Home / Mastercard spinge sul metaverse | Marchi e brevetti per…

Mastercard punta sul metaverse

Mastercard spinge sul metaverse | Marchi e brevetti per…

Il mondo dei metaverse fa gola anche alle grandi compagnie del settore dei pagamenti, e non soltanto agli speculatori che intravedono possibilità importanti con i migliori token di questo comparto.

Ultima in ordine temporale è Mastercard, che avrebbe chiesto brevetto per diverse tecnologie e il riconoscimento per diversi marchi che andranno appunto ad operare nel mondo dei NFT e dei metaverse.

Mastercard sul metaverse - analisi dei trademark
Mastercard punta ancora sul metaverse

Notizia questa decisamente importante per quanto riguarda l’intero ecosistema dei metaverse, sui quali token possiamo investire anche con la piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratis con TUTTI i TOP STRUMENTI – intermediario che ci offre il meglio in termini di piattaforme e anche di accesso ai singoli token.

Con questo intermediario avremo anche a disposizione strumenti quali il CopyTrader, per fare trading automatico copiando i migliori investitori del mondo. In aggiunta potremo muoverci anche su panieri che includono token e azioni del settore tramite gli Smart Portfolios, che offrono la possibilità di investire in stile ETF ma senza alcun tipo di commissione aggiuntiva. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Mastercard vuole dominare il mondo dei pagamenti sul metaverse

Questo è quanto vorrebbe diventare Mastercard nei prossimi anni. Il gruppo ha infatti richiesto approvazione per brand e relativa tecnologia che dovrebbe portare ad una spinta per la sua presenza in termini di sistemi di pagamento all’interno dei principali metaverse. La registrazione dei relativi marchi ovviamente offre poche informazioni per quanto riguarda le effettive implicazioni operative, anche se qualcosa si può comunque desumere, per quanto risicati siano le informazioni a corredo.

Il tutto con la presenza di nuove carte di credito virtuali che potrebbero essere utilizzate direttamente nei metaverse, insieme ad altri tradermark che riguardano la possibilità di organizzare eventi e anche performance.

Qualcosa di importante anche nel mondo dei NFT, che si integra bene con le ultime mosse di Mastercard, che poco fa ha stretto una collaborazione con Coinbase, per permettere il pagamento diretto di NFT sul marketplace di quest’ultimo direttamente tramite carta Mastercard.

Un’esposizione pertanto complessiva e globale, che dimostra come il mondo dei metaverse, su tutti The Sandbox e Decentraland faccia ormai gola a praticamente tutte le grandi e grandissime aziende del mondo. Ultima in ordine temporale Starbucks, che si starebbe preparando al grande salto.

Il metaverse la prossima gallina dalle uova d’oro?

Probabilmente ci saranno diversi progetti in grado di offrire dei buoni ritorni, in particolare tra quelli emergenti. Tuttavia a molti questo impegno radicale (e a suon di milioni) di tutti o quasi i migliori brand del mondo sembrerebbe essere assolutamente inconsulto.

Un’altra bolla in stile dotcom? A nostro avviso no, perché comunque gli investimenti delle grandi aziende si stanno concentrando sull’offerta di servizi e sull’acquisto di plot di terra digitale. Con investimenti comunque relativamente ridotti rispetto ai volumi di denaro dei quali queste aziende sono in possesso.

A nostro avviso in parte hanno sicuramente ragione e i diversi metaverse saranno un ottimo canale tanto di marketing quanto per la vendita di servizi. E lo vedremo con le prossime sortite di Mastercard e con ogni probabilità anche di altre società dello stesso comparto.

Tuttavia in un mondo molto affine a quello delle cripto siamo sicuri che ci sia bisogno dell’intervento di sistemi di pagamento così centralizzati?

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *