Home / Ethereum: ma quale declino! | Dati on chain parlano di ripresa per ETH

Ethereum pronto a ripartir

Ethereum: ma quale declino! | Dati on chain parlano di ripresa per ETH

Le vendite che hanno coinvolto tutto il settore delle criptovalute nella notte tra venerdì e sabato scorsi non hanno risparmiato Ethereum, che continua a viaggiare intorno a quota 2.500$.

Una situazione che forse in pochi sarebbero riusciti ad immaginare soltanto qualche settimana fa, con una perdita del 25% settimana su settimana che lascia l’amaro in bocca a tanti investitori. La situazione però, allontanandosi un po’ dal grafico, è meno preoccupante di quel che potrebbe sembrare.

Analisi ethereum on chain
L’analisi sul momento di Ethereum

E i prezzi delle ultime ore potrebbero essere per molti una possibilità di ingresso su questa criptovaluta, in particolare in ottica di medio periodo. Possiamo trovarla sulla piattaforma sicura eTorovai qui per richiedere il conto demo sempre gratuiti con STRUMENTI DI AUTO-trading inclusi – intermediario al top del mercato anche grazie all’ottima selezione di strumenti.

Abbiamo tutta l’analisi di cui abbiamo bisogno con il WebTrader, accompagnata da soluzioni operative uniche come il CopyTrader, il miglior sistema di trading automatico al mondo, che ci permette di investire copiando i trader con i migliori risultati. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Sofferenza maggiore per gli altcoin – e Ethereum non fa eccezione

Come spesso capita durante sell off di queste proporzioni, sono gli altcoin e non Bitcoin a guidare la classifica delle perdite. Una situazione che riguarda anche Ethereum, che fa registrare delle perdite importanti, ma a nostro avviso non collegate alla forza relativa del protocollo in quanto tale.

A soffrire particolarmente sono stati infatti un po’ tutti i progetti generalisti, come possiamo vedere con l’andamento di Solana – e parzialmente anche di BNB e Terra Luna, sebbene queste ultime due abbiano poi rimbalzato in modo interessante nelle ultime 24 ore. Tutto questo mentre in realtà sul fronte dell’effettivo utilizzo di Ethereum – e su quello del suo passaggio ad una versione 2.0 – ci sono una serie di ottime notizie, che andremo ad analizzare anche con qualche supporto grafico.

Staking in crescita – e anche numero di wallet attivi

I tue metri per misurare l’andamento di Ethereum in prospettiva questa volta arrivano direttamente dalla chain. Il primo dato che analizziamo è l’andamento dello staking, che continua ad essere in crescita in termini di ETH totali ad un ritmo che forse in pochi avrebbero immaginato possibile. Si è superata quota 9 milioni di ETH che sono ormai lockati e che non potrebbero essere recuperati se non quando avverrà il passaggio alla versione 2.0, che ormai dovrebbe essere questione di pochi mesi.

Staking in crescita Ethereum
Ottimo l’andamento dello staking

Anche sul fronte dei wallet attivi ci sono ottime notizie. Anche l’andamento altalenante dei prezzi non sembra aver ridotto una crescita progressiva che ha fatto raddoppiare i wallet che hanno almeno 0,01 ETH in portafoglio. Un segnale di utilizzo concreto del network, a prescindere dai problemi di congestione che ormai sono il tormentone del settore DeFi ma non solo.

Wallet in crescita Ethereum
Interessante anche la crescita dei wallet

Gli Ethereum Killer soffrono

Tutto questo mentre gli Ethereum Killer, ovvero quei progetti che avrebbero dovuto mandare in pensione anticipata questo protocollo soffrono.

Solana, oltre ad aver perso una quantità di valore enorme dai suoi massimi, sta anche avendo ciclicamente problemi tecnici, che segnalano come di strada per sostituire completamente Ethereum se ne dovrà fare ancora tanta. Durante la fase di sell off piazzare ordini su AMM e altri servizi che girano su $SOL è stato impossibile per una finestra di tempo sufficientemente lunga da suscitare qualche domanda. Il che non vuol dire che Solana non sia un progetto potenzialmente solido, ma che i volumi continuano ad essere problematici anche per network che non sono in PoW.

Lo stesso si può dire anche per Cardano, con l’esordio in beta pubblica di Sundaeswap che non è stato perfetto. Certo, anche gli sviluppatori se lo aspettavano, ma è comunque un segno fattuale del fatto che nessuno sembrerebbe avere, sul piano tecnico, la bacchetta magica per risolvere qualunque tipo di problema tecnico.

E se vogliamo segno che difficilmente vedremo Ethereum soccombere verso la concorrenza, per quanto JPM ed altri gruppi stiano offrendo degli insight molto positivi per la concorrenza più stretta. Tornata una situazione di semi-normalità sul mercato, non riteniamo dunque che $ETH sia destinato a sparire, o comunque a perdere, almeno per ora, il secondo progetto per market cap.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

10 commenti

  1. IL SUPPORTO DI ETHEREUM QUAL’È? 1500 1800 2100 2300 o (ZERO)

  2. Non so chi tu sia, ma rispetto il tuo parere ognuno ha il suo, poi magari è anche quello che succederà.. speriamo di no per i piccoli investitori, a me non cambia nulla come sempre scritto crypto uguale speculazione nulla di più, ma non ti scaldare quando ti rispondono e normale che altri la pensano al contrario, rispondi con le tue riflessioni stop. se uno vuole se le va a vedere qualcosa di utile c’è sempre. 😉

  3. Taleb è un uomo e ha la sua idea (sacrosanta, per carità). Ma non è l’unico ad averne una su Bitcoin e il mondo cripto/blokchain in generale.
    L’hanno capito anche i muri come la pensate tu e Taleb, non c’è bisogno che rispondi in ogni articolo con la stessa minestra!
    Questo ormai è diventato spam, e come tale temo perderai il tuo tempo perchè questi copia-incolla che fai inizieranno ad esser cancellati (mi auguro)
    Chi doveva esser illuminato da te lo è già stato, credimi, stai solo facendo perdere tempo a tutto il resto della community

    • Cancellare i mess. anche se dei dei peggiori per me è sbagliato, come fanno tanti gruppti crypto su telegram, se ti lamenti anche più che giustamente vieni Bannato così crei il tuo bel gregge.. se Criptovaluta.it non li cancella ha tutto il mio rispetto! poi se oltrepassano il limite possono fare quello che ritengono necessario casa loro è più che giusto. 🙂

      • qui siamo a un livello diverso però: a parte gli insulti (ha fatto una decina di post di solo parolacce, e questi sì sono stati cancellati) anche ripostare la stessa esatta frase in 3 thread diversi è puro spam e come tale va cancellato! Nessuno dice di censurare il primo, ma di cancellare il quarto (ripeto: identico a quello delgli altri thread) sì!

  4. Ma dico io perché fai cattiva pubblicità alle cripto,se è come dici tu e taleb non investire e stop.
    Cosa sei il papa che deve avvertire tutti della malvagità delle cripto.

  5. Marco per caso lavori in unicredit? 😂😂😂

  6. Andiamo in pace Amen… 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *