Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Ethereum: arriva il documentario in crowdfunding – tutti i dettagli!

Ethereum: arriva il documentario in crowdfunding – tutti i dettagli!

Ethereum punta a diventare centrale anche nella cultura popolare – o comunque ad uscire dalla cerchia di appassionati per proporsi come marchio globale, anche grazie ai suoi appassionati. È notizia recente l’interessante iniziativa che sta cercando di raccogliere ETH per girare un documentario dedicato al protocollo, che sarà prodotto da Optimist, con la regia di Zach Igrasci e Chris Temple.

Si chiamerà Ethereum: The infinite garden, ovvero Ethereum, il giardino infinito e vedrà tra i partecipanti anche il leader del progetto Vitalik Buterin e Aya Miyaguchi – che è direttrice esecutiva della Fondazione Ethereum. Questo patto che si raccoglieranno entro domani 750 Ethereum che saranno utilizzati per coprire i costi di produzione.

Crowdfunding documentario ethereum - di Criptovaluta.it
Si potrà partecipare anche con una piccola donazione: tutti i dettagli

Comunque vada, un’ottima notizia per Ethereum, dato che i progetti in blockchain vivono anche grazie a questo tipo di esposizione. Cosa che potrà avere, sul medio e lungo periodo, dei riflessi anche sul prezzo.

Chi vuole approfittarne per investire in ETH potrà trovarlo sulla piattaforma eToro (anche in demo con capitale virtuale gratuito, intermediario che propone 26 criptovalute anche in accesso diretto – con strumenti esclusivi come il CopyTrading (che permette di copiare tutte le posizioni dei migliori trader – o semplicemente di studiarle e spiarle) e i CopyPortfolios, panieri di investimento cripto diversificati su tutte le principali criptovalute.

Il documentario su Ethereum: cosa hanno in mente i produttori

Si tratterà di un documentario completo su Ethereum, che dovrà essere finanziato tramite il crowdfunding che sarà aperto, su Mirror, fino a domani.

Il traguardo da raggiungere in termini di donazioni è piuttosto ambizioso: si cercano infatti 750 ETH, che al prezzo di mercato attuale sfiorano il milione e mezzo di dollari – per una produzione comunque elativamente low cost. Nel momento in cui scriviamo questo approfondimento sono stati già raccolti 228 Ethereum. In cambio della donazione si riceveranno inoltre dei NFT legati al progetto, che permetteranno di essere citati nei credits del film, ovvero nei titoli di coda.

Chi sta cercando di girare il documentario?

Si tratta di due registi indipendenti e quello che si sta provando a mettere insieme sarà il primo documentario della storia riguardante Ethereum con una durata da documentario standard. Una sorta di film che seguirà molto da vicino i personaggi più attivi all’interno della community e della fondazione che gestisce il progetto, per portare nelle case di un pubblico il più possibile vasto la storia, il presente e il futuro della seconda criptovaluta per capitalizzazione al mondo.

Già partita la promozione del film

Che sta giustamente approfittando di tutte le ultime novità tecnologiche introdotte proprio dal mondo di Ethereum, come ad esempio un – a nostro avviso splendido – poster del film in formato non fungible token.

Si sta creando trazione intorno al progetto – che però ha ancora relativamente poche ore per raggiungere il suo importantissimo traguardo. Non mancheremo di aggiornarvi sulla riuscita o meno dell’iniziativa, alla quale tutti i detentori di Ethereum possono partecipare donando la cifra che ritengono opportuna. Basta visitare il sito ufficiale della raccolta.

Per i primi 3 partecipanti alle donazioni sono previsti anche dei premi speciali:

  • Per il primo per donazione: inserimento nei titoli di coda in qualità di produttore esecutivo, NFT speciale “Executive Gardener” con poster del film;
  • Per il secondo posto: inserimento nei titoli di coda in qualità di co-produttore eesecutivo, e sempre un NFT con poster del film esclusivo;
  • Per il terzo classificato: inserimento nei titoli di coda come Contributing Producer e NFT poster speciale e unico.

Per tutti i posti fino al 20esimo è poi previsto un altro NFT, anche se meno esclusivo, del progetto, che sarà emesso soltanto in 16 copie. Un’iniziativa che dunque punta a collegare il desiderio legittimo di far parte di una grande iniziativa, con il tema più caldo del momento, ovvero i token non fungibili.

Ci saranno ripercussioni sul prezzo di Ethereum?

Difficile che l’iniziativa possa avere ripercussioni immediate sul prezzo di Ethereum. Quello che è più probabile è che contribuirà però alla diffusione di Ethereum e alla sua rilevanza anche nella cultura pop.

Qualcosa, questo, che avvicinerà le previsioni Ethereum – per noi fortemente rialziste per il medio e lungo periodo. Qualcosa si muove nell’enorme ecosistema, fatto anche di persone, intorno al secondo progetto crypto per capitalizzazione di mercato.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *