Home / Voodoo Games investe 200 milioni sulla blockchain | Il settore è Bullish

VOOODOO GAMES

Voodoo Games investe 200 milioni sulla blockchain | Il settore è Bullish

Voodoo Games, unicorno di diritto francese e già attivo nello sviluppo di videogiochi, quotato oltre 1 miliardo di euro e con Goldman Sachs tra le società finanziatrici, ha deciso: punterà 200 milioni di euro nel Gaming su Blockchain.

Un settore che, questo sembrerebbe essere ormai ovvio per tutti, sarà uno dei prossimi campi di battaglia per il comparto cripto e anche per quello del gaming, con diversi tra i grandi gruppi che proveranno a darsi battaglia proprio qui, cercando di recuperare il terreno perso nei confronti dei pionieri che sono nati direttamente su blockchain.

Blockchain Gaming - arrivano i fondi di Voodoo Games
Voodoo Games punta 200 milioni sul gaming blockchain

UN settore che – siamo stati tra i primi ad anticiparlo – vivrà ancora di vita lunga e rialzista. Possiamo trovare la maggior parte dei token gaming sulla piattaforma sicura Capital.com – vai qui per ottenere un conto dimostrativo con capitale virtuale senza limiti – intermediario che con 235+ cripto-asset a listino può offrire ampio spazio anche al mondo dei token emergenti che si occupano di giochi su chain.

Oltre all’ampia scelta, questo intermediario è da considerarsi come avanzato anche in termini di strumenti. È qui che troviamo infatti MetaTrader 4 e TradingView – così come una piattaforma web con analisi in intelligenza artificiale integrata. Con 20€ possiamo passare ad un conto reale.

Voodoo Games punta tutto sul gaming su blockchain

Investimenti corposi che arrivano da diversi fronti. Basti pensare al miliardo di dollari di Gala, oppure anche all’impegno che riguarda Solana Ventures, meno corposo ma comunque di enorme rilevanza.

Questa volta a salire in cattedra è Voodoo Games – società francese unicorno – che tra i finanziatori ha anche società del calibro di Goldman Sachs. Non esattamente la prima arrivata, anche per quanto riguarda la valutazione di investimenti futuri.

Il comparto, d’altronde, è quello che fa più gola anche a società come Ubisoft, che hanno recentemente introdotto NFT, non senza innescare enormi polemiche tra i giocatori. Che piaccia ai giocatori o meno, questo rimane però il pallino di società più o meno piccole, in particolare per il potenziale che può generare – non solo in termini di guadagni.

Le possibilità – la cosa sta diventando più evidente adesso che ci sono anche gruppi che stanno proponendo sistemi più articolati – sono molte. E nessuno, in particolare le start up con una grande liquidità a disposizione come Voodoo Games.

Qualche protocollo nato in blockchain ha però un vantaggio importante

Nonostante stia arrivando la proverbiale cavalleria, riteniamo che ci siano protocolli già sviluppati su blockchain che hanno già accumulato un vantaggio importante – e che difficilmente, anche a suon di milioni, i gruppi esterni riusciranno a colmare.

Il pensiero non può che andare a Gala – gruppo che tra le altre cose ha messo sul tavolo 1 miliardo di dollari e nella giornata di oggi ha annunciato lo sviluppo di un nuovo titolo, con un top player come ideatore.

Segno che ormai anche nel mondo nativo su blockchain per il gaming si fanno le cose sul serio. E che il mondo ha già preso la sua direzione. Ancora una volta, con buona pace per i giocatori che guardano a questo mondo con una certa diffidenza.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *