Home / Crypto.com attiva una nuova assicurazione | 250.000$ per ogni cliente

Per Crypto.com assicurazione

Crypto.com attiva una nuova assicurazione | 250.000$ per ogni cliente

A pochi giorni dall’hack su Crypto.com di cui abbiamo parlato oggi, il gruppo rilancia un nuovo strumento di sicurezza che permetterà ai suoi clienti di avere copertura totale fino a 250.000$.

Una mossa sicuramente ben accetta da parte dei clienti, nonostante chi è stato colpito dal recente hack sia stato completamente coperto dal gruppo, che si conferma come uno dei più attenti tanto ai patrimoni quanto alla tranquillità degli user.

Crypto.com - utenti assicurati per 250.000$
Arriva l’assicurazione automatica per gli utenti Crypto.com

Un’altra notizia che riteniamo essere di conferma alla qualità di questo exchange, che è stato uno di quelli cresciuti di più nel 2021 e così si dovrebbe confermare anche nel 2022. Crypto.comvai qui per aprire un conto gratis con 25$ di capitale virtuale – offre decine di criptovalute in acquisto diretto, con una scelta che riguarda anche i progetti emergenti.

Sempre all’interno di questo exchange troviamo il Supercharger, che tramite lo staking $CRO ci permette di guadagnare altre criptovalute. Possiamo inoltre partecipare anche allo staking classico, con ritorno molto interessanti anche rispetto al resto del mercato.

250.000$ di protezione assicurativa per tutti i clienti: la risposta di Crypto.com

L’antefatto dovremmo conoscerlo tutti ormai, anche perché ne abbiamo parlato qualche ora fa all’interno proprio di queste pagine. Crypto.com è stato oggetto di un attacco hacker, che ha sottratto nel complesos oltre 30 milioni di dollari, principalmente in Ethereum.

Sarebbero stati oltre 400 gli account colpiti, i quali sono stati però già coperti completamente dall’exchange. Una situazione che però, da questo punto in avanti, non potrà più ripetersi. L’exchange ha infatti annunciato sul sito ufficiale che implementerà anche WAPP, ovvero il Worldwide Account Protection Program che garantirà una protezione 250.000$ per qualunque tipo di fondo perso durante eventuali attacchi hacker.

Una somma che mette al riparo la stragrande maggioranza degli utenti della piattaforma, fatta esclusione per i grandi investitori che, con ogni probabilità, avranno comunque altre assicurazioni di tipo privato.

Prendiamo molto seriamente la sicurezza dei fondi dei nostri clienti e continuiamo a migliorarla con nuove misure di protezione. Mentre ci hanno appena ricordato dell’esistenza di bad actors che sfruttano frodi e bug, il nostro nuovo programma, insieme alla nostra infrastruttura, offre ai nostri clienti una protezione dei loro fondi mai vista prima e, lo speriamo, anche un certo relax [nell’utilizzare la nostra piattaforma, NDR]

Come si attiva il programma di protezione?

Ci sarà una procedura, in realtà molto rapida, che gli utenti dovranno seguire per attivare la protezione assicurativa, che comunque è a costo zero:

  • Si deve attivare l’autenticazione MFA
  • Bisogna anche impostare un codice anti-phising, almeno 21 giorni prima dell’eventuale attacco
  • Non bisogna utilizzare l’App di Crypto.com su dispositivi jailbroken
  • Sarà necessario inoltre fare denuncia alle autorità per ottenere il rimborso
  • Nel caso di hack sarà anche necessario riempire un questionario

Una procedura che preventivamente, pertanto, prevede soltanto l’attivazione di MFA, comunque consigliata per chi vuole proteggere il proprio denaro e il codice anti-phising.

Pochi minuti per dormire sonni tranquilli al 100%, a patto ovviamente di avere una somma inferiore ai 250.000$. In quel caso, lo ripetiamo ancora una volta, meglio proteggersi con un’assicurazione ulteriore. Si tratta comunque di un ottimo passo per Crypto.com, che si conferma almeno a nostro avviso uno degli exchange più reattivi a protezione dei propri clienti e per soddisfare le loro necessità.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *