Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / +EDITORIALE CRIPTOVALUTA.IT+ Bitcoin è più forte dei suoi nemici!

+EDITORIALE CRIPTOVALUTA.IT+ Bitcoin è più forte dei suoi nemici!

EDITORIALE CRIPTOVALUTA.IT – Una settimana da déja vu. Bitcoin si trova praticamente allo stesso identico prezzo al quale lo avevamo lasciato nel nostro precedente editoriale, senza che la settimana che va a concludersi oggi abbia cambiato particolarmente le prospettive della principale criptovaluta sul mercato. 

Sembrerebbe arrivata l’estate anche sui mercati – con qualche segnale di ritorno di fiamma dei nemici di Bitcoin che hanno contribuito ad agitare la settimana anche sul fronte del FUD. Con sempre meno effetti sui mercati.

Una settimana di calma relativa – con Bitcoin che resiste agli assalti

Nel frattempo però Bitcoin non sembra essere particolarmente interessato a questo tipo di operazioni, che ormai riescono ad offrire dei ritorni sempre minori a chi li organizza e invece – come abbiamo visto durante la settimana – continua nel suo lento ma costante processo di integrazione nel sistema finanziario internazionale. 

Una situazione che – ad avviso nostro e di tanti analisti – potrebbe essere di carica per la prossima bull run, con Bitcoin che potrebbe tornare, anche molto rapidamente, sopra il suo massimo storico. E chi non avrà approfittato di questo lungo momento di movimenti laterali per acquistare BTC potrebbe mangiarsi le mani tra qualche settimana. 

Chi ha delle prospettive positive su Bitcoin – anche alla luce di questo nostro approfondimento – può investire con la piattaforma eToro (qui per ottenere un conto demo gratuito e illimitato), intermediario unico nella sua offerta di funzionalità fintech, come i CopyPortfolios (per investire su panieri di Bitcoin e azioni di aziende che operano su BTC) e il CopyTrading, per investire copiando i migliori o guardando e spiando nei loro portafogli. 

Previsioni tramite analisi tecnica? Ripensiamo l’approccio a Bitcoin

L’utilizzo dell’analisi tecnica sul mondo delle criptovalute è stato di frequente contestato da parte di alcuni analisti di mercato, che affermano che la struttura del mercato di Bitcoin è in realtà ancora troppo peculiare per permettere l’uso intelligente degli strumenti classici. 

Siamo soltanto parzialmente d’accordo con questo filone – riconoscendo però che nelle ultime settimane abbiamo assistito ad un mercato dalla conformazione piuttosto particolare, con l’analisi tecnica che è stata di scarsissimo aiuto, se non per chi ha preso posizioni di periodo molto breve.

Il grafico che alleghiamo – che include a grafico le medie mobili a 100 e 200 è piuttosto emblematico delle difficoltà di questi strumenti – spesso molto precisi in caso di trend chiaro rialzista o ribassista – di inquadrare le ultime 24 ore di Bitcoin. 

Quella che abbiamo davanti agli occhi è, per l’ennesima volta, una guerra tra whales e retail, o ancora tra orsi e tori, all’interno di un ampio canale che nessuno sembra essere in grado di rompere. 

Medie Mobili Bitcoin 10 luglio
Le medie mobili – attraversate come il burro ieri

Quindi, nonostante l’analisi tecnica ad 1 settimana sia piuttosto deprimente per Bitcoin, noi non punteremmo il nostro denaro al ribasso. O almeno, non lo faremmo tenendo conto soltanto di quanto riportano gli indicatori dell’analisi tecnica ad una settimana. Chi utilizza servizi come TradingView, dovrebbe comunque prendere con le pinze i risultati che questo tipo di strumenti stanno offrendo in queste ore. 

TradingView è parte dell’offerta di Capital.com (qui per ottenere il conto dimostrativo gratuito e illimitato) – che lo offre insieme a MetaTrader 4 e alla piattaforma proprietaria con intelligenza artificiale – servizi a quali possiamo accedere con soli 20 euro per ottenere un conto reale.

Adozione: ecco dove Bitcoin sta vincendo a mani basse

Non parliamo soltanto della tante banche e società di investimento che hanno investito durante questa ultima settimana su Bitcoin, ma anche di applicazioni tecniche di altissimo profilo – e spinte dalle grandi tech del NASDAQ – che dimostrano ancora una volta come Bitcoin è in realtà già nella sua fase di inevitabilità. Ma andiamo con ordine. 

Ovvero all’interno del GrayScale Bitcoin Trust, che almeno fino a quando SEC negli Stati Uniti non approverà gli ETF Bitcoin ancora in attesa rimarrà uno dei pochi veicoli finanziari da poter utilizzare. 

Non è ottimale, ma il fatto che Morgan Stanley e Capital International (e Ark Investment) stiano investendo già in questo trust, offre la proporzione dell’importanza di Bitcoin all’interno dei mercati internazionali. 

E sarà un sistema – ION – rivoluzionario, con un altissimo livello di privacy che utilizzerà un layer 2 sopra Bitcoin. Interessante l’intervista al responsabile del progetto, al quale è stato chiesto perché affidarsi ad un protocollo blockchain lento e relativamente costoso. 

La risposta è stata di quelle che dovrebbero innescare, in periodi di mercato normali, una bull run:

Bitcoin è la blockchain più sicura e immutabile al mondo. E ha anche altre caratteristiche che ci interessano molto per questo tipo di servizi

Non ce ne vogliano gli appassionati di Ethereum o di tanti altri network che si sono pubblicizzati negli ultimi tempi puntando su una maggiore rapidità di iscrizione delle transazioni, ma il PoW di Bitcoin è ad oggi ancora in grado di avere un grande hedge verso le altre tecnologie. E qualunque sistema maggiormente scalabile è meno sicuro

Si apre un’altra settimana di movimenti laterali? Al 99% sì, anche se…”

La situazione che abbiamo davanti sembrerebbe essere piuttosto chiara. Il canale tra 30.300$ e 36.500$ prima – e poi fino ai 40.000$ sembrerebbe essere, almeno per ora, una gabbia impossibile da superare. Tuttavia ci sono anche altri fattori dei quali dovremo tenere conto e che potrebbero stravolgere a breve il mercato

Gabbia di prezzo Bitcoi
Una gabbia per ora impossibile da superare
  • Ci sono poco ordini a mercato

In entrambi i sensi. Il che vuol dire che bastano volumi anche molto ridotti ma concentrati per muovere – e di molto – il valore di BTC all’interno di questo canale. Cosa che abbiamo visto anche ieri con il drop di quasi 1.000$ in pochi minuti.

  • FUD e buone notizie sembrano avere poco potere

Sembra che Bitcoin negli ultimi giorni sia molto resiliente nei confronti delle notizie che arrivano dall’esterno dei mercati. E questa sembrerebbe essere la decretazione definitiva dell’arrivo dell’estate e di una situazione di no market, che forse supereremo tra la fine di agosto e l’inizio di settembre. 

Le nostre previsioni Bitcoin continuano ad essere più che valide e – per chi dovesse essere del nostro stesso avviso – indicano anche un buon momento per fare un po’ di shopping. Perché Bitcoin sotto i 40.000$ non sarà qualcosa che, con ogni probabilità, vedremo a lungo.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *