETC. Il secondo di questi infatti potrebbe capitalizzare l’attenzione di chi preferisce protocolli di validazione in PoS e che potrebbe pertanto puntare su ETC a scapito di ETH.

Potrà davvero accadere? Staremo a vedere, anche se la notizia dell’hard fork Magento ha sicuramente contribuito a riaccendere l’entusiasmo intorno ad un progetto che è davvero tra i più singolari dell’intero panorama delle criptovalute.

Cosa ci dicono le previsioni su Ethereum Classic?

Le nostre previsioni ETC rimangono fortemente rialziste – e lo erano già prima che si materializzasse la concreta possibilità dell’hard fork. Ethereum Classic continua ad avere una nicchia di appassionati molto solida e che è pronta ad investire cifre importanti.

Il recente investimento del fondo Grayscale conferma il fatto che nel futuro di Ethereum Classico potrebbe trovarsi qualcosa di molto interessante, sia in termini di capitalizzazione, sia in termini di utilizzo concreto del network. Che potrebbe rimanere praticamente l’unico ad offrire smart contract e validazione PoW, almeno tra quelli ad elevata capitalizzazione.

Un progetto sul quale puntiamo anche noi di Criptovaluta.it. Una delle macchine della nostra redazione dedicata al mining opera proprio su ETC – fornendo hashrate per la sicurezza del protocollo. Una scelta fatta, lo diciamo apertamente, anche per le prospettive future del progetto.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *