Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Bitcoin verso il massimo storico? | Perché può puntare molto in alto

Bitcoin verso il massimo storico? | Perché può puntare molto in alto

Possiamo finalmente parlare di ritorno alla normalità per Bitcoin – o meglio – alla normalità del suo 2021, che verrà ufficialmente ricordato come l’anno perfetto per la criptovaluta più capitalizzata sul mercato.

Si torna abbondantemente e solidamente sopra quota 51.000$, ormai in perfetta scia verso i massimi storici che aveva abbandonato durante lo scorso maggio e che oggi tornano ad essere più che raggiungibili. Una situazione, questa, che è confermata anche da diversi dati che analizzeremo in esclusiva.

Analisi del momento di Bitcoin - perché la bull run potrebbe continuare - di Criptovaluta.it
Bitcoin può tornare rapidamente verso i massimi storici? Secondo alcuni dati…

Un ottimo momento per Bitcoin, sul quale possiamo sempre investire con eToro (qui per ottenere il conto demo gratuito e illimitato), intermediario di grande spessore che lo offre sia in modalità diretta sia invece attraverso i suoi CopyPortfolios – pacchetti di criptovalute con diverso peso specifico – nei quali BTC è ovviamente presente.

In alternativa, chi vuole farsi guidare può scegliere il CopyTrading – sistema che permette di copiare i migliori oppure di spiare le loro posizioni con un click. Bastano 50 USD per aprire un conto reale con eToro, dopo aver testato le sue funzionalità sul conto demo.

La corsa di domenica notte fa tornare Bitcoin in chiara bull run

È stato un weekend piuttosto particolare per Bitcoin, che si è espresso su ottimi livelli, con una bull run di brevissimo che si è innescata quando in Italia era ormai tarda serata. Il solito short squeeze, operazione alla quale ormai Bitcoin ci ha abituato con una certa frequenza – ma che diventerà sempre più rara se i mercati, come sembrano indicare i dati che arrivano dai principali exchange – torneranno ad avere un book di ordini fitto. Ci sono diversi segnali del ritorno alla normalità pre-crisi di Bitcoin – e che segnalano al tempo stesso il superamento della fase estiva, con la possibilità che si torni a breve sui livelli massimi storici di prezzo. Analizziamoli uno per uno.

  • Open Interest: +50% rispetto ad agosto

È uno dei dati più importanti che arrivano dai mercati, perché indica la quantità di posizioni aperte sui futures, che continuano ad essere l’aspetto più speculativo dei mercati legati a Bitcoin. Non siamo ancora sui livelli di maggio, ma comunque su quantità molto più alte rispetto all’apertura di agosto.

OI su Bitcoin - di Criptovaluta.it
Open Interest tornato su livelli molto alti

Enorme, per chi ci segue ormai da tempo, anche il tasso di crescita rispetto a giugno e luglio. Primo segno del ritorno assoluto alla normalità per BTC e per chi ci investe – con la stagione autunnale che sembrerebbe essere ormai pienamente confermata.

  • C’è qualcuno che compra grandi quantità?

È l’impressione, anche questa corroborata dai dati, che stanno avendo tutti gli analisti direttamente su blockchain. Tanto su Bitcoin quanto su Ethereum si ha la netta impressione che ci sia qualcuno che abbia dato il via ad una serie di acquisti importante.

Sono volumi molto alti, che lascerebbero pensare all’ingresso di qualche grande azienda, oppure ancora di un investitore istituzionale. Saranno ipotesi che dovranno essere confermate nelle prossime settimane, quando il dato relativo sarà reso pubblico.

Sugli exchange ci sono sempre meno Bitcoin da comprare

Gli exchange e la quantità di criptovalute che hanno in deposito sono fattori importantissimi per capire come si sta muovendo il mercato. Anche qui il dato che ci viene fornito da Glassnode – fornitore ufficiale di dati di Criptovaluta.it – racconta un quadro piuttosto edificante per tutti coloro i quali hanno già investito in BTC – e anche per chi vorrebbe iniziare a farlo oggi.

BTC su Exchange - discesa - analisi di Criptovaluta.it
Sempre meno BTC sugli exchange – chi compra mette in… cassaforte

Come è chiaro dall’infografica, ci sono sempre meno Bitcoin disponibili sugli exchange, ovvero sempre meno BTC da poter acquistare. Si tratta di una situazione che in pochi avrebbero immaginato, almeno in queste proporzioni. E che significa una cosa sola: ci sono moltissimi investitori che stanno comprando al fine di accumulare e che non hanno alcuna intenzione di vendere sul breve.

52.000$ sarà la soglia più importante della giornata

Molto importante sarà la soglia dei 52.000$, soglia che è stata lambita più volte nelle ultime ore, con un respingimento da parte degli orsi che però non ci è sembrato particolarmente convinto. Sarà questo il livello intorno al quale Bitcoin si giocherà, almeno per oggi, il proseguimento della bull run.

Un livello intermedio verso il raggiungimento dei target di prezzo che abbiamo indicato all’interno delle nostre previsioni Bitcoin, previsioni che guardano anche al breve periodo, fissando – lo mettiamo nero su bianco – 100.000$ come livello di prezzo più che possibile entro la fine dell’anno.

Un livello di prezzo che a molti, anche tra gli analisti, appariva come assurdo – e che oggi invece è maggioritario anche tra i più scettici. A contribuire a questa possibilità ci sarà anche il capovolgimento possibile dell’alt season inaugurata la scorsa settimana che alternandosi in qualità di gregaria al boom di Bitcoin, potrebbe aiutare a renderlo più sostenibile durante le prossime settimane.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *