Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Ethereum: arrivano fondi privati e ETF di SkyBridge Capital

Ethereum: arrivano fondi privati e ETF di SkyBridge Capital

Nonostante il momento non esattamente brillante per tutto il comparto, almeno in termini di valore di mercato, i pesci grossi della finanza continuano a investire sul mercato delle criptovalute.

L’ultimo in ordine temporale a rinforzare la sua esposizioen è SkyBridge Capital, società di gestione di capitali e di proposta di veicoli finanziari, che ha annunciato di aver attivato i piani per il lancio di un fondo privato su Ethereum per i propri investitori.

ETF e fondi privati su Ethereum - l'offerta di SkyBridge
Presto un fondo privato, ma anche un ETF su Ethereum

Si tratterebbe di un veicolo finanziario a replica diretta – che sarà riservato, almeno per le prime fasi, ai clienti più facoltosi del gruppo – e che includerà in questo specifico prodotto soltanto ETH. Un’ottima notizia per la seconda criptovaluta per capitalizzazione sul mercato, che si trova tra le altre cose in una fase molto importante della sua vita, con il passaggio alla versione 2.0 che ormai si delinea all’orizzonte.

Bullish? A nostro avviso sì. E chi vuole seguire questa notizia (e i clienti di SkyBridge) non deve per forza rivolgersi a fondi privati. Ethereum è infatti disponibile sulla piattaforma eToro (qui per un conto demo gratuito), che offre ETH ed altre 25 criptovalute, alle quali possiamo accedere anche tramite i CopyPortfolios, che offrono dei panieri di beni cripto, oppure al CopyTrading per seguire le operazioni dei migliori e copiarle.

SkyBridge: pronto anche un ETF

SkyBridge vuole fare estremamente sul serio con Ethereum e questo è estremamente chiaro non solo per l’arrivo di un fondo privato per i clienti più facoltosi. Lo stesso gruppo infatti è pronto anche ad attivare un ETF, ovvero un exchange traded fund, che sarà basato anch’esso su Ethereum.

Un prodotto questo simile ai tanti che stanno aspettando l’ok sul tavolo di SEC, l’authority per la vigilanza sui mercati negli USA – e che potrebbe aprire Ethereum ad una platea decisamente più vasta.

Chi è SKyBridge?

SkyBridge Capital è una società di investimenti di altissimo profilo, che ad oggi gestisce quasi 7 miliardi di dollari in asset. Non è nuova per il mondo delle criptovalute – dato che già durante lo scorso marzo aveva inviato la documentazione necessaria per un ETF che avrebbe replicato Bitcoin.

Un’application che come è noto ai nostri lettori è stata rinviata già diverse volte da SEC, che dovrà comunque prendere una decisione subito dopo l’estate. SkyBridge Capital punta ora decisa su Ethereum, cercando di portare sul mercato USA prodotti che sono disponibili altrove (pensiamo a Europa e Canada), ma che negli USA stanno avendo più di qualche difficoltà ad essere approvati.

Perché un ETF su Ethereum sarebbe importante per questa criptovaluta

Semplice: perché questo tipo di strumenti possono essere scambiati liberamente in borsa, come se si trattasse di azioni, tramite mini-quote. E permetterebbero pertanto sia a grandi che a piccoli investitori di avere un veicolo sicuro per puntare proprio su Ethereum. Una volta che questo tipo di strumenti verranno approvato da SEC, la platea di potenziali investitori in criptovaluta ne uscirà fortemente aumentata, con effetti positivi per tutto il comparto, anche in termini di prezzi.

Cosa vuol dire questo per il futuro di Ethereum? È un segnale chiaramente bullish, perché gruppi di questo tipo, con il loro interesse, sono in grado di innescare effetti a cascata, che portano tanti altri gruppi ad interessarsi dell’oggetto di investimento.

Noi per le nostre previsioni Ethereum rimaniamo fortemente positivi, nonostante il coin sia ormai molto lontano dai suoi massimi storici. Questo è da imputarsi al momento molto fiacco dell’intero comparto, piuttosto che ad una debolezza intrinseca di Ethereum, che continua ad essere la criptovaluta forse più interessante, anche nell’ottica del grande boom della finanza decentralizzata.

I momenti complicati e di chop nel canale serviranno a separare i veri investitori da quelli che invece erano dentro solo per un guadagno di breve periodo. Certo è che in moltissimi stanno accumulando ETH – in particolare tra i grandi investitori – e un livello di 2.000$ potrebbe essere molto più invitante di quel che sembra.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *