Home / 250 milioni per aUSD di Acala | Vola l’ecosistema di Polkadot

aUSD sugli scudi

250 milioni per aUSD di Acala | Vola l’ecosistema di Polkadot

Nonostante abbia accusato il colpo nelle ultime settimane in termini di prezzo, Polkadot ha sicuramente tanto che bolle in pentola. E non solo direttamente, ma anche in termini di ecosistema.

I progetti che si sono portati a casa le prime aste per le parachain hanno infatti istituito un importante fondo da 250 milioni di dollari che avrà come obiettivo quello di favorire l’adozione di aUSD, lo stablecoin sul dollaro USA che gira su Acala, appunto uno dei progetti che si è portato a casa il diritto sulle prime parachain. Fondo importante, che potrà cambiare le carte in tavola di un settore molto competitivo e molto remunerativo.

Polkadot fondo 250 milioni
Fondo da 250 milioni per aUSD su Polkadot

Possiamo investire sui due token principali dell’ecosistema, $DOT ma anche $KSM con la piattaforma Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratis e con INTELLIGENZA ARTIFICIALE – sistema che ci permette di investire con gli stessi strumenti che sono a disposizione dei migliori investitori professionali.

TradingView è incluso e collegabile anche con il potente WebTrader che questo intermediario mette a disposizione. Poi abbiamo anche MetaTrader 4, ottimo anche per il Trading Automatico dato che ci permette di incorporare gli Expert Advisor. Con 20€ possiamo passare anche ad un conto reale dopo la fase di test.

Fondo da 250 milioni per sostenere aUSD

Si tratterà di un fondo dalla consistenza importante, dato che parliamo di 250 milioni di dollari, che verranno messi a disposizione dai gruppi che hanno vinto le prime nove aste per le parachain su Polkadot. Parliamo principalmente dunque di Acala e Manta, con la partecipazione anche di Centrifuge ed Efinity di Enjin Coin.

Un gruppo già molto solido e che ha già deciso di mettere in campo le sinergie giuste, qualcosa che sicuramente potrà fare del bene a questo ecosistema. Cosa si andrà a spingere? L’utilizzo di aUSD, ovvero lo stablecoin di Acala che sarà una sorta di stable ufficiale dell’ecosistema Polkadot. Sul tema è intervenuto anche il leader di Manta.

Siamo felici di supportare l’aUSD Ecosystem Fund e non vediamo l’ora di integrare la privacy nei casi d’uso che emergeranno. Con l’interoperabilità nativa di Polkadot, ogni nuova idea è un valore aggiunto per tutti gli ecosistemi che vi sono collegati.

Un commento che coglie nel segno l’importanza di queste iniziative, che tra le altre cose spingono anche sul gas con dotazioni economiche niente male. Il tutto per cercare di far affermare, anche tramite i DEX che già fanno parte dell’ecosistema, Acala USD.

Cosa significa per Polkadot e Kusama?

I due network gemelli non hanno che da guadagnarci su questa nuova mossa e infatti hanno già sponsorizzato l’evento, che inizierà a far parte anche della comunicazione ufficiale.

Un buon segno di vivacità per tutto l’ecosistema, che riteniamo essere uno dei più interessanti anche in prospettiva futura di medio e lungo periodo. Come confermiamo nelle nostre previsioni Polkadot, con Kusama che, come spesso accade, anticiperà i movimenti di mercato.

Con una piccola nota: quella degli stablecoin sarà una battaglia che interesserà non solo Acala e Manta, ma più in generale tutto il mondo della finanza decentralizzata. Un fattore X molto importante per il cui controllo saranno in molto a darsi battaglia.

Ecosistema che è degnamente rappresentato anche sull’affidabile piattaforma eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con tutte le funzionalità attive – intermediario che ci propone il top degli strumenti per fare trading e anche per investire, in modo più lungimirante, sul medio e lungo periodo.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *