Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Bitcoin sbarca a PortAventura | $BTC nel Gardaland spagnolo

Bitcoin sbarca a PortAventura | $BTC nel Gardaland spagnolo

Mentre la Cina spara le ultime cartucce a disposizione per cercare di affondarlo, Bitcoin continua inesorabile il suo cammino di conquista del mondo commerciale. E lo fa diventando mezzo di pagamento accettato in un’altra importante istituzione commerciale.

È il turno del parco di divertimenti PortAventura, tra i più importanti d’Europa, che in un comunicato stampa ha confermato che a partire dal 2022 accetterà Bitcoin come mezzo di pagamento, in partenza presso gli hotel del gruppo che fanno da corredo al parco di divertimenti stesso.

Al parco di divertimenti con Bitcoin – i lla

Un’altra ottima notizia che arriva dal mondo di Bitcoin – di quelle che confermano l’atteggiamento bullish di massimalisti ed investitori – e che possiamo cavalcare con eToro – qui per ottenere il conto virtuale gratuito e illimitato – intermediario che offre BTC in accesso diretto, con la possibilità di utilizzare tutti gli strumenti avanzati di analisi.

Possiamo anche utilizzare il CopyTrading – per la copia dei migliori investitori sulla piattaforma, o in alternativa i CopyPortfolios, che inseriscono Bitcoin insieme ad altri cripto-asset di qualità. Chi vuole poi passare dal conto reale, potrà farlo con un piccolo investimento di 50 USD minimi.

PortAventura World apre a Bitcoin: ecco i termini della roadmap

Non è la prima volta che Bitcoin viene accettato come mezzo di pagamento in hotel di un certo spessore – come avevamo già raccontato nel caso dell’albergo della famiglia Sawiris in Svizzera.

Questa volta però la portata è ancora più ampia, perché secondo il comunicato stampa diffuso dal gruppo PortAventura World all’interno degli hotel del gruppo – che sono funzionali alla visita al parco di divertimenti – si potrà iniziare ad utilizzare Bitcoin come metodo di pagamento. Tutto questo a partire dal 2022, ovvero con la prossima stagione di apertura – e sarà anche possibile pagare direttamente in reception – rendendo pertanto $BTC accettato come se si trattasse di Euro o Dollari USA. Tutto questo avverrà tramite un non meglio precisato software, ancora in sviluppo, che potrebbe però appoggiarsi al network Lightning, per garantire pagamenti più rapidi e con commissioni più basse.

La spinta per questa iniziativa arriva dal nostro desiderio di soddisfare le esigenze della nostra clientela. È un fattore fondamentale per il rinforzamento della nostra posizione nell’industria del divertimento. A PortAventura siamo immersi nel processo di digitalizzazione, con lo scopo di migliorare l’esperienza dei nostri visitatori.

Questo il commento di Garcia Blancas, direttore delle operazioni – e tra i primi promotori di questa iniziativa, che permetterà di pagare una qualunque delle 3.200 stanze di cui è composto il complesso direttamente con Bitcoin.

Altri gruppi adottano Bitcoin come mezzo di pagamento

Non è stata l’unica novità sul fronte dei pagamenti per Bitcoin. Siamo infatti davanti ad un’ondata di adozione che ha coinvolto recentemente anche Monneo, il gruppo bancario virtuale britannico, nonché gruppi come Todos Medical, che invece vende integratori alimentari.

Sono diversi i gruppi che stanno sfruttando – a nostro avviso anche in senso pubblicitario – il grande hype che continua a circondare Bitcoin. Talvolta accompagnato ad altre criptovalute come Ethereum o Dogecoin – anche se questo non è il caso di PortAventura.

Che cos’è PortAventura: la sua rilevanza

PortAventura è un parco di divertimenti a sud di Barcellona, che fa parte in realtà di un vero e proprio complesso turistico, con due parchi a tema e un parco acquatico. Al suo interno è presente anche un percorso da golf con tre campi da 18 buche, una stazione per i camper e diversi hotel a tema. Attivo dal 1995, il gruppo ospita in media più di 3 milioni di visitatori durante un anno tipico – con numeri ovviamente ridotti durante la pandemia COVID.

Per il prossimo anno il gruppo punta a tornare sui numeri pre-pandemia – con il lancio di nuove iniziative commerciali e pubblicitarie, tra le quali anche questa dedicata a Bitcoin – che prenderà il via appunto dalla prossima stagione.

Anche a El Salvador l’adozione di Bitcoin procede a gonfie vele

Ottime notizie anche quelle che arrivano da El Salvador. Il presidente Nayib Bukele ha confermato nelle ultime ore che sono oltre 2 milioni i Chivo Wallet attivi, un numero maggiore di account di qualunque gruppo bancario del paese.

Tutto questo nonostante ci siano state proteste, anche veementi, dell’opposizione – che sono riuscite anche a raggiungere la stampa straniera. Il programma, almeno stando ai numeri, sembrerebbe essere un innegabile successo, con un terzo della popolazione che sta già operando in BTC.

Un’altra ottima notizia per il mondo di BTC – con le nostre previsioni Bitcoin che ne escono ulteriormente rafforzate, nonostante il prezzo di oggi si trovi ancora piuttosto lontano.

Settembre, storicamente, non è mai stato un buon mese per Bitcoin, con i tori che stanno raccogliendo le forze, questo almeno secondo i principali analisti, verso un ottobre che potrebbe essere davvero scoppiettante.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *