Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Cardano è sulla strada giusta | AMA a sorpresa di Charles Hoskinson

Cardano AMA di Hoskinson

Cardano è sulla strada giusta | AMA a sorpresa di Charles Hoskinson

A sorpresa Charles Hoskinson, il leader del progetto Cardano, regala ai suoi fan e agli interessati al protocollo un AMA a sorpresa su Youtube, che è stato un teatro interessante per domande poste direttamente dagli utenti.

Domande tese anche a riportare la calma durante una fase non esattamente positiva per $ADA, con il token che ha perso i 2$ di soglia e sembrerebbe avere una fatica non da poco a recuperarlo.

Ama Hoskinson - ecco cosa c'è dentro
Charles Hoskinson torna a parlare di Cardano in un AMA speciale

Il prezzo di Cardano è di forte sconto in queste ore. Possiamo trovarlo su eToro – che permette anche lo staking automatico su Cardano – intermediario di prima fascia sia per il trading di breve periodo sia per chi vuole fare holding.

L”intermediario offre anche la possibilità di operare con il CopyTrading, che offre copia in 1 click di tutti migliori investitori. Possiamo scegliere anche i CopyPortfolios, che permettono di investire su portafogli in stile ETF ma senza commissioni aggiuntive. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

L’AMA di Charles Hoskinson: video integrale e riassunto

Charles Hoskinson è arrivato a sorpresa su YouTube nel pomeriggio di ieri, raccogliendo subito il pubblico delle grandi occasione, dato l’enorme seguito che il leader di Cardano può vantare. Il video integrale dell’AMA si trova qui. Mentre poi procederemo ad un riassunto delle domande e risposte più interessanti.

AMA a sorpresa del capo di ADA
  • I nemici di Cardano

Una delle prime domande degli ascoltatori ha riguardato il folto gruppo di detrattori della criptovaluta. Hoskinson ha risposto come sempre, a metà tra l’ironia e il piccato, sottolineando che una criptovaluta come Cardano è poco sexy, perché basata sulla scienza e su meccanismi peer review.

Con una frecciatina anche per Michael Novogratz, notoriamente uno dei principali detrattori – nonché investitore miliardario anche nel settore cripto. “Ciascuno deve pubblicizzare quello in cui ha investito”, tagliando corto sull’ennesimo filone polemico.

Non mettete troppo le vostre emozioni in queste vicende. Ognuno “tira acqua al suo mulino”.

  • Cos’è successo al terzo fork

Era previsto per novembre 2021, ma secondo quanto riportato da Hoskinson è stato in realtà spostato al prossimo febbraio. La causa? L’eccessivo movimento sugli exchange e anche la necessità per il team di prendersi una pausa in un anno che è stato ricco di novità per il protocollo.

  • L’amicizia con Vitalik Buterin

Non si poteva parlare che di Ethereum ad un certo punto dell’AMA con Cardano e $ETH che rimangono due sistemi, almeno per i fan, estremamente avversi. Alla domanda Tu e Vitalik siete buoni amici?, Hoskinson ha risposto:

No, non direi che siamo buoni amici. A prescindere da quello che scrive la stampa però non ho risentimento nei suoi confronti. […] Onestamente non credo che si preoccupi molto di me. […] I media che si occupano delle cripto lo hanno reso molto popolare. Ammetto che ha un grande brand e che ha costruito un ecosistema che vale 500 miliardi di dollari.

  • Regolamentazione

Forse il punto più interessante è forse però quello che riguarda la possibilità di restrizioni in termini di leggi al mondo della finanza decentralizzata e delle criptovalute. Charles Hoskinson ha confermato che, a prescindere da quale sarà la natura delle regolamentazioni, Cardano $ADA è pronta ad implementare quanto necessario. Il che le darebbe un indubbio vantaggio nei confronti di diversi concorrenti.

L’attesa che monta non dovrebbe appartenere a Cardano

Tutto questo all’interno di una settimana di ulteriore difficoltà per l’ecosistema di Cardano, con la criptovaluta che ha perso quota 2$ e viene attualmente scambiata poco sopra 1,80$.

Con i prezzi in ribasso è più che naturale che del malcontento monti – anche se lo riteniamo almeno per ora altamente ingiustificato. Siamo infatti davanti ad un protocollo che si è sempre preso i suoi tempi per introdurre delle novità, anche perché ha scelto di sottoporre a peer review qualunque tipo di novità introdotta nel suo protocollo. Questo è il modus operandi che ha portato Cardano alla sua attuale quotazione – contestarlo oggi soltanto perché l’hype si è un po’ affievolito continua a parere piuttosto assurdo.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *