Home / Nuovo crollo criptovalute: cosa succede? | Ripartiranno le crypto?

Corsa degli orsi su BTC

Nuovo crollo criptovalute: cosa succede? | Ripartiranno le crypto?

Nuova giornata da incubo per il settore delle criptovalute, che perde i livelli di prezzo guadagnati e mantenuti nel corso della scorsa settimana, tornando su soglie che, con enorme fatica, sono difese in questo momento dai pochi tori.

Situazione preoccupante? Non esattamente, anche perché ci sono stati comunque degli ottimi segnali che arrivano dal mercato, in termini di resistenza ad un ondata ribassista che punta a superare l’ultimo dei supporti.

Trend ribassista cripto - ecco cosa sta succedendo
Orsi aggressivi, che sfruttano il macro-trend ribassista

Situazione interessant per chi fa trading e dunque vuole provare a sfruttare la volatilità. Possiamo farlo con eToro – vai qui per richiedere gratis il conto gratuito di prova per trading auto intelligente – intermediario che offre il top in termini di strumentazione anche in short e permette di copiare i migliori crypto-traders.

Abbiamo i migliori strumenti dell’analisi tecnica, insieme a quanto viene offerto anche in termini di servizi aggiuntivi, quali il CopyTrader per investire copiando il top del mercato. Abbiamo anche i CopyPortfolios, utili per chi vuole un solo titolo che rappresenti, al rialzo e al ribasso, il top del mercato delle criptovalute. Con 50$ possiamo aprire un conto reale.

Top di posizioni short: gli orsi provano a picchiare duro

Il primo grafico al quale dobbiamo guardare è quello delle posizioni long e short su Bitcoin, che è ricavato da CoinGlass tenendo conto di tutte le principali piattaforme che offrono anche derivati. Nel corso del pomeriggio, in concomitanza dell’apertura della piazza USA si è avuto un aumento consistente delle posizioni ribassiste, che sono riuscite a spingere BTC e tutto il settore sotto livelli di prezzo che non si vedevano da un po’.

Short Bitcoin - analisi
Short in rialzo, per una serata che si preannuncia da paura e delirio

Grandi swing, con gli short che continuano ad insistere nel momento in cui stiamo scrivendo questo approfondimento. Segno che la battaglia è lungi dal concludersi, per una serata che sarà ancora di grande agitazione sui mercati, in particolare in attesa della riapertura delle borse asiatiche.

Pesa il terrore sull’economia – risk off di tutti i principali comparti

A pesare sulle criptovalute – e anche sugli asset ritenuti principalmente di rischio – è una situazione economica della quale ormai parliamo da qualche tempo, e riguardo la quale abbiamo anche anticipato quanto poi ammesso dalle principali banche centrali. L’inflazione c’è, è ormai fuori controllo e gli strumenti delle banche centrali per controllarla non sono spuntati, ma potrebbero addirittura aggravare il problema.

  • Tapering

Ovvero la riduzione dell’espansione monetaria attraverso l’acquisto di titoli di debito pubblico e altre manovre. Il governatore della FED, Jerome Powell, ha fatto intendere di essere pronto ad avviare il programma, spaventando i mercati ma senza fare i conti con la loro reazione.

Una situazione che riteniamo essere molto vicina a quanto abbiamo già visto più volte in passato in concomitanza di altre situazioni di questo tipo. Ovvero i mercati reagiscono ovviamente male all’avvio di questi programmi, costringendo poi le banche centrali a tornare indietro sui loro propositi.

  • Tassi di interesse

Un rialzo degli stessi – che ovviamente rafforzerebbe il dollaro USA contro ogni tipo di asset – sembrerebbe essere ormai dovuto. Ma anche in questo caso dovremo fare i conti con le reazioni inconsulte dei mercati, che potrebbero sanguinare a sufficienza da riportare FED e le altre banche centrali a più miti consigli.

In una situazione del genere un sell off costante da parte dei grandi investitori e speculatori sulle criptovalute è più che comprensibile, sebbene i rischi che gli orsi stanno correndo sono molto elevati e scoprono il fianco anche a possibili recuperi in termini rapidi, con qualcuno che ha correttamente segnalato la possibilità che ad una compressione dei prezzi segua un recupero in stile short squeeze.

Sconti pre-natalizi su tutte le principali criptovalute: diamo uno sguardo alle più appetitose

I prezzi di Bitcoin, ma anche di Ethereum e delle altre principali criptovalute sono tutti molto interessanti, anche se in prossimità di importanti supporti che, se non dovessero tenere, potrebbero aprire a scenari ulteriormente nefasti.

Qualcuno, tra chi ha liquidità importante in portafoglio, potrà approfittarne comprando le criptovalute sulle quali vuole puntare con Crypto.com – vai qui per il conto gratuito con 25$ di bonus gratis all’iscrizione – intermediario che offre tutte le principali criptovalute in acquisto diretto, con qualche chicca a listino che non possiamo trovare altrove. Il sistema ideale per chi vuole accumulare adesso, in vista della ripresa e del recupero.

C’è da stare preoccupati?

Gli orsi sembrano avere molta forza dopo aver dominato la sessione asiatica, cosa che non capitava da diverso tempo. L’incertezza dovrà prima o poi dissiparsi, anche se nessuno si aspettava un dicembre di questo tipo.

La fase è per noi da considerarsi ancora come di accumulazione, nonché propedeutica al recupero di quote di prezzo vicine agli ATH che quasi tutto il settore ha fatto registrare nelle scorse settimane. La battaglia però tra orsi e tori impazza – e chi ha lo stomaco debole farà bene nel caso a comprare e a rimanere un po’ lontano dai grafici.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

14 commenti

  1. Io per un attimo ho pensato di vendere in rosso ma poi mi sono detto: “ecco, bravo, fai proprio l’errore comune a molti”. Quindi, guardo il rosso con distacco e puntando al futuro. Nelle crypto ci credo per svariati motivi e anche per le molte news positive che stanno uscendo. Quindi, mi sono armato di apatia e pazienza.

  2. Io ho venduto dopo il primo crollo uscendone quasi bene…non so se rientrare magari al prossimo cenno di ripresa

  3. Continuo a soffrire ma credo nella ripresa del mercato. Non venderò mai, aspettando tempi migliori.

  4. Buongiorno a tutti, visto che date la possibilità di commentare io lo faccio, dicendo quello che penso.
    Bitcoin e le cripto in generale non sono solo motivo di speculazione finanziaria o una ricerca di reddito alternativo, non solo!
    Bitcoin in primis è il futuro, è una filosofia, è una rivoluzione, rivoluzione paragonabile a quella avvenuta nel 1789 in Francia quando la monarchia è stata spazzata via in un sol colpo.
    Allora si combatteva con i forconi, oggi con le carte di credito, e allora sparate in base alla potenza della vostra artiglieria, che siano 10€ al mese o 10mila non importa, quello che conta è fare fuoco.
    E quindi?
    Quindi asta la victoria, siempre!

  5. Il trading lo lascio fare a chi lo conosce, fare uno short senza adeguate competenze mi dice male. Però… Convertire i miei 4 spicci in Dai e aspettare un eventuale crollo al sicuro é 7na forte tentazione.

  6. Giorgio, il fatto che tu chiuda con Asta la victoria, rende chiaro che tu non abbia la più vaga idea di cosa siano le cripto 😂 però era un commento pieno di passione lo ammetto.

    • Ciao Benny, asta la victoria è un inno alla rivoluzione, un po comunista è vero lo ammetto, ma rende l’idea.
      Dici bene, io sono un appassionato di cripto e non un esperto, difatti nella vita mi occupo di tutt’altro, ma credo in quello che ho scritto e aggiungo che nel mio lavoro la matematica e la logica mi servono e la matematica dice che 2 + 2 fa sempre 4.
      Detto questo scommetto con te che prima della fine dell’anno bitcoin sarà tornato almeno a 60k$.
      Se vinco scriverai anche tu asta la victoria.
      Se perdo non commentero’ mai più su questo sito.
      Buone feste.

      • condiivido buona parte del tuo pensiero: sempre più pesciolini come noi holdano BTC o ETH, i dati on-chain sono chiari. Diventeranno davvero la moneta del popolo, quindi un po’ comuniste le crypto lo sono… il problema è che il popolo non l’ha ancora capito (lo stanno volutamente tenendo all’oscuro screditando le crypto).
        Tempo al tempo, la verità vien sempre a galla!

        P.s. meglio Hasta la victoria 😛

  7. Dopo il rialzo, il ribasso. Ovviamente timore ma non ho venduto.

  8. ma x investire in criptomoneta, si puo passare dalla propria banca? meglio un altro canale?

  9. *** *** ma
    Quando si riprendono ste crypto ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *