Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Solana piace agli istituzionali | Altri 43 milioni di investimenti

SOL ISTITUZIONALI

Solana piace agli istituzionali | Altri 43 milioni di investimenti

Gli investitori istituzionali stanno facendo incetta di criptovalute. Solana è però forse il nome che nessuno si sarebbe aspettato, pensando più a Bitcoin ed Ethereum, che sono ormai da tempo nelle mire dei grandi investitori.

I dati che vengono diffusi però da Coinshares sono inequivocabili: durante tutto il 2021 ci sono stati enormi investimenti dei grandi investitori istituzionali – che soltanto nell’ultimo mese hanno superato i 43 milioni di dollari, all’interno di un anno molto positivo per questa criptovaluta.

Istituzionali Solana - tutto quello che c'è da sapere sugli investimenti
Solana: altri 43 milioni di dollari dagli istituzionali

Un contesto enormemente bullish per una criptovaluta che è già stata tra le migliori del 2021. Possiamo investire sia sul breve che sul lungo periodo tramite eToro – vai qui per il tuo conto dimostrativo gratis per testare le funzionalità top del broker – intermediario al top del fintech grazie a servizi di trading automatico che non esistono altrove.

È qui che troviamo ad esempio il CopyTrader – sistema che permette di investire come fanno i migliori, copiandoli con un solo click. Con eToro abbiamo anche a disposizione i CopyPortfolios, che permettono di investire in più criptovalute tramite un solo titolo. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Lo strano caso di Solana: investitori istituzionali su una criptovaluta (quasi) emergente

Il caso Solana è uno dei più particolari per quanto riguarda il mondo delle criptovalute emergenti. In primo luogo sì, ha ancora senso parlare di cripto emergente quantomeno per età – dato che è arrivata sul mercato da circa un anno. A farla uscire da questo novero è l’alta capitalizzazione di mercato raggiunta nel giro di pochi mesi, ma pur sempre di un progetto nuovo (e con tanti interrogativi, almeno per gli istituzionali) parliamo.

I numeri degli stessi investitori istituzionali sembrano però raccontare completamente un’altra storia: perché secondo quanto diffuso da Coinshares avremmo avuto nel corso dell’ultimo mese di 43 milioni di dollari, contro ad esempio gli 80 di Ethereum, che però è nel circuito da molto più tempo. Tutto questo mentre ci sono state invece delle riduzioni di investimenti ad esempio su Cardano nell’ultima settimana – e comunque nel complesso di soli 23 milioni di dollari durante il mese.

Una situazione che premia Solana e che ci spiega almeno in parte la grande corsa che il token ha avuto anche a novembre, mentre il resto del mercato è rimasto praticamente al palo.

Gli investitori istituzionali hanno sempre ragione? Quasi

L’interesse dei degli investitori istituzionali deve essere sempre considerato come rilevante per qualunque tipo di protocollo, da Bitcoin fino ai token più emergenti. I fondi e le grandi banche non hanno sempre ragione, ma comunque con i capitali che muovono possono possono fare il bello e il cattivo tempo della crescita di un protocollo.

L’impegno costante – e in aumento – su Solana è un ottimo argomento per il proseguimento della bull run per i prossimi mesi. Anche la nostra analisi è long su un asset che, a nostro avviso, non ha ancora potuto esprimere tutto il suo enorme potenziale. Un potenziale in termini finanziari e – in modo particolare – per reach e volumi di scambio e transazioni.

Il mondo della finanza decentralizzata, così come quello dei NFT è ancora in fase embrionale – e a prescindere dal dominio di Ethereum siamo certi del fatto che ce ne sarà per tutti.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *