Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Coinbase: arriva la svolta Wallet Hardware | Ledger integrato entro 3 mesi

Coinbase sposa Ledger

Coinbase: arriva la svolta Wallet Hardware | Ledger integrato entro 3 mesi

Ottime nuove quelle che arrivano da Coinbase – che secondo quanto diffuso da Coindesk si starebbe preparando per l’integrazione dei wallet hardware di Ledger, tra i migliori per qualità tecnologica, sicurezza e anche popolarità tra chi vuole avere controllo diretto delle proprie criptovalute.

Mancherebbe poco ad un’implementazione che ha dei risvolti molto importanti in termini di modus operandi dell’exchange e di possibilità che sono direttamente nel controllo degli utenti, in termini di custodia delle loro criptovalute.

Ledger Coinbase - ecco cosa accadrà sull'exchange
Coinbase sposa Ledger – attivo dal Q1 del 2022

Nel frattempo, in attesa che questa straordinaria novità sia introdotta, possiamo aprire un conto gratuito con Coinbase – intermediario che oltre a quanto appena detto, ha delle altre qualità innegabili sotto il profilo della compravendita di criptovalute.

Sicuro e scelto già da diversi investitori istituzionali – offre anche il programma Earn, che permette di guadagnare gratuitamente cripto seguendo il materiale informativo dell’exchange. Per chi ha bisogno invece di scambi rapidi, possiamo muoverci con Coinbase Pro, che permette di accedere ad una piattaforma con commissioni basse e con strumenti di analisi incorporati.

Cosa sta succedendo da Coinbase? Arriva la rivoluzione Ledger

Ledger è uno dei brand di wallet hardware per criptovalute più apprezzati sul mercato. Anche sul nostro sito sono presenti recensioni dei loro prodotti di punta, che sono utilizzati con successo da piccoli e grandi investitori.

Da Coinbase pare siano partiti i lavori per integrare il più popolare dei wallet fisici all’interno dell’exchange, cosa che permetterà di bypassare il sistema di wallet virtuale dell’exchange. Cosa significa questo? Vuol dire avere in qualunque momento custodia effettiva delle proprie criptovalute, migliorando anche la sicurezza del tutto.

Not your keys not your coins, ripetono quelli che mettono al primo posto la sicurezza dei nostri fondi – e con l’integrazione di Ledger questo sarà possibile, proprio perché sarà attiva una modalità non custodial, che permetterà la gestione più minuziosa possibile del nostro capitale.

Quanto ci sarà da aspettare?

Secondo quanto diffuso da Coinbase, vedremo già i primi risultati utilizzabili di questa integrazione a partire dal primo trimestre del 2022 e dunque entro circa 3 mesi a partire da adesso, con scadenza massima e ultima per il 31 marzo prossimo.

Un passo in avanti enorme per il mondo degli exchange – che farà da standard anche per gli altri exchange che non si sono ancora adeguati su questo specifico aspetto. E sì, anche gli utenti che sono già dotati di wallet hardware o che pensano di dotarsene a breve ne trarranno vantaggi.

Gli exchange sono sicuri, anche se…

Gli exchange sono mediamente sicuri, almeno quando ci rivolgiamo a quelli che offrono i servizi più strutturati. Inconcepibile pensare oggi che i nostri fondi vengano sottratti da Coinbase. Tuttavia rimane il fatto che non siamo effettivamente gli unici proprietari dei token che vi conserviamo, tenendo anche conto del fatto che non abbiamo accesso alle key dei portafogli virtuali che questo exchange – e tanti altri – offrono.

Per questo motivo riteniamo questo annuncio di Coinbase una pietra miliare nell’evoluzione del comparto – che finalmente inizia ad ascoltare anche le critiche che arrivano dal mondo degli utenti più esperti.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

2 commenti

  1. Not your keys not your coins,tutta questa paranoia non la comprendo. quamdo si affidano soldi a un broker per operare sui mercati si firma una procura, idem con la propria banca, bisogna stare sulla fiducia e, ovviamente, scegliere operatori con una storia di onesta alle spalle, e nel nostro bel paese piu volte il sistema finanziario ha deluso le aspettative. con i wallet personali si possono fare disastri inenarrabili, basta copiare male un indirizzo o scegliere la rete sbagliata e i nostri fondi sono perduti per sempre.

    • per questo è meglio fare sempre una transazione di prova PRIMA di quella vera!
      l’anno scorso Kucoin è stata hackerata… ti assicuro che ho passato una brutta settimana, prima che mi ridessero i fondi. E in ogni caso per quella settimana son rimasto bloccato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *