Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Pazze previsioni su Bitcoin | Ecco il vero prezzo target

Pazze previsioni su Bitcoin | Ecco il vero prezzo target

Un’altra settimana di accumulazione per Bitcoin – con la prima criptovaluta per capitalizzazione di mercato che non supera il canale superiore fissato a 50.000$, ma che recupera comunque in modo saldo l’area superiore ai 47.000$.

Tutto questo in una serie di movimenti laterali che ricordano quelli che avevamo visto nel canale tra i 30.000$ e i 35.000$ e che potrebbero essere, almeno secondo diversi analisti, il segnale di qualcosa che si muoverà a breve – e verso l’alto. Tutto questo mentre le previsioni di medio e lungo periodo tendono ad essere, anche da parte di chi ha già investito, fortemente rialziste.

Bitcoin - analisi sulle previsioni - di Criptovaluta.it
Se ne sentono di tutti i colori: come scegliere le previsioni giuste su Bitcoin

Entrare in Bitcoin adesso potrebbe voler dire acquistarlo a prezzo di sconto. Possiamo aprire la nostra posizione con la piattaforma eToro (qui per ottenere un conto demo gratuito e illimitato), intermediario che ci permette di investire direttamente su $BTC – e anche di svolgere analisi di breve periodo con gli strumenti di analisi tecnica offerti dalla sua interfaccia.

Potremo inoltre approfittare del CopyTrader per copiare i migliori trader oppure seguire le loro mosse spiandole – e i CopyPortfolios per investire su più criptovalute in una solo titolo. Bastano 50$ per aprire un conto reale.

Le previsioni dei migliori: ma quanto sono credibili? Ecco dove può concretamente arrivare Bitcoin

Bitcoin è – per quanto le discussioni ora si stiano anche ampliando ad altre valute del comparto cripto – la criptovaluta maggiormente in grado di attirare lettori e ascoltatori. E per questo sono in molti, anche tra chi non ha alcuna competenza né tanto meno ha condotto delle analisi che abbiamo un senso, a cimentarsi nella caccia al prezzo.

Questo cercando inoltre di spararla sempre più grossa, a caccia di click, di spettatori, di condivisioni e più in generale per scatenare discussioni che ne accrescono la visibilità. Fare il punto tra Cathie Woods e i suoi 500.000$ di prezzo target – e tra i profeti di sventura non è sempre facile. Da un lato abbiamo chi, come Woods, ha degli interessi diretti nella questione. Altri ne hanno di indiretti, ovvero hanno interesse a che Bitcoin venga rapidamente abbandonato come asset di investimento. E per questo pubblicano report che indicano il prossimo crollo di Bitcoin, un ritorno sotto i 10.000$, ma talvolta anche sotto i 1.000$!

C’è un forte interesse a diffondere previsioni che attirino l’attenzione

Servirà qualche regola per cercare di capire chi seguire, chi valutare e chi invece inserire all’interno del box dei rabdomanti del click, che cercano a tutti i costi un titolo sensazionalistico per attirare lettori e guadagni.

4 regole per riconoscere chi parla con cognizione di causa e chi no

Abbiamo studiato 4 regole per separare, almeno a nostro avviso, chi dovremmo tenere in considerazione per i suoi studi sul target price e chi invece dovrebbe essere accantonato.

  1. Le analisi di chi ha investito pro o contro Bitcoin

Chi ha, come direbbero gli americani, skin in the game, ovvero chi ha un vantaggio importante dalla realizzazione di certe previsioni, dovrebbe essere preso poco in considerazione. E spesso purtroppo accade che i cosiddetti analisti che vengono ripresi dai giornali siano in realtà gestori dei fondi che hanno puntato su BTC oppure che lo hanno shortato. Non sempre, neanche sulla stampa USA, tali legami vengono esplicitati.

  1. Un analista di Bloomberg / Banca Famosa ha detto che…

È un altro degli stratagemmi utilizzati di frequente per dare credibilità ad una previsione. Non è raro leggere di “Un analista di Bloomberg ha detto che Bitcoin…”. Anche in questo caso andrebbe fatta attenzione. Perché in realtà presso queste organizzazioni lavorano migliaia di analisti – non tutti di spessore – e le analisi che vengono diffuse anche ai clienti sono numerose e contrastanti. Se l’analista è di grande spessore, state pur certi che troverà spazio e visibilità in altri contesti – e non soltanto su qualche sito di quarta fascia.

  1. Le analisi diffuse dalle banche d’affari

Sono un sotto-insieme del punto 2. Ovvero sono documenti che vengono diffusi dalle banche d’affari per i propri clienti e per i propri gestori dei fondi. Non sempre ci azzeccano – anzi, statisticamente difficilmente sono in linea con quanto effettivamente accade.

  1. I target price sono indicativi della traiettoria – e non sempre dell’intensità

Chi è abituato a giocare in borsa e a seguire le analisi degli specialisti sa bene che i target price non sono sempre attendibili in quanto numero secco. Sono però in genere molto attendibili per quanto riguarda la direzione. Se tutti o quasi i target price diffusi dagli specialisti segnalano un rialzo, è facile che ci sarà un rialzo.

Capire come funzionano i target price - di Criptovaluta.it
Il target price ha una sua utilità – ma non è per forza una previsione attendibile sul prezzo

Più difficile fare una previsione sulle criptovalute che sia precisa anche a livello di prezzo. E in questo ci includiamo anche le nostre – che hanno un tasso di veridicità altissimo per la direzione – ma che talvolta devono essere aggiornate in termini di prezzo.

Capire il futuro prezzo di Bitcoin: ecco cosa seguire

Per capire come studiare il futuro prezzo di Bitcoin dovremo anche parlare dei fattori più importanti che lo determinano. E lo faremo tramite 4 vero o falso, anche per sfatare alcuni miti che purtroppo sono ancora molto comuni e frequenti.

  • VERO: le whales possono avere un impatto

Ci sono diversi wallet che hanno una quantità tale di Bitcoin accumulati che possono modificare l’andamento di mercato. È falso però che possano farlo quando e come vogliono. Devono trovare l’occasione giusta – e spesso le fasi di accumulazione e basso numero di ordini a book sono quelle preferite – per mettere in atto il loro piano.

Whales Bitcoin - il loro vero impatto -
Sì, le Whales hanno un impatto – anche se soltanto in determinate circostanze di mercato
  • FALSO: gli stati possono bandire anche domani Bitcoin

Anche se l’interesse normativo per gli stati si sta facendo sempre più acceso, ormai crediamo che sia impossibile bandire Bitcoin, se non in stati decisamente autoritari. Gli stati possono avere ancora un effetto sul prezzo, ma sul medio e lungo periodo non può essere decisivo.

  • VERO: Bitcoin è un asset di rischio

E questo vuol dire che quando ci sono periodi o momenti di risk off dal mercato (lo vediamo anche sugli altri mercati come le azioni), le posizioni su $BTC vengono rapidamente liquidate. Quando invece, al contrario, i mercati sono a caccia di rendimenti molto alti – e il rischio non è la prima preoccupazione, Bitcoin tende a crescere di valore.

Bitcoin e mercati di rischio - di Criptovaluta.it
Quando i mercati devono liberarsi del rischio – Bitcoin accusa il colpo
  • FALSO: Bitcoin verrà superato da Ethereum a breve

È un ipotesi molto suggestiva – che avrà sicuramente incontrato l’interesse da parte di chi ha investito in Ethereum, ma riteniamo inconcepibile che ci sia un sorpasso a breve, data la quantità di denaro che questa richiederebbe. Ethereum avrà, a nostro avviso, un ottimo futuro. E lo confermiamo nelle nostre previsioni Ethereum, che sono nero su bianco e che possono essere verificate anche da analisi indipendenti sul breve periodo.

Analisi che possiamo condurre con gli strumenti che ci vengono messi a disposizione da piattaforme come Capital.com (che qui possiamo testare anche con una demo gratuita e illimitata), con gli strumenti come indicatori e oscillatori che continuano ad essere – lo ripeteremo fino allo sfinimento – una buona base per valutare i trend almeno di breve periodo.

Ok, ma qual è il target price credibile per Bitcoin?

Anche se qualcuno probabilmente non la prenderà bene, riteniamo la previsione di Cathie Wood un po’ fuori fase, almeno sul medio periodo. Se l’orizzonte è quello dei 12 mesi, riteniamo che 100.000$120.000$ sia, alle condizioni di mercato attuali, il target più credibile. Lo stesso che abbiamo fissato nelle nostre previsioni Bitcoin.

Saremo più che pronti a rivederle al rialzo se dovessero verificarsi le condizioni giuste affinché questo avvenga, ma per ora un gain del 100% in questo orizzonte temporale sembra la base sulla quale discutere.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

6 commenti

  1. bell’articolo!
    Occhio che però la zia Cathie dava previsione di 500k su un periodo di 5 anni, non prima (a tanto non arriva nemmeno lei!)

    • Ed è quello che abbiamo scritto Jacopo 😉 Almeno sul medio periodo. E lo abbiamo specificato perché vediamo tanti colleghi evitare di segnalare che la posizione di Cathie Wood è su un periodo molto più lungo…

  2. Ricordatevi dei bulbi Olandesi!

    • Aggiungo, ricordatevi le offerte sacrificali, che sennò il raccolto non sarà buono! E l’incenso in tasca, che tiene lontana la peste! E di fare legna, che sarà un inverno freddo 🙂

      • Dici che sarà molto freddo eh ?

        • a dir la verità stavo un po’ trolleggiando, perchè quella dei bulbi non riesco più a sentirla ormai XD
          io sono assolutamente rialzista… pur con tutti i rumori di fondo del mondo (Cina1,Cina2, SEC, FUD vari, FMI, leve liquidate, hacker, bug, exchange farlocchi, shitcoin, salvadoregni che bruciano UN atm…) i movimenti di base mi convincono. Serve solo che qualcuno accenda la miccia, e poi non ci si ferma più. Al momento vedo due possibili accendini: grande azienda che decide di accettare pagamenti in cripto (Amazon/Apple/Walmart) o SEC che dà il via libera a ETF e compagnia varia. Quello secondo me sarà il punto di non ritorno (cioè BTC ed ETH non andranno mai più sotto quel valore, solo sopra).
          Ovviamente previsioni simili sono molto azzardate… ma, come dite voi, ci metto la faccia (o meglio, il nome :D)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *